Translate

venerdì 15 gennaio 2016

Libri e Magia - Le pozioni più conosciute nella letteratura -

Per la rubrica:


Che siano testi fantasy, classici o fiabe, la magia impregna la maggior parte dei libri che ci capitano fra le mani.
Alcuni libri, però, hanno una loro pozione magica, una pozione che servirà ai protagonisti a cambiare il loro destino.
Se ne aveste la possibilità, quale di queste pozioni vorreste avere? 

“Le cronache di Narnia”
Il cordiale di Lucy

Questa “medicina” viene donata a Lucy da Babbo Natale in persona. Il suo potere è quello di guarire il corpo che l’ha ingerito. Guarire, ma non resuscitare. Infatti, questo cordiale non può nulla contro la morte 
Ingredienti: Succo dei Fiori di Fuoco che crescono sulle Montagne del Sole.

“Il signore degli anelli”
L’acqua degli Ent


Gli Ent sono un popolo di giganti arborei. 
Il loro alimento principale è l’Acqua degli Ent, un’acqua che proviene dal monte Methedras e il cui potere ha due varianti: la prima rinfresca, la seconda nutre e rafforza. Può anche guarire le ferite.
Ingredienti: la sua composizione è sconosciuta, si sa solo che proviene dal monte Methedras.

“Lo strano caso del Dr Jekyll e Mr. Hyde”
Il siero del Dr Jekill


Il siero fa emergere l’alter-ego della persona che la ingerisce. Nel caso del Dr. Jekill, un essere mostruoso, malvagio e disumano.
Ingredienti: Vari prodotti chimici 

“Alice nel paese delle Meraviglie”
Pozione “Drink me”


Senza questa pozione è impossibile superare la porticina che porta al paese delle Meraviglie.
Questo liquido, infatti, riduce la persona che la beve, permettendole così di poter passare dalla piccola porta.
Per ritornare della dimensione originale, basta mangiare il lato giusto dei funghi.
Ingredienti: Crostata di ciliegia, crema pasticcera, ananas, caramella mou, pane tostato imburrato, arrosto di tacchino.

“Harry Potter”
Pozione Polisucco


Questa speciale pozione, estremamente difficile da creare, serve per cambiare aspetto.
Bevendola, ci si trasforma nella persona desiderata, ma l’effetto non è permanente.
Ingredienti: Mosche Crisopa, sanguisughe, lunaria (raccolta con la luna piena), centinodia, polvere di unicorno, pelle tritata di Girilacco, capello, formicaleoni, erba Fondente, capello della persona in cui ci si vuole trasformare. 

“Macbeth”
Un atto senza nome


Questo intruglio magico serve alle streghe per prevedere il futuro. 
Ingredienti: Rane, serpenti, occhi di tritone, lingua di rospo, pelo di pipistrello, lingua di cane, pungiglione dei vermi scavatori, uova di lucertola, ala di civetta, scaglie di drago, denti di lupo, esofago e stomaco di squalo, bile di capra, intestino di tigre, sangue di babbuino, carne di strega mummificata, fegato umano, dito di un bambino e numerosi altri ingredienti. 

6 commenti:

  1. Che bellissimo post! Io credo sceglierei il cordiale di Lucy. La Polisucco no solo per il saporaccio che ha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi con la polisucco si rischia di scambiare capello umano per pelo animale :D

      Elimina
  2. La mia altezza reclama l'acqua degli Ent!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne avrei bisogno di un boccione anch'io!

      Elimina