Translate

domenica 20 ottobre 2013

"Jane e la disgrazia di Lady Scargrave" - Stephanie Barron


Editore TEA
Pagine 315
Prezzo 12,00 EURO
Prezzo ebook 8,99 EURO
Anno prima edizione 2008
Genere: Giallo storico

In visita presso l'amica, la bellissima e giovane Isobel Payne, Contessa di Scargrave, Jane Austen è testimone di una tragedia: il Conte Frederick, marito di Isobel, colto da improvviso e inspiegabile malore, muore in poche ore. La scomparsa prematura del marito, dopo tre soli mesi di matrimonio, getta la povera Isobel nella più cupa disperazione. Tuttavia la vedova scopre ben presto che non si tratta che
dell'inizio delle sue disgrazie: di li a breve infatti una misteriosa missiva la raggiunge, nella quale sono contenute oscure minacce e la duplice accusa di omicidio e di adulterio. Terrorizzata, Isobel invoca l'aiuto di Jane, la sola di cui si può fidare, ma soprattutto l'unica, tra i presenti al castello nella notte della tragedia, che non tragga alcun vantaggio dalla morte di Lord Scargrave. Contando sulle sue ben note doti di comprensione dell'animo umano, Jane si trova così coinvolta in una pericolosa indagine che la porterà a varcare nientemeno che i cancelli della prigione di Newgate e persino la soglia della Camera dei Lords, arrivando a mettere a repentaglio la sua stessa vita.







La storia che si cela dietro a questo libero è assai singolare.
Durante una visita ai suoi amici, la scrittrice Stephanie Barron, per puro caso, si imbatte in una serie di manoscritti attribuibili a Jane Austen.
I proprietari di casa, gli amici della scrittrice, erano lontani parenti della famosa Jane Austen e proprio tra le antiche mura della loro dimora, trovarono vecchie pagine ingiallite scritte dalla Austen.
I manoscritti vengono affidati a Stephanie Barron che li trasforma in questo magnifico giallo che vede la stessa Austen come protagonista.
In questo volume, Jane Austen è in visita dall'amica Lady Scargrave, da poco sposata ad un ormai anziano conte. Sono appena tornati dal loro viaggio di nozze e proprio durante una festa, il conte, rende vedova la moglie Isobel.
Se non fosse per un messaggio anonimo, il decreto sarebbe morte accidentale, causata dal lauto banchetto festivo.
Le indagini hanno inizio e sembra proprio che tutto conduca proprio verso la moglie del defunto.
Incapace di lasciare l'amica nel momento del bisogno, Jane approfitta ancora un pò dell'ospitalità dell'amica e si dimostrerà molto utile nelle indagine sulla morte sospetta del conte.
Gli omicidi aumentano assieme agli indizi e la vedova Scargrave, assieme al nuovo conte Fitzroy Payne, è sempre più nei guai. Jane, incapace di assistere inerme alle accuse contro l'amica e il conte, si mette in azione per scagionarli.
Un'avventura alla ricerca della verità, tra inganni, delitti e trabocchetti, ce l'ha farà l'arguta Jane Austen a scoprire la verità?
Leggete e lo scoprirete, io mi limito a dirvi che il libro, per le eccelse descrizioni, i suoi enigmi ed i suoi personaggi, merita:

    4 su 5 stelle
   
Alcune frasi dal libro:

- "Fitzroy è il vero compagno della mia anima, Jane. I nostri pensieri sono un solo pensiero e, quando non abbiamo la possibilità di parlare, scambiarci uno sguardo è sufficiente a sostituire un'intera conversazione."

- "Lord Harold si avvicinò al caminetto e rimase immobile a scrutare le fiamme, la cui luce guizzante accentuò i lineamenti del suo viso, sprofondando i suoi occhi nell'ombra, tal ché la sua espressione divenne, se possibile, ancora più remota e imperscrutabile. "

- "Restammo tutti come storditi. Allorché un individuo per natura tranquillo si abbandona alla veemenza delle emozioni, sembra che la terra stessa si scuota, e la veemenza delle parole del conte fece tremare Scargrave Manor."

- "In passato ho dichiarato che avrei preferito trascorrere un'ora in compagnia di un furfante, piuttosto che due minuti in compagnia di un individuo noioso. Ebbene, ancora una volta il mio gusto si dimostra infallibile."

2 commenti:

  1. una mia amica l'ha letto e ha detto che è bello! ;)

    RispondiElimina