Translate

giovedì 8 novembre 2018

Dal libro al film: "Il Mistero della casa del tempo"


Dalla rubrica:

Il 20 Settembre è uscito al cinema "Il Mistero della casa del tempo", film tratto dall'omonimo libro di John Bellairs (libro conosciuto anche con il nome di "La pendola magica" e "La pendola stregata").


Il film è diretto da Eli Roth e come mi aspettavo, non è completamente fedele all'opera teatrale.
Alcuni dettagli sono stati cambiati, soprattutto nel finale. Un bene, dato che ho trovato il finale del libro molto frettoloso.
La trama generale è però, più o meno la stessa dell'opera di Bellairs.
Lewis (Owen Vaccaro), dieci anni, perde i genitori e va a vivere a New Zebedee dallo zio Jonathan (Jack Black).
Lo zio vive in una villa alquanto particolare e sinistra (soprattutto la notte).
Non è una villa normale ma nemmeno lo zio è una persona come tante altre.
Magica, ecco come diventa la vita di Lewis ... e piuttosto movimentata.
La villa dello Zio Jonathan nasconde meraviglie, come la simpatica poltrona che fa le veci di un animale domestico o il leone - siepe che sporca ovunque.
Tra le stanze della casa, si aggira anche Florence (Cate Blanchett), vicina dello zio.
Nella dimora dello zio giace però anche un oscuro mistero, legato al precedente proprietario.
Quel mistero catapulterà Lewis in un mondo tenebroso, in cui si aggirano morti e manichini inquietanti.


Il film, senza dubbio, è visivamente d'impatto, con gli effetti speciali hanno creato scene incantate, scene arricchite da un'ironia che invece non è molto marcata nel libro.


Più che tagli, al film sono stati aggiunti particolari non presenti nell'opera letteraria.
Ad esempio, sono state apportate lievi modifiche al rapporto di amicizia tra Lewis e Tarby (Sunny Suljic), in particolare una scena che li vede insieme durante una dimostrazione di magia dello zio è stata tagliata.


Altri piccoli dettagli, come il rituale strampalato di Lewis, non sono stati cancellati ma hanno subito invece qualche modifica.
Sono state poi aggiunte un po' in tutto il film, scene comiche non presenti nel libro.


Il film mi è piaciuto, anche se alla fine non è nulla di indimenticabile.
Simpatico, a tratti inquietante senza però essere troppo spaventoso, ricco di immagini magicamente affascinanti.
Consigliato anche se non promosso a pieni voti.

8 commenti:

  1. Con Jack Black nel cast, aggiungere comicità era obbligatorio. Bella recensione, mi sa che andrò a vederlo, anche se mi toglierà la voglia di leggere il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro però è leggermente diverso, magari ti viene voglia di conoscere le differenze ;)

      Elimina
  2. Non conosco né il film, né il libro... però mi pare molto carino :)

    RispondiElimina
  3. Mia sorella ha letto il libro, io non ancora ma mi piacerebbe. Anche il film mi intriga anche se sono consapevole che, essendo diretto ad un pubblico di giovanissimi, probabilmente non potrà convincermi del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia libro che film sono belli ma mi aspettavo qualcosa di più.
      E sì, sono proprio per i più giovani.

      Elimina