Translate

sabato 29 giugno 2019

Recensioni: "Proposta indecente" - "Come finiscono le favole" - "Beastly"



"Proposta indecente" di Emma Wildes

Editore Leggereditore
Genere Romanzo storico

"Proposta indecente" è un romanzo storico ambientato in Inghilterra, nel 1812.
Nicholas Menning, sesto duca di Rorhay, grande esperto di cavalli e di donne, ha fatto un'oltraggiosa scommessa con il suo amico, lord Manderville (Dereke Drake), su chi dei due sia l'amante migliore.

"È follemente perverso, ma due dei più begli uomini d'Inghilterra faranno del loro meglio per dare piacere alla prescelta. Provate a immaginare cosa c'è in serbo per la signora che acconsentirà."

Ora, chi sarà la donna a fare da giudice?
Tutti si stupirebbero se sapessero che a offrirsi volontaria è stata la fredda e altezzosa Caroline.
Lei è vedova, il suo non era un matrimonio felice ed è tormentata da un dubbio: davvero era colpa sua (come affermava il marito) se a letto non c'era passione?

"Era logico dedurre che se non avesse provato piacere neppure tra le braccia dei due amanti più celebri di Londra, allora doveva davvero essere colpa sua."

Carolina dovrà trascorrere una settimana in compagnia di ognuno dei due gentiluomini, alla fine dovrà decretare chi dei due è l'amante più esperto.
Tutto questo, però, dovrà farlo stando sempre attenta a non venir riconosciuta, per evitare di finire al centro di uno scandalo.
Soprattutto ora che suo cognato la tormenta per via dei soldi avuti in eredità dal marito.
Quell'uomo avido è capace di tutto pur di ottenere i soldi che lui crede gli aspettino di diritto.
Un personaggio davvero odioso!
Protagonisti di "Proposta indecente" sono tre figure sottovalutate. Dietro alla maschera che portano in società si celano emozioni pesanti da portare.
Caroline appare come una signora distaccata, austera ma dentro di sé porta le cicatrici di un matrimonio infelice.
Nicholas e Dereke sono libertini di prim'ordine, vengono rispettivamente chiamati il Diabolico Duca e l'Angelo ma i loro cuori sono ancora doloranti per delle delusioni avute in passato.
Questo particolare, il fatto che dietro ai gesti e al modo di apparire dei protagonisti si celino ricordi e sentimenti tormentati, mi ha fatto apprezzare di più il libro.
"Proposta indecente" ovviamente non è un romanzo storico pertinente all'epoca. Non è decisamente in stile Jane Austen.
È un romanzo pieno di passione anche se, in base alla trama, me lo aspettavo più spinto.
La lettura è scorrevole, le pagine sono riuscite ad incantarmi con facilità.
Purtroppo nel libro ci sono vari refusi che però non hanno reso la lettura meno romantica, scandalosa ed emozionante.

"Come finiscono le favole" di Lisa Kleypas 

Editore Mondadori
Genere Romanzo

Dopo la morte della madre, Holly viene affidata allo zio Mark.
Mark la porta a vivere sull'isola dove è nato e dove vive tuttora: San Juan.
I due vanno a vivere nella grande villa di Sam, fratello di Mark.
Sam e Mark non hanno idea di come crescere una bambina ma in poco tempo, la piccola li conquista.

"Comincia volendole bene."

Da quando è morta la madre, Holly non parla, fortunatamente Maggie riesce a cambiare le cose.
Maggie si è trasferita da poco sull'isola, ha aperto un meraviglioso negozio di giocattoli e lega subito con Holly perché capisce il dolore che prova.
Maggie è una sognatrice, il suo mondo è fatto di magia, balocchi, fate e conchiglie che raccolgono parole.
Mark, al contrario, è razionale, nel suo mondo c'è solo ciò che si vede ad occhio nudo.
Nonostante le differenze tra i due, l'attrazione tra loro è praticamente istantanea.
Per Natale, Holly chiede a Babbo Natale una mamma. Riuscirà Mark ad accontentarla?

"Non bisognerebbe preoccuparsi del per sempre ... il tempo finisce prima di quanto ci aspettiamo."

Il libro è di una semplicità elementare. La trama è breve e praticamente priva di colpi di scena, il tutto è intuibile fin dall'inizio.
I distacchi da un capitolo all'altro sono netti, disorientano.
Tra il primo e il secondo capitolo c'è un distacco di sei mesi, da Mark e Holly, si passa a parlare di Maggie.
Inutile dire che ero super confusa.
Lato positivo della storia è che è riuscita a mettermi di buonumore.
Non manca, inoltre, un pizzico di umorismo, una nota allegra che vivacizza la trama.
Il finale l'ho trovato un po' affrettato ma reso magico dal calore del Natale.
Consiglio questo libro? La storia non è male, è scorrevole, forse un po' superficiale, il difetto maggiore è che è ... fin troppo semplice.

"Beastly" di Alex Flinn 

Editore Giunti
Genere Romanzo

Il protagonista del libro è Kyle, un ragazzo di prima liceo, bello, ricco e sfrontato.
È crudele con chi non ha la sua fortuna di essere popolare e affascinante.
Non ha remore a trattare male gli altri, ad esempio ha fatto uno scherzo orribile a una ragazza innocente.
Le ha fatto credere che sarebbe andato al ballo di fine anno con lei. In realtà, ci è andato con la sua bellissima ragazza (per cui non prova affetto), mettendo cosi in ridicolo l'altra.
Kyle non ha rispetto per le persone, le tratta come vuole e non riceve mai una punizione... a questo rimedierà la ragazza umiliata che, in realtà, è una strega.

"Saprai come ci si sente a non essere belli, a essere brutti dentro e fuori. Se imparerai bene la lezione, potrai rompere l'incantesimo. Altrimenti vivrai per sempre in punizione"

Toglie a Kyle la sua bellezza, lo trasforma in una bestia.
Zanne in bocca, artigli sulle dita, corpo ricoperto di peli.
Kyle, il bello, si trasforma e diventa Adrian, il tenebroso.

"Per tutta la vita sei stato un privilegiato solo perché eri bello, e per tutta la vita hai usato la tua bellezza per essere crudele con chi era meno fortunato."

Kyle è cresciuto senza amore ed ora la sua vita dipende proprio da questo sentimento.
L'incantesimo si spezzerà solo se qualcuno lo amerà così come è.

"Così il mondo ti giudicherà per quel che sei veramente."

"Beastly" è una rivisitazioni moderna della celebre fiaba "La Bella e la Bestia" (una delle mie preferite).
Il romanzo è ambientato in epoca contemporanea ed più o meno fedele alla fiaba.
Ho deciso di leggere il libro perché il film tratto da esso mi era piaciuto.
Ovviamente ci sono diverse differenze tra una rappresentazione e l'altra, tra le due, però, ho preferito la versione del libro.
Nel testo ci sono alcuni errori ma la lettura è davvero scorrevole e piacevole.
Nella costruzione della trama alcuni aspetti non mi hanno convinta.
L'avvicinarsi di Kyle alla sua Bella mi è apparso troppo affrettato e lei è fin troppo accondiscende con il padre che, in pratica, la dà via solo per riavere indietro la sua roba.
Inoltre, la "chat incantata" non l'ho capita fino in fondo.
Kyle scrive ad altre "creature" (il ranocchio, la sirenetta) coinvolte in un incantesimo.
Quello che non mi è chiaro è: sono stati davvero incantati da una strega come Kyle o le loro storie sono solo metafore?
Il libro non mi ha coinvolta totalmente, forse è adatto a un lettore più giovane ma è stata ugualmente una lettura gradevole.

2 commenti:

  1. Ciao,
    io ho letto Beastly qualche anno fa e ricordo che non mi era dispiaciuto. L'ho trovato un retelling carino e piacevole e ricordo che mi era piaciuto molto lo stile dell'autore. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carino, una lettura piacevole anche se non mi ha fatta impazzire :)

      Elimina