Translate

sabato 20 maggio 2017

Recensione: "Luminose stelle sul cielo di Kabul" - Tiezzi Soraya


Editore Paguro
Pagine 176
Prezzo cartaceo 11.40 EURO
Anno prima edizione 2016
Genere Narrativa Italiana

Camila è una ragazza di sedici anni che
vive in una Kabul che, purtroppo, non esiste più, molto diversa da quella che siamo abituati a sentire e vedere ai tg. In un Afghanistan libero e pieno di umanità. Dopo l'invasione dei russi e la presa dei talebani è costretta ad assistere impotente alla partenza di suo fratello Farid. Ma quello sarà solo il principio: si vedrà obbligata a lasciar andare le persone che ama solo per salvare loro la vita. Inizia così un vero e proprio incubo che la terrà lontana da Jamal, il suo primo e unico amore, e dal resto della sua famiglia per dieci lunghi anni. Anni in cui Camila da ragazzina diventerà una donna. Anni in cui soffrirà molto per via di Hares, l'uomo che con la forza l'ha separata da Jamal. Anni in cui dedicherà tutta se stessa a proteggerei suoi figli: Nadir, Ihsan e la piccola Jodha. Il tempo e, soprattutto il diventare madre, la aiuteranno a trasformarsi in una donna forte e coraggiosa e a superare così i momenti più difficili della vita.

Camila vive a Kabul, città che ama da morire. E' una ragazza normale, va a scuola con le sue amiche tutti i giorni, è innamorata del suo migliore amico d’infanzia, Jamal e tutto sembra svolgersi regolarmente fino a quando il trascorrere del tempo non trasforma quel paradiso terreste in un inferno. Nel giro di poco tempo Camila si ritrova ad essere una donna, si ritrova a dover decidere per la sua sopravvivenza e per il suo essere.


Un libro decisamente accattivante, trama strepitosa e incipit sensazionale. Punti di forza di questo libro? Senza alcun dubbio i personaggi e i luoghi che sono così ben caratterizzati da farti catapultare immediatamente a Kabul e ti sembrerà persino di stringere la mano alla nostra adorata Camila.
Punti deboli? La scrittura e le argomentazioni. Per quanto possa essere accattivante il libro, la scrittura utilizzata da Soraya Tiezzi (scrittrice nata su EFP ) non è delle migliori. Inizialmente parte bene, sembra coinvolgerti ma alla fine a salvare la scrittura è, senza alcun dubbio, la trama, che è in continua evoluzione e non permette al lettore di distrarsi. Altro punto a sfavore del libro sono le tematiche trattate. E' un libro ATTUALISSIMO, ma tematiche come l’abuso, i diritti delle donne, la cultura mediorientale, la guerra, i conflitti internazionali non sono trattati come dovrebbero, a mio avviso.
diventa noiosa e scontata, a tratti bambinesca.
Questo è un libro per ragazzi, di formazione, che punta al sociale e per questo motivo trovo INAMMISSIBILE il fatto che questi temi vengano trattati con una tale superficialità, come se si parlasse del nuovo vestito di Kim Kardashian. Mi ha fatto venire i brividi. 
In questo modo non voglio colpevolizzare la scrittrice, è ancora giovanissima ed ha tanta strada da fare e spero che in un futuro, il più prossimo possibile, riesca a scrivere il suo più grande capolavoro.
Assegno al libro:

3 Wonderland su 5

Recensione a cura di:





Dal libro:

- "Sono nata a Kabul, quando ancora in cielo volavano gli aquiloni ..."

- "Avremmo riso e scherzato per tutto il tempo che avremmo passato insieme."

- "Perchè mi interessi tu, Camila ... non le altre."

Nessun commento:

Posta un commento