Translate

mercoledì 13 novembre 2019

Recensione lettura di gruppo: "Le verità sepolte" - Angela Marsons


Editore Newton Compton
Pagine 381
Prezzo ebook 2,99 €
Prezzo cartaceo 9,90 €
Genere Thriller

La dottoressa A, archeologa forensi, sta tenendo una lezione in un campo di prova.
Sta insegnando ai suoi studenti come effettuare uno scavo.
All'improvviso, durante l'esercitazione, viene rinvenuto un teschio umano.
La dottoressa A interrompe subito la lezione e chiama la detective Kim Stone.
Purtroppo, lo scheletro è proprio sul confine, Kim deve rassegnarsi, sarà un'indagine in comune con la squadra del detective Travis, collega con il quale Stone ha dei trascorsi. Non vanno molto d'accordo.

"Kim si rese conto che quell'indagine era come un viaggio nel passato."

Inoltre, Kim dovrà fare a meno della sua squadra, lavorerà con quella di Travis.
Il caso è intricato. Il teschio ritrovato presenta delle anomalie, da una delle orbite sporge un osso.
Riuscirà Kim a mantenere la calma e a collaborare con Travis?
Mi è dispiaciuto non vedere Kim all'opera con la sua squadra, soprattutto mi sono mancati i suoi battibecchi ironici con Bryant.
Fortunatamente, l'autrice ha provveduto a rimediare a questa mancanza con simpatiche scene che vedono Kim e Travis protagonisti.

"Non vedo l'ora di litigare di nuovo con te su una scena del crimine, detective."

La squadra di Kim, benché non collabori al caso della detective, è attiva su un'altra indagine.
Si occupa di un'aggressione. Un uomo è stato gravemente pestato da un gruppo per via delle sue origini.
Questo è il tema principale di questo thriller: i crimini d'odio.
Questa categoria raggruppa i reati scatenati dall'odio verso una razza, una etnia, una nazionalità, una religione, un orientamento sessuale, una disabilità.
Crimini che nascono da un odio insensato verso una persona la cui unica colpa è essere nata diversa.
Ma come si fa ad odiare qualcuno perché è diverso?
Siamo tutti diversi, per pensieri, stile, modo di essere e di apparire. 
La società cerca di unificarci con le mode ma la verità è che ognuno di noi è unico ed è proprio questa unicità che deve essere salvaguardata.
Dovremmo ringraziare il cielo di essere tutti diversi ... diversi da chi ha tanto odio dentro che finisce con il distruggere tutto, anche se stesso.
Questo libro mi ha davvero scossa, l'argomento di cui parla (tema che trova molto spazio nel testo e viene largamente approfondito) mi ha dato molto da pensare.
Perché certe persone sono così piene di odio? Perché questo odio lo riversano su persone innocenti? 

"Grazie a internet, odiare è diventato assai più facile."

Questa volta, Angela Marsons mi ha colpita non tanto con le indagini ma con il tema alla loro base.
Ho trovato questo libro diverso da quelli precedenti, è come se l'argomento trattato offuscasse un po' le indagini, particolare che tuttavia non ha diminuito la mia passione per questi libri.
Consiglio a tutti questa serie thriller ricca di suspense e mistero, in cui non mancano riflessioni su temi purtroppo attuali.


Commenti dalla lettura di gruppo:

Elisa: Un thriller mozzafiato, in cui io stessa credevo di aver trovato il colpevole al 60% del libro per poi comprendere che non avevo capito nulla, che dietro le sparizioni e gli omicidi c'è ben altro, c'è la voglia di riscatto, la voglia di non essere messo da parte, la voglia di dimostrare a qualcuno di esistere, la voglia di emulare atti osceni e tragici commessi nel secolo precedente.

Francesca: Diciamo che a mio avviso si scosta molto dai vecchi casi in cui c'era la suspence per la ricerca del colpevole, la vera e propria corsa verso la fine del caso che qui ho rivisto meno. Il tema scelto è davvero azzeccato a mio avviso visto il clima attuale e non me la sento di giurare che non sia una notizia che potremmo trovare davvero al tg tra qualche anno.

Elvira: Questo nuovo libro della serie è meno macabro dei precedenti. Non ci sono malsani “Maniaci del controllo” da combattere a cui dare la caccia. Qui si scava in uno di quegli oscuri atteggiamenti dell’uomo portati all'esasperazione e, con uno sguardo di critica sociale, ogni lettore si trova ferocemente ad interrogarsi sulla morale comune. Comunque l’inquietudine è assicurata. 

Elisa: Adoro kim ma devo dire che finora questo è il libro che mi è piaciuto meno. Almeno fino a ben oltre la metà. Ok devo ammettere che ho faticato un po’ con il nuovo compagno di ricerche Travis (sono una fan spudorata di Bryant!) però non so mi sembrava ci fosse troppa carne al fuoco poco sviluppata. Oltre la metà invece ho ritrovato il vecchio batticuore che mi facevano venire i libri precedenti e quindi il libro è migliorato un po’!
Mi è piaciuto invece il fatto che vengano sviluppati di più personaggi finora secondari.

lunedì 11 novembre 2019

Un libro in viaggio: 19° - 20° - 21° tappa


Il viaggio del nostro libro vagabondo continua.
Dopo aver passato l'estate al sud, il libro ha attraversato tutta l'Italia ed è tornato al nord.


Il libro è arrivato da Rosanna a San Valentino Torio (SA)
"l libro è nelle mie mani... Inizierò subito a leggerlo... Vi avviso sono velocissima.. Antonietta inizio domani sera... Grazie per la bellissima iniziativa"


Il libro è poi passato a Luisa e per un po' è rimasto a San Marzano Sul Sarno (SA)


Il libro è ora a Castelnovo del friuli (PN) da Alessandra.
"A castelnovo del friuli nella pedemontana pordenonese con la casa nel bosco inizio subito la lettura "guardiani della storia"

mercoledì 6 novembre 2019

Cosa c'è di nuovo nella mia librera


Per la rubrica:

Come resistere al richiamo dei libri?
Ogni volta che vedo un libro che mi piace non posso fare a meno di prenderlo!
Per fortuna, esistono i siti di scambio e gli amici.
Alcuni dei miei ultimi arrivi cartacei, infatti, li ho avuto grazie a scambi online e a un'amica della book challenge che aveva dei libri che non voleva più e me li ha, molto gentilmente, spediti.
"Il giardino degli incontri segreti" l'ho invece preso a mia sorella 😂 Lei non è una lettrice accanita ma per qualche motivo, questo libro l'ha attratta. Ha detto che le è piaciuto anche se ha trovato la storia molto intrecciata, cosa che a lei non è piaciuta.
Non mi resta che provarlo!
Qui sotto vi lascio i link con le info dei libri cartacei ed ebook che ho preso recentemente.


"Brividi di morte per l'ispettore Dalgliesh" l'ho avuto grazie a uno scambio. Ho già letto un libro di P. D. James e mi era piaciuto, motivo per cui ho deciso di provare a leggere un altro suo giallo.
"Middlesex", "La mia famiglia e altri animali" e "Kafka sulla spiaggia" sono libri che mi sono stati regalati da una lettrice della mia Book Challenge. Questi titoli erano da molto nella mia wish list, spero di leggerli presto.



Alcuni di questi ebook mi sono stati gentilmente offerti dalle case editrici.

Recensioni: "Una promessa d'amore" - "Colpa delle stelle" - "L'incubo di Hill House"


"Una promessa d'amore" di Mary Balogh

Editore Leggereditore
Genere Romanzo storico

Il conte di Falloden (sorvoliamo sul nome) è alquanto stizzito dal fatto che un commerciante di carbone sia venuto a casa sua per parlargli con urgenza.
Che cosa vuole mai un commerciante da lui?
Si dà il caso che Mr. Transome abbia pagato tutti i debiti (ed erano tanti) del conte.
Il ricco commerciante, in cambio, non vuole il denaro, anzi, è disposto a cancellare l'enorme debito del conte e a dargli altri soldi se lui acconsente a sposare sua figlia.
Il giovane conte, però, non è molto felice di questa proposta. A essere sinceri, quest'idea non piace nemmeno a Eleanor Transome, innamorata di un altro che tuttavia l'ha rifiutata.
Insomma, il conte e Eleanor sono stati messi con le spalle al muro.
A lei tocca sposare un nobile ("razza" che detesta per il modo in cui l'hanno trattata) e a lui tocca sposare una borghese ricca.
Il conte e Ellie, però, non hanno capito che regalo prezioso ha fatto loro Mr. Transome. Un ultimo straordinario regalo di Natale.
Ebbene sì, nonostante la copertina non sia molto in tema, il libro è ambientato nel periodo delle feste di Natale ... e che Natale! I Transome lo festeggiano alla grande!
Il loro Natale è pieno di allegria, spensieratezza, giochi nella neve, canti, tradizioni, addobbi e ovviamente, tanto amore.
Tra le pagine di questo romanzo volteggia allegro lo spirito natalizio.
Se cercate una lettura natalizia, questo libro fa al caso vostro!

"Non riuscirei a immaginare un Natale senza la famiglia."

Vogliamo poi parlare dei personaggi?
Ellie e il conte sono due protagonisti orgogliosi, non riescono a superare i loro pregiudizi, a rompere le barriere che li separano.
Entrambi, sono poi insicuri, non sanno godersi il momento, lo rovinano sempre con una litigata.
Per fortuna che arriva la famiglia di Ellie! I Transome hanno una capacità invidiabile: "sono così meravigliosamente bravi a godersi la vita."
Ho letto questo libro con trasporto e interesse.
Questa è una storia romantica come un bacio sotto al vischio, allegra come i pranzi natalizi e dolce come la cioccolata calda.
Consiglio questa lettura ai più romantici e a chi ama trascorrere il Natale in famiglia.

"Colpa delle stelle" di John Green

Editore Rizzoli
Genere Romanzo

Hazel ha sedici anni e ha il cancro.
All'inizio era alla tiroide ma poi è passato anche nei polmoni.
Lei è viva per un miracolo della scienza, per una medicina sperimentale che con la maggior parte dei malati non funziona ma con lei sì.
Tuttavia, non sta bene. Deve sempre portarsi dietro una bombola di ossigeno.

"E non posso essere un'adolescente normale, perché sono una granata."

Hazel vive, a volte, dei momenti di depressione, per superare uno di questi momenti, il medico la convince a frequentare un gruppo di supporto.
A una riunione, Hazel incontra Augustus Waters, un ragazzo di diciassette anni che ha avuto un osteosarcoma che gli ha fatto perdere una gamba.
La loro storia non è quella di qualsiasi adolescente.
Hanno lottato, stanno lottando contro un nemico agguerrito, un nemico che non si arrende tanto facilmente.
Gus è stabile, è sano da parecchi mesi ormai, Hazel invece è una malata terminale e convivere con tutto ciò non è semplice.

"... la nostalgia è un effetto collaterale del morire."

Hazel e Gus, però, riescono ad avere un loro pezzetto di normalità. Riescono a fare in modo che la malattia non condizioni completamente le loro vite.

"Tu sai meglio di chiunque altro che si può convivere con il dolore."

Hazel e Gus affrontano il cancro a modo loro, spesso ci scherzano su, con macabra ironia.
Alcune frasi, alcuni dialoghi sono una pugnalata al cuore.
Nonostante questo libro non mi abbia fatta impazzire (è da un po' che questo genere, con adolescenti protagonisti, non mi prende più) non ho potuto non commuovermi.

"Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata."

Ho letto il libro dopo aver visto il film ed ora, a libro finito, posso dire che il film mi ha colpita leggermente di più, anche se il testo mi ha fatto versare qualche lacrima in più.
Il personaggio che mi ha colpito di più (o meglio, la sua storia) è Isaac.
Io non vorrei mai essere nei suoi panni, il tipo di cancro che ha mi spaventa molto più di quello di Gus e Hazel. Non oso nemmeno pensare di mettermi nei suoi panni, la sola idea, il solo immaginarmi al suo posto mi fa star male.
Lui, però, reagisce con ironia, forse grazie anche ai suoi amici.
"Colpa delle stelle" è un libro straziante sotto certi punti e romantico sotto altri.
Racconta una storia difficile, affrontata con forza dai protagonisti.
Non è una fiaba, un romanzo rosa e fiori, è la storia di due adolescenti che non permettono al cancro di condizionare le loro vite.

"L'incubo di Hill House" di Shirley Jackson

Editore Gli Adelphi
Genere Narrativa

Avevo già letto in passato un libro di Shirley Jackson e non mi era piaciuto.
Prima di mettere definitivamente una croce su questa autrice, ho deciso però di leggere un altro suo libro, uno dei più famosi: "L'incubo di Hill House".
Non è andata bene nemmeno questa volta.
Il professor John Montague si è laureato in antropologia per dare alle sue indagini paranormali un'aurea di rispettabilità.
Ha affittato Hill House, una dimora che da ottant'anni si erge sola contro le colline. Si dice che la casa sia stregata e il professore vuole indagare su quelle strani manifestazioni.
Con sé, nella villa, porta anche degli assistenti.
Eleanor, trentadue anni, ha trascorso gli ultimi undici anni ad accudire la madre. Non ha amici ed è in collera con la sua famiglia. Ha un carattere schivo, per via di tutti quegli anni passati in solitudine, senza amore.
Lei è stata contattata dal professore perché ha assistito in prima persona un fenomeno paranormale.
C'è poi anche Theodora, una ragazza dotata di un sesto senso molto sviluppato.
Infine, Luke, un bugiardo, un ladro, nipote della proprietaria di Hill House che ha voluto che lui fosse presente durante la permanenza del professore e delle sue assistenti a Hill House.
Quando i quattro arrivano si scontrano subito con il lato tenebroso della villa.
I due custodi, poi, non sono molto ospitali ... "non  ci sarà nessuno intorno se ha bisogno d'aiuto" ... "non la sentiremo neanche".
A dire il vero, quei due, un po' mi hanno fatto ridere.
Diciamo che questo libro mi ha trasmesso varie emozioni tranne, forse, la paura.
In certi punti mi ha proprio annoiata.
L'autrice divaga molto, pone molta attenzione su dettagli secondari.
Alcune scene mi hanno messo un po' d'inquietudine invece.
Hill House è per la maggior parte del tempo tranquilla, quando si scatena però non c'è pace per i suoi abitanti.
Pavimenti tinti di rosso, vestiti rovinati, porte che non vogliono stare aperte, scritte che compaiono misteriosamente.
In generale, questo libro non mi ha colpita molto. L'ho trovato un po' scialbo.
Insomma, la Jackson non fa per me.