Translate

martedì 19 gennaio 2016

"Scrivimi ancora" - Cecelia Ahern


Editore BUR RIZZOLI
Pagine 430

Prezzo cartaceo 9,90 EURO
Prezzo ebook 6,99 EURO
Anno prima edizione 2004
Genere: Romanzo Rosa


Rosie e Alex si conoscono sui banchi di una scuola di
Dublino e iniziano a scriversi messaggi su biglietti di carta. A poco a poco diventano inseparabili fino a quando quelle lettere tradiscono un sentimento nuovo, che li confonde e li appassiona. Un amore impossibile da esprimere, con tutte le contraddizioni tipiche di quell’età. Ma quando i due prendono coscienza di ciò che li lega veramente, Alex deve abbandonare Rosie e trasferirsi con la sua famiglia negli Stati Uniti. Straordinario collage di lettere, e-mail, bigliettini, sms e cartoline, Scrivimi ancora è un romanzo delicato e indimenticabile che a ogni pagina commuove e fa sorridere al tempo stesso. Una storia sugli scherzi del destino e sulla forza del vero amore.

Da: Toglietemi tutto, ma non i miei libri
A: Cecelia Ahern
Oggetto: Scrivi ancora, ti prego!
___________________________________________

Se avessi saputo quanto coinvolgente e speciale fosse questo romanzo, mai e poi mai sarei andata a vedere il film prima di leggere il libro.
Per fortuna che, come spesso accade, il film è risultato essere molto diverso rispetto all’opera letteraria, tanto da traviarne completamente la trama.
In fin dei conti, sono riuscita lo stesso ad avere la mia dose quotidiana di sorprese ed emozioni.
“Scrivimi ancora” è un romanzo diverso da quelli che siamo abituati a leggere, per il fatto che l’intera storia viene narrata per mezzo di bigliettini, lettere, e-mail, chat ed inviti scritti che i vari personaggi si inviano a vicenda.
I protagonisti di questo libro sono Rosie ed Alex, due bambini, poi due adolescenti, due adulti che si incontrano per la prima volta alle elementari, dove per un buffo scherzo del destino, si ritrovano compagni di banco.
All’inizio si detestano cocciutamente, ma quella loro antipatia non è destinata a durare a lungo.
La loro amicizia inizia grazie a bigliettini sgrammaticati che ogni giorno, di nascosto dalla maestra, si mandano a vicenda per punzecchiarsi, per invitarsi reciprocamente ai proprio compleanni, per discutere assieme dei problemi che tormentano i bambini di sette anni.


Quella loro infantile ma sentita amicizia dimostra ben presto di essere più forte e tenace dello scorrere del tempo che mai, in nessun modo, riuscirà ad affievolirla, a farla evaporare, a farla svanire in un sogno.
Rosie ed Alex, resisteranno alla tristezza di un invito di compleanno mai giunto, ad una sospensione ad opera della signorina Nasona Alito Pesante Casey, ai problemi di cuore adolescenziali, a un oceano in mezzo a loro, ai problemi di una vita che farà di tutto per mettere alla prova la loro amicizia.
I bigliettini pieni di errori lasceranno spazio a lettere non troppo affidabili, queste verranno sostituite da una serie di e-mail non troppo private, che a loro volta verranno surclassate da bigliettini di auguri, inviti a nozze e lunghe ore passate a scambiarsi messaggi in chat.
Cinquant’anni di vita, di amori, di problemi, di occasioni mancate; passati tra matrimoni, figli, amici e ritorni di vecchie conoscenze.
Cinquant’anni racchiusi in fogli di carta, in messaggi che celavano emozioni mai svelate, occasioni mai colte, parole mai dette.


Il racconto di due vite che si ricorrono per tutta la vita, allontanate dal destino ma mai completamente separate.

"Voi due mancate totalmente di tempismo. Quando imparerete a regolare i vostri passi in modo da riuscire a incontrarvi?"

La storia di Rosie, madre diciottenne che vede i suoi sogni sfuggirle di anno in anno.
La vita di Alex, brillante cardiochirurgo che conosce e cura i cuori di tutti, ma che non ha idea di che cosa gli stia dicendo il suo.
Un travolgente romanzo che ci conduce tra primi, timidi incontri, amicizie sincere, matrimoni, figli, ripensamenti, in una vita vissuta giorno dopo giorno, dove le scelte si dimostrano tutte una questione di destino.

"La nostra vita è regolata dal tempo. I nostri giorni sono misurati in ore, il nostro stipendio è calcolato in base a quelle ore, il nostro sapere valutato in anni. Rubiamo pochi minuti della nostra frenetica giornata per goderci una pausa per il caffè. Poi torniamo velocemente alla scrivania, consultiamo l'orologio, viviamo di appuntamenti. Ma alla fine il tempo passa e nel fondo del tuo cuore ti domandi se quei secondi, minuti, ore, giorni, settimane, mesi, anni e decenni siano stati spesi nel miglior modo possibile."

Sono passati anni dall’ultima volta che ho letto un libro di C. Ahern, mi mancava la sua ilarità, la sua ironia innocente, scaturita dalle figuracce di tutti i giorni.
Amo il suo modo semplice di descrivere la vita, il suo modo di scrivere genuino, privo di addobbi e descrizioni troppo marcate.
I punti focali dei suoi libri sono i personaggi e la storia, tutto il resto è solo un’inutile futilità.
Affezionarsi ai suoi personaggi è infatti estremamente facile.
Si finisce con il voler bene non solo ai protagonisti, ma anche ai personaggi secondari, come Stephanie, Kevin, Toby, Ruby, la signorina Nasona Alito Pesante Casey (sì, perfino a lei!) e a Katie, la figlia estremamente spigliata, furba e pungente di Rosie.
Durante tutta la storia, li vediamo nascere, crescere, fare errori, soffrire, cadere, rialzarsi, vediamo tre generazioni scambiarsi i ruoli, li vediamo vivere, e giunti alla fine, sentiamo un nodo tremendo alla gola che preannuncia una catastrofe sentimentale alla vista della parola fine.
Stiamo stati accanto a questi personaggi per cinquant’anni, incoraggiandoli, insultandoli, ridendo con loro, spingendoli a stravolgere le loro vite in nome dell’amore, ed ora che li abbiamo lasciati, ci mancano.
Perché per quanto possa sembrare assurdo, il tempo che abbiamo passato con loro è stato troppo poco.
Ti prego, Cecelia, scrivimi ancora, per raccontarmi di nuovo di Rosie ed Alex, della loro nuova vita, di quella dei loro bambini, dei loro amici, parlami di tutti loro perché proprio non riesco a farmi bastare cinquant’anni della loro storia.

"... E poi c'era quel silenzio. Quel silenzio così insolito. Ci guardavamo come se ci vedessimo per la prima volta. Era come se il mondo si fosse fermato solo per noi. Un silenzio singolare e magico."


Assegno al libro:
4 stelle su 5

Commenti sul libro durante la lettura di gruppo:

Mariacarmela
"Una sola parola: commovente. Il tempismo imperfetto, il fatto che si siano rincorsi per tutto quel tempo, l'affetto che lega fra loro i personaggi... meraviglioso."

Denise
"Finito!!Sto piangendo come una bambina. Dire che mi è piaciuto è poco...è stato un viaggio in un mare di emozioni,ora non voglio essere poetica e sdolcinata, ma queste sono le mie impressioni a caldo dopo avere appena finito di leggere questo meraviglioso libro!!"

Melania
"Tenero, dolce, simpatico, tante emozioni in un libro. Scelta azzeccata!"

Federica
" -Dopo cinquant'anni, tutto quello che riuscirono a fare era guardarsi e sorridere.- 
Il finale perfetto dopo tante e tante parole che non sono state in grado di chiarire i reali sentimenti per lungo tempo.
Dopo un inizio un po' traumatico - probabilmente per una mia mancata predisposizione a una nuova lettura - il libro mi ha colpito subito. La forma "epistolare" ha alleggerito di certo la lettura. Non la classica storiella di due innamorati... Anzi... Ricca di sorprese e colpi di scena mi ha fatto stare sulle spine fino all'ultimo. L'ironia dei personaggi mi ha fatto spesso sorridere. Ho imparato a conoscerli con lo scorrere delle pagine e li ho amati tutti a uno a uno (perfino Greg sul finale). 
Che dire: Wow! 

Deborah
"Finito.... Leggendolo mi sono arrabbiata una riga si e una si!! Che rabbia.. Quando si dice occasioni sprecate!!!"

Anamaria
"Avevo visto il film un paio di mesi fa e mi era piaciuto tantissimo. Ieri pomeriggio mentre ero su fb mi è capitato di vedere che il film è stato tratto da questo meraviglioso libro (anche se il film è quasi completamente diverso dal libro) . E che dire ...ho deciso di leggerlo per conoscere meglio Alex e Rosie ,che nonostante la lontananza, continuano a tenere i contatti scrivendosi molto spesso: lettere, biglietti d’auguri, email, sms, cartoline continuano ad essere spediti nel corso di tutto il romanzo, raccontando le loro vite e i loro sentimenti. I quali emergono sempre nei momenti sbagliati costringendoli a rimandare spesso il momento in cui parlare apertamente di ciò che sentono veramente. 
Ero talmente presa dal libro che ho passato la notte in bianco per riuscire a finirlo, insomma è un libro che si legge tutto di un fiato."

Michaela
"Ho finito il libro alle 3 15... volevo sapere se il loro silenzio si sarebbe di nuovo riunito.... un po troppi anni di ritardo."

Marzia
"Un libro piacevole da leggere,anche per la particolarità della forma epistolare. Il gioco del detto/non detto percorre l'intera storia e intreccia la vita di Rosie e Alex,separati da tanti chilometri ma sempre vicini e legati da questo amore che solo dopo 50 anni trova il modo di concretizzarsi.Nei sogni bisogna sempre credere perché alla fine diventano realtà."

Sandra
"Mi ero troppo affezionata ai protagonisti. Certo, finale scontato ma per una volta dico MEGLIO COSI', lettura leggera, piacevole, veloce. Una lettura da fare quando si è un po giù perchè in parte ti fa venire il sorriso e in parte ti fa venire voglia di tirarti su le maniche e provarci. Non ho pianto alla fine anzi, la parte che mi ha fatto veramente piangere a dirotto è stato il cap 42."

Rita
"Parto dal presupposto che é sempre stato tra i miei sogni, far parte di un gruppo lettura.. Questa è la mia prima esperienza ed è assolutamente positiva, mi dispiace che non possiamo riunirci "realmente" piuttosto che "virtualmente".. Ma meglio di niente!! Emoticon wink ho appena finito questa lettura, questo viaggio insieme a voi, insieme a questi due splendidi protagonisti sempre in lotta con le parole e contro il tempo. Questo genere di libro composto da lettere, email e chat... Mi ha spiazzata! Me ne sono innamorata fin da subito e chiudendo l'ultima pagina, con le lacrime agli occhi, ho sentito di perdere due amici a cui mi sono affezionata fin da subito."

Laura
"Mi è piaciuto tantissimo. Leggero e divertente, ma fa anche riflettere. 
AMO Ruby e Rosie, e mi è piaciuta molto l'evoluzione della storia di Katie e Toby. 
Continuo a pensare che sia un libro molto bello e ben costruito, l'ideale da leggere sotto l'ombrellone."

Jane
"Non ho cominciato la lettura con le migliori intenzioni, ma mi sono ricreduta dopo un po'.
La chiave di volta è stata quando Alex ha scoperto il fianco, mostrando un lato tenero e profondo.
Mi è piaciuta l'ironia che come una bella carta da regali, ha incartato un magnifico regalo; con dentro un mondo di fragilità, momenti di tenerezza, insicurezza, amore, speranza e rinuncia."

Rosa
"Comincio con dire che ho trovato la lettura molto leggera visto che in questi giorni tra vari impegni con il mio corso avevo davvero poco tempo da dedicare alla lettura. La storia in sé mi è piaciuta molto. Mi è piaciuto molto leggere quei biglietti, email e lettere da Rosie e dai suoi amici però boh, forse sono io che amo altri tipo di libro ma sentivo veramente la mancanza del contatto. Avrei voluto essere davvero con loro quando si sono incontrati dopo tanto tempo o altri avvenimenti importanti. Invece mi dovevo solo accontentare della minima parte. Però devo ammettere che mi è piaciuto moltissimo vederli crescere insieme, vederli diventare adulti e genitori. Il valore dell'amicizia in questo romanzo si sente molto. E anche come tutto questo si trasforma in amore anche se con loro il destino è proprio crudele. Stai sempre lì a chiederti quando finalmente si diranno che si amano ma appena sembra che finalmente si rivelano... BOOM! Imprevisto! Però alla fine tutto andrà bene."

Mirko
"Il libro è stato duro da leggere non tanto per la formula in cui è scritto, ma per i contenuti troppo lontani dai miei canoni. L'ho trovato banale e prevedibile quanto una commedia romantica americana. Lettura che sconsiglio fortemente ai maggiori di ventanni o ai lettori maschi."

Dal libro:

- "La vita è dura; e allora? E' dura per tutti, non credi? E chiunque dica che è facile, è un bugiardo."

- "Avere un migliore amico è la cosa più bella del mondo, anche se è una ragazza."

- "La zia Stephanie non può venire perchè il bambino deve nascere il mese prossimo e non credo che il pilota la lasci volare perchè è troppo pesante."

- "Puoi fuggire più veloce e più lontano che puoi, ma la verità è che, dovunque tu vada, resti sempre dove sei."

- "Rosie Dunne. tu hai rappresentato il progetto più lungo di tutta la mia vita, sei la mia allieva più vecchia, quella che più ha lavorato con me, e per quanto difficile possa essere stato l'inizio e ancora più difficile il seguito, sono davvero felice che alla fine tu ce l'abbia fatta."

9 commenti:

  1. Ho letto il libro molti anni fa e mi colpì moltissimo!
    Il film l'ho visto quest'autunno, ma anche se sono stati cambiati dei particolari, mi è piaciuto comunque
    Consiglierei assolutamente entrambi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Ahern mi piace un sacco! E' molto brava a scrivere!

      Elimina
  2. Questa tua recensione è fantastica!!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissima questa idea del gruppo di lettura e la forma che è stata data alla recensione. Decisamente un libro che meritava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D Ogni mese, sulla pagina fb, decidiamo insieme di leggere un libro, Scrivimi ancora è stato il primo, un buon inizio direi!

      Elimina
  4. Io ho letto questo libro un paio d'anni fa e lo avevo adorato! ** E poi io amo quest'autrice (anche se, in effetti, un paio di libri mi avevano lasciato l'amaro in bocca!). Adoro adoro adoro! **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero bello :) mi ha disturbato solo il fatto che i protagonisti non rivelassero una buona volta ciò che provavano per l'altro

      Elimina
  5. mi consigliate questa autrice?

    RispondiElimina