Translate

sabato 18 maggio 2019

Recensione Lettura di Gruppo: "Linea di sangue" - Angela Marsons


Editore Newton Compton
Pagine 381
Prezzo ebook 2,99 €
Prezzo cartaceo 12,00 €
Genere Thriller


Serie
1. Urla nel silenzio
2. Il gioco del male
3. La ragazza scomparsa 
4. Una morte perfetta
5. Linea di sangue

In questo nuovo capitolo della serie delle indagini della detective Kim Stone, torna a tormentarci un vecchio nemico, già incontrato in uno dei precedenti volumi.
Uno dei più acerrimi rivali di Kim, che mi era rimasto impresso per la sua crudeltà e freddezza, nonché per il modo disinteressato con cui manipola le persone, ricompare per chiedere a gran voce la rivincita.
Questo antagonista spietato ed insensibile reclama vendetta e, soprattutto, vuole uscire di prigione.
Ha organizzato un doppio piano, usando tutte le sue tecniche di persuasione.
Mentre quest'ultimo attua il suo inganno, Kim viene contattata per un caso.
In un quartiere famigerato che Kim conosce bene, viene rinvenuto il cadavere di una donna di mezza età.
È stata uccisa con un'arma da taglio nella sua auto.
Kim rimane colpita dalla scena del crimine, è asettica, priva di emozioni. Niente rancore o rabbia. 
Pochi giorni dopo, viene trovato un altro cadavere, stesso modus operandi.
Kim deve trovare l'assassino prima che dissemini dietro a sé una scia di cadaveri.
In questo libro entrano in gioco nuovi personaggi.
Il nostro spiritoso medico legale che non si lascia mai sfuggire l'occasione di tirare frecciatine a Kim, viene affiancato da un nuovo solerte assistente: Jonathan.

"È meglio evitare il contatto visivo e gli approcci diretti. Come tutti gli animali selvatici, è assai imprevedibile."

Il libro vanta diversi personaggi fissi molto interessanti, come Bryant, il deterrente di Kim, colui che limita i danni della detective.
La vera punta di diamante, però, è proprio Kim, un'eroina piena di demoni. Demoni che la tormentano in continuazione ma che la spingono anche a dare il massimo, ad aiutare gli altri, a lottare perché la giustizia vinca.
In "Linea di sangue" la detective dovrà fare i conti con i fantasmi del suo passato.
Ora più che mai sarà costretta ad affrontare momenti che da sempre la tormentano.
Basta rimandare, basta nascondere tutto in una parte remota della mente, Kim dovrà ora guardare in faccia i suoi demoni.
Ancora una volta, Angela Marsons, ha scritto un thriller ricco di mistero ed azione.
Ho letto gli ultimi capitoli con l'ansia che mi avvolgeva, con una curiosità implacabile di conoscere la verità.
La vendetta riveste un ruolo importante in questo libro, si può quasi dire che questo è il capitolo dedicato alla vendetta, in quanto, quasi tutta la storia, ruota intorno ad essa.
Altro elemento protagonista è la crudeltà.
In questa saga, Angela Marsons ha racchiuso scene raccapriccianti, scene disumane, ha trasformato gli antagonisti in veri e propri mostri capaci di compiere nefandezze che mettono i brividi.
Perché leggere questa serie? Perché ti trasmette una scarica di emozioni travolgenti: rabbia, ribrezzo, odio, soddisfazione e non mancano le risate!
Cosa sorprendete se consideriamo la tragicità delle varie storie.
Angela Marsons è riuscita a creare una serie thriller appassionante! I casi di Kim Stone non deludono mai.
Assegno al libro:

4 Wonderland su 5

Commenti dalla lettura di gruppo:

Elisa: "Ancora una volta ho letto il libro velocemente e con piacere. Trama ben intrecciata, scrittura scorrevole, buoni punti di suspense. Mi è piaciuta di più la parte di ‘sfida’ tra Kim e l'antagonista, che l’indagine degli omicidi. Aspetto il prossimo capitolo di questa bella saga!"

Loredana: "Un thriller che si sviluppa bene solo verso gli ultimi capitoli. Troppo articolato all'inizio per i tanti personaggi presentati e per le storie che li riguardano. Pur amando il genere, non è un libro che avrei il piacere di rileggere."

Sara: "Secondo libro della Marsons per me, ancora una volta mi sono maledetta per non aver letto tutti i precedenti e quindi non conoscere il passato della nostra detective.
La Marsons ha uno stile di scrittura che mi piace molto, si legge tutto d'un fiato.
Ancora una volta mi sono sorpresa ad arrivare a conclusioni del tutto insensate, ancora una volta non ho minimamente capito chi fosse il colpevole finché non è stato rivelato.
Trovo che l'istinto naturale di Kim, a volte è leggermente forzato e rende il personaggio irreale."

Marianna: "Kim è coraggiosa e fragile, una tosta che affronta il suo passato con dignità e caparbia.
La trama è stata intricata e intrigante, con storie diverse accomunate da un unico modus operandi dell'assassino. La storia degli omicidi si affianca a quella personale di Kim che combatte con il suo passato.
L'assassino non lo avrei mai scovato, è un libro pieno di adrenalina e suspence, che ti tiene fino alla fine con il fiato sospeso.
Gli elementi investigativi e polizieschi sono un po' trascurati a favore di quelli psicologici: i personaggi sono descritti nelle loro intime emozioni indagando le loro caratteristiche e i loro sentimenti in modo eccellente.
Bello, bello, bello!"

Roberta: "Questa volta devo dire che mi è dispiaciuto un sacco finire questa lettura!!!! Molto coinvolgente dall'inizio alla fine. Il finale mi è piaciuto anche se mi fa sperare in un nuovo capitolo di questa saga. La scrittrice come sempre sa coinvolgere bene il lettore."

Marina: "Non avevo mai letto niente dell'autrice, ma ho trovato molto interessante questo libro. Una scrittura scorrevole, ogni capitolo che ti invogliava ad andare a quello successivo, l'attenzione sempre accesa.
Un bell'intreccio fra il lavoro e la vita personale. Un libro che consiglierò certamente."

Ilaria: "Un buon thriller, non ottimo, ma buono. Onestamente mi aspettavo di più, il fatto di non aver letto i libri precedenti mi ha fatto perdere qualche punto o sfumature della storia. Avrei apprezzato più dettagli psicologici dei personaggi, per carità ci sono nel libro, ma affrontati in maniera superficiale e non nel dettaglio con qualche spiegazione in più. Nel complesso il libro si legge bene, appassiona, ma non ti tiene incollata alle pagine, come già detto un buon thriller."

Elvira: "Il libro è scritto con una scioltezza di lingua e di immagini veramente apprezzabile. Il filo logico si sussegue in una trama molto ben congegnata con l’elemento thriller mantenuto vivo e adrenalinico per tutto il libro. Il finale poi non è scontato.
Non avendo io letto i precedenti episodi della saga, ho trovato certe descrizioni caratteriali poco approfondite, (anche se comunque di facile deduzione) . Mi affascina molto il personaggio principale. Ci si può riconoscere nelle sue reazioni da pura paladina della giustizia ed è confortante immaginare il lieto fine. Penso che leggerò l’intera collezione."

Antonella: "Un thriller appassionante che incolla il lettore non solo per il caso da risolvere ma anche per l'introspezione psicologica e gli spunti che ci sono.
Secondo me il più bello."

Paola: "Ho letto solo il primo volume di questa serie e mi era abbastanza piaciuto nonostante non ami le serie sui detective. Ovviamente l'aver saltato alcuni capitoli mi ha fatto trovare personaggi che non conoscevo anche se comunque la storia si segue bene e i vari riferimenti ai volumi precedenti mi hanno aiutata a capire abbastanza per godermi la storia.
Ciò che di solito non amo di queste serie è che spesso la "parte thriller" viene inframezzata da lunghe deviazioni sui problemi del/la protagonista e riferimenti al passato che poco mi interessano, cosa che qui accade comunque ma anche questa parte della trama è interessante e mantiene viva l'attenzione."

Barbara: "Ero un po' incerta se leggere o meno il nuovo capitolo di questa serie, dato che il libro precedente mi aveva un po' delusa. Per fortuna questo libro è tornato "sulla retta via" e mi è piaciuto molto."

Martina: "Questo è il primo romanzo della Marsons che leggo e le aspettative non sono state deluse, nonostante non abbia letto i capitoli precedenti sono riuscita a capire comunque la trama. Scrittura e lettura molto scorrevole, pieno di suspence. Consigliato."

Stefania: "La Marsons non delude, il libro mi è piaciuto ed ho apprezzato il comportamento che Kim ha tenuto con sua madre. Dalle vostre recensioni ho capito di non averne letto uno e porrò rimedio al più presto alla cosa"

Sharon: "Mi è piaciuto, un thriller scorrevole e che analizza alcuni modi di agire di Alex, rendendo più attiva la partecipazione del lettore."

Gruppo lettura: link

4 commenti:

  1. Non conosco ne serie ne autrice. Grazie per averne parlato
    Un saluto, buona domenica e migliore nuova settimana in arrivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio vivamente questa saga :) Buona settimana anche a te

      Elimina
  2. Purtroppo i Thriller non sono il mio genere, ma ne ho sentito parlare tantissimo e anche bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una saga fantastica! io, ogni anno, aspetto l'uscita di un nuovo libro

      Elimina