Translate

domenica 10 agosto 2014

"Harry Potter e il principe mezzosangue" - J.K.Rowling



Editore SALANI
Pagine 567
Prezzo 13,00 EURO
Anno prima edizione 2005
Genere: Fantasy

È il sesto anno a Hogwarts e per Harry niente è più come prima. L'ultimo legame con la sua famiglia è troncato, perfino la scuola non è la dimora accogliente di un tempo. Voldemort ha radunato le sue forze e nessuno può più negare il suo ritorno. Nel clima di crescente paura e sconforto che lo circonda, Harry capisce che è arrivato il momento di affrontare il suo destino. L'ultimo atto si avvicina, sarà all'altezza di questa sfida fatale?







Di tutta la serie questo è il volume, forse, meno attivo, non ci sono straordinarie avventure da vivere, tornei in cui gareggiare, creature da combattere, ma è quello che più di tutti ti lascia con le lacrime agli occhi e con un senso opprimente di vuoto misto a dolore.
Ormai il ritorno di Voldemort è divenuto una certezza, tutto il mondo della magia è in subbuglio, e in molti hanno già subito la sua ira vendicativa.
Harry, Ron ed Hermione, tornano ad Hogwarts dove un sempre più saggio Silente si incarica di dare lezioni private ad Harry. Le lezioni si dimostreranno essere straordinarie visioni sul passato del grande Signore Oscuro, visioni di grande importanza sia per Silente quanto per Harry, il Prescelto.
Durante quest’anno nella scuola di magia di Hogwarts, i tre amici dovranno scoprire intrighi, affrontare lezioni sempre più complicate, fare i conti con l’amore e con i loro nemici, sempre più forti.
Il Signore Oscuro ha un terribile segreto, un segreto che lo rende immortale, ma non ancora per molto.
Con questo libro, più che con gli altri, puoi comprendere quanto leggere Harry Potter sia diventato, per ragazzi di ogni età e generazione, un modo per approdare in un mondo nuovo, magico, che si basa sui pilastri dell’amicizia, del coraggio e dell’amore.
Leggere questi libri significa vedere tutte le più lievi sfumature dei sentimenti, è ricordarsi che siamo noi a creare la nostra vita, siamo noi a decidere come affrontarla.
In “Harry Potter e il principe mezzosangue” dobbiamo dire addio a persone che nel corso della saga abbiamo imparato ad amare e a stimare, dobbiamo ricrederci su altre, dobbiamo imparare che, anche se è difficile, lasciarsi andare all'odio e alla malvagità, non è mai la scelta giusta.
Avere coraggio non è mancanza di paura, ma la capacità di mettere l’amore verso gli altri prima di tutto.
Sono stati scritti molti libri, alcuni di essi sono in grado di emozionare il lettore così tanto da spingerlo a riservare loro un posto speciale nel suo cuore, ma, finora, solo Harry Potter è stato in grado di farmi vivere, anche se solo con la mente, in un mondo nuovo, magico, un mondo pieno di amici, di risate, di avventura. Un mondo forgiato dalla lealtà come dalla paura, dall’amicizia come dall’odio, dal coraggio come dalla codardia. In Harry Potter io non vedo solo un libro, ma un compagno con il quale piangere, ridere, scherzare e alla fine, innamorarsi.
Penso di non sbagliarmi quando dico che in molti si sono lasciati incantare da questo mondo. In molti considerano questi libri un porto sicuro dove nascondersi quando la vita non va come vorremmo che andasse. Questi libri sono, per noi e per chi verrà, una fonte di magia inesauribile. Sono la prova inconfutabile, che nei libri possiamo davvero trovare i nostri migliori amici.
Senza aggiungere altro, assegno al libro:
5 stelle su 5

Alcune frasi dal libro:

- "E ora, Harry, usciamo nella notte e seguiamo la fugace tentatrice, l'avventura."

- "Bè, ho perso il conto del numero di volte che l'ho detto negli ultimi anni, ma al nostro corpo insegnanti manca di nuovo un componente."

- "Ron e Hermione erano più spaventati di quanto lasciassero trapelare, ma il solo fatto che fossero ancora lì al suo fianco, (...) valeva più di quanto avrebbe mai potuto spiegare."

- "Sono degli illusi. Lord Voldemort non ha mai avuto un amico, e non credo che ne abbia mai voluto uno."

- "E altri dieci punti a Grifondoro per la sfacciataggine!"

- "Quando sei in lite, quando hai dei guai 
se chiami Peeves li raddoppierai!"

- "Non dimenticare mai che la profezia ha valore solo perché Voldemort ha fatto in modo che l'avesse. (...) Voldemort ha scelto te come la persona più pericolosa per lui ... e così facendo ti ha reso la persona più pericolosa per lui!"

- "Ma Silente non c'è più, Harry." (...)
"Avrà veramente lasciato la scuola solo quando non ci sarà più nessuno che gli sia fedele."

- "L'idea che potesse ancora esistere una cosa normale come un matrimonio era incredibile eppure meravigliosa."

9 commenti:

  1. Altro volume mozzafiato, altre lacrime... ma Piton come insegnante di Difesa ha reso il tutto ancora più entusiasmante! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finalmente è riuscito nel suo intento :D dopo tanti anni

      Elimina
  2. Un libro più bello dell'altro, questo però ti toglie il fiato.

    RispondiElimina
  3. Libro meraviglioso, come ogni singolo romanzo di questa fantastica saga! Tutti dovrebbero leggere Harry Potter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, dovrebbe essere il nuovo libro delle favole dei bambini

      Elimina
  4. Hai ragione, tra tutti è il meno attivo e sarò sincera, è quello che mi piace meno della saga! Mi piace, però non come gli altri! Il film poi non ne parliamoo! Prima di leggere il libro non ci avevo capito una mazzaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, hai ragione, guardando i film anche a me erano sfuggiti dei particolari che ho recuperato leggendo poi i libri

      Elimina
  5. un finale ancora oggi tristissimo!

    RispondiElimina