Translate

sabato 14 febbraio 2015

"Veleno e Pozioni d'Amore" - Imogen Barnabas


Editore OPHIERE
Pagine 179
Prezzo cartaceo 9,80 EURO
Prezzo ebook 4,99 EURO 
Anno prima edizione 2015
Genere: Narrativa italiana 

La Provenza: le sue erbe e i venti carichi di profumi. E un paio di uomini irresistibili: un enorme poliziotto nero e il suo aiutante faccia da schiaffi.
Niente di meglio per Lyssa, sibillina maestra di erbe e pozioni, e Dominique, riccioli dorati e alluci vanitosi.
Niente di meglio se non fosse per i troppi cretini nella loro vita e il sospetto che dopo la trentina le donne perdano ragion d’essere. E se non fosse per “il killer dei fiumi” che va seminando cadaveri dalla Costa Azzurra a Lione.
Dominique e Lyssa mettono in moto una screwball comedy in cui si fondono amore e umorismo: la stessa tenera ironia che a ben vedere è il sale del rapporto tra femminilità e virilità anche nella vita.
Se in Arsenico e vecchi merletti Kesselring e Capra si interrogavano sulla reale innocenza della società vittoriana, Imogen Barnabas accende i riflettori sugli aspetti letali della cosiddetta fragilità femminile.
Un intrigo deliziosamente criminale. Una favola comica, peccaminosa, romantica e macabra.







“Veleno e Pozioni d'Amore” è una commedia letteraria leggera e insolita, ricca di parole ricercate e di personaggi ordinari ma dalle avventure singolari.
Le protagoniste di questa storia francese sono due donne dal destino un po’ bislacco.
Dominique, appena lasciata dal marito al telefono e scaricata dall'amante, che ha annullato il loro appuntamento all'ultimo minuto, si rifugia nella casa di campagna della sua migliore amica da sempre: Lyssa.
Quando Dominique parcheggia l’auto ed entra in casa, non ha nessun sentore delle peripezie che stanno per monopolizzare la sua vita e quella dell’amica.
Quella visita inaspettata a Lyssa, porterà nella vita delle due donne tre omicidi, tre tentati suicidi, un serial killer e due affascinanti uomini, di cui uno poliziotto.
Una storia inusuale dal finale intuibile, e dai personaggi un po’ sfortunati, ma decisamente intriganti.
Ho trovato le ultime pagine del libro un po’ criptiche, e non ho capito appieno il significato di alcune frasi.
Non ho altresì compreso il perché Lyssa abbia in casa una fornitura così ampia di veleni, li colleziona per caso?
Le ricette che sono poste a dividere un capitolo dall'altro, all'apparenza sembrano invitanti e gustose, ma non riesco ad intuire cosa centrino con la storia. Lyssa è una grande cuoca, ma più come parte essenziale del libro, le ricette appaiono più come una semplice e piacevole aggiunta che marca la fine di un capitolo e l’inizio dell’altro.
I personaggi sono ben descritti, anche se peccano un po’ dal punto di vista caratteriale. Una maggior attenzione ai caratteri avrebbe tolto un po’ di quell'aria superficiale che aleggia intorno al libro. Nonostante questo però, ho apprezzato l’intreccio simpatico degli eventi, e il modo di scrittura leggero e veloce.
La storia è ben sviluppata, non è né troppo lunga né troppo corta, la scrittrice ha dato il giusto peso agli eventi e ogni personaggio viene valorizzando dando loro un piccolo spazio nella storia.
Questo è sicuramente un libro da leggere con una sana dose di sarcasmo sulle labbra e un briciolo di ilarità negli occhi.
Una lettura gioviale che consiglio a chi ha bisogno di una lettura inconsueta, a chi sa quanto il destino possa ritorcesi contro e a chi non ha mai creduto che si possa avvelenare per sbaglio l’amante.
Assegno al libro:
3 stelle su 5

Dal libro:

- "Siamo abituati a pensare che tutto ci sia dovuto, anche la vita e che la morte non sia che una tragica casualità! Ma è il contrario. La morte è la regola. La vita è dovuta al caso."

- "(...) la lasciò a guardare in faccia tutte le sue paure, per stabilire quale fosse più grande: se quella di vivere o quella di morire."

- "Eppure, nel giro di pochi mesi alcuni eventi inattesi avevano mandato in frantumi ogni sua convinzione."

7 commenti:

  1. Copertina assolutamente bellissima, anche se temo che la trama non faccia per me.

    RispondiElimina
  2. Forse sono io che oggi non riesco a farmi piacere i libri dalle trame\recensioni, ma non mi ispiraaa! Ditemi che non è un mio problema! ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Eppure, nel giro di pochi mesi alcuni eventi inattesi avevano mandato in frantumi ogni sua convinzione." Capita, purtroppo! çç

      Elimina
  3. trama non originalissima ma la copertina... wow!|

    RispondiElimina