Translate

martedì 22 aprile 2014

"L'ombra del vento" - Carlos Ruiz Zafòn


Editore OSCAR MONDADORI 
Pagine 417
Prezzo 10,00 EURO
Prezzo ebook 6,99 EURO
Anno prima edizione 2008 
Genere: Narrativa straniera 

Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.






Un libro elogiato da molti, un libro che è divenuto best sellers e che è entrato nei cuori e nelle menti di molte persone. In tanti mi avevano consigliato di leggerlo e dopo averlo snobbato per moltissimo tempo, finalmente mi sono decisa a prenderlo tra le mani.
Il libro è incentrato su di una piccola, grande, enorme bugia. Da quella menzogna ne sono nate altre, molte altre, troppe e per molto tempo hanno trainato i fili delle vite di molte persone che non hanno fatto che fuggire, nascondersi, mentire ancora e sopravvivere alla meglio.
Il libro si apre e si chiude in uno stesso posto: nel Cimitero dei Libri Dimenticati, un’enorme biblioteca conosciuta da pochi dove finiscono tutti quei libri che vengono gettati, persi o solamente dimenticati.
Qui si apre la storia, con il piccolo Daniel che scova, per caso o per fortuna, un libro misterioso: “L’ombra del vento” di Juliàn Carax. Uno scrittore misterioso perso nell'ombra e in oscuri segreti, un uomo che Daniel cercherà disperatamente e che lo porterà tra le braccia della menzogna.
Due vite parallele, quella di Daniel e quella di Carax, destinate a sovrapporsi per sfuggire alla morte.
Amore, segreti, bugie, maledizioni, e tanti libri.
Un libro destinato a farti sorridere, sperare e alla fine emozionare.
Questo libro si è rivelato essere un raggio di sole in una giornata di tempesta. Pieno di piccoli sprazzi di saggezza che ti entrano nella mente, ammaliandoti con la loro realtà, concretezza e semplicità.
Mi sono lasciata trasportare dalla trama senza alcuna resistenza, parola dopo parola, fino alla fine.
Mi sentivo parte di quella storia, come se quel libro fosse stato scritto per me e su di me.
Un libro straordinario, l’unica nota stonata sono le parole un po’ troppo complicate che di tanto in tanto compaiono fra le pagine del libro ma questo non vi fermerà, una volta iniziato a leggere, è impossibile fermarsi.
“L’ombra del vento” è uno dei migliori libri che io abbia letto e mi sento sicura assegnandoli:
5 stelle su 5

Ecco alcune frasi dal libro:

- "Con la fede di chi conta ancora gli anni sulle dita delle mani."

- "Migliaia di volumi che davano l'impressione di sapere di me molto più di quanto io sapessi di loro."

- "Non esistono lingue morte ma solo cervelli in letargo."

- "Per un attimo, pensai che lì gli unici fantasmi erano quelli dell'assenza e della perdita, e che quella luce che mi sorrideva era effimera."

- "Esistono carceri peggiori delle parole."

- "E come tutte le storie vere comincia e finisce in un cimitero, anche se molto particolare."

- "Qualcuno ha detto che nel momento in cui ti soffermi a pensare se ami o meno una persona, hai già la risposta."

- "Ci sono due o tre ragioni per cui vale la pena di vivere, tutto il resto è letame."

- "Le coincidenze sono le cicatrici del destino."

- "Continuiamo a vivere nel ricordo di chi ci ama."

17 commenti:

  1. Ciao,anche io ho letto questo libro..hai veramente ragione,è molto affascinante!a me è piaciuta molto il personaggio di Fermin...spiritoso e buono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fermin è di sicuro un personaggio originale che non si può non amare. Il libro poi è stata una scoperta, non lo volevo nemmeno leggere perchè pensavo fosse noioso e banale ma poi i miei Lettori su facebook me lo hanno consigliato tante di quelle volte che alla fine ho ceduto e sono rimasta davvero colpita. E' un libro fantastico, davvero. Hai letto anche qualche altro libro di Zafòn?

      Elimina
    2. Claudia, ti consiglio Il gioco dell'angelo (il prequel) e Marina

      Elimina
  2. Letto molti anni fa, l'ho semplicemente adorato. Zafon è un grande scrittore capace di trasmettere tante emozioni!

    RispondiElimina
  3. Concordo! Libro meraviglioso, lo consiglio a tutti!

    RispondiElimina
  4. Uno dei libri che ho amato di più!

    RispondiElimina
  5. Titolo che ho nella mia WL ma che a breve sarà mio!

    RispondiElimina
  6. Amo Zafon! Ho letto 4 suoi libri e credo che questo sia il migliore!

    RispondiElimina
  7. Io di Zafon ho letto "Marina" qualche mese fa e non mi aveva entusiasmata più di tanto! Quindi, sebbene ce l'abbia in casa, ho un po' paura a cominciare questo! çç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho letto solo questo libro di suo, è davvero favoloso!

      Elimina
  8. ho amato questo libro, uno dei più belli mai letti in vita mia!

    RispondiElimina