Translate

venerdì 4 maggio 2018

Recensione: "Ricah, Le Origini" - Marina Galatioto


Editore EBINetwork
Pagine 73
Prezzo Ebook 2,99 €
Prima Pubblicazione 2016
Genere Fantasy

Ricah è una ragazza insicura costretta a vivere con la madre, ritenuta pazza. La donna, convinta di essere perseguitata, la costringe a continui trasferimenti. Questo non mettere radici e il suo aspetto insignificante impediscono a Ricah di farsi degli amici, di avere un ragazzo.
Tutto cambia quando, a pochi giorni dal suo ventiduesimo compleanno viene avvicinata da un ragazzo misterioso che dice di volerle consegnare qualcosa da parte di suo padre che credeva morto ...
Marcare il gene è per lei l'unico modo per rimanere in vita: da umana o vampira e una volta scoperto quale sia la sua vita cambierà irrimediabilmente. Cacciata di casa dalla madre verrà condotta da
Drew, il ragazzo misterioso, prima a NY e poi a Washington.
E se prima la sua vita era monotona e inutile ora è tutto diverso.
Trasformatasi in una bellissima vampira, verrà attaccata da uno stupratore seriale, incontrerà un ragazzo da cui si sentirà attratta, scoprirà di avere un cugino.
Si sentirà coinvolta in qualcosa di più grande di lei, iniziato molto molto tempo prima.
Profezie, arcani segreti, razze sconosciute, antiche famiglie e un mondo di cui non immaginava nemmeno l'esistenza.
Questo non è il solito libro di vampiri ma un Urban Fantasy con radici profonde, prequel della serie I Figli di Naacal.

Questo non è il solito libro sui vampiri, innanzitutto per via della sua protagonista insolita: Ricah.
In questa storia, non compaiono le solite creature notturne che già conosciamo, ma nuovi esseri nati dall'unione di un umano con un vampiro.
Parlo dei sanguemisto, creature che sono molto  più di un umano o un vampiro.
Questo testo, però, è speciale anche per le tematiche importanti che tratta, come l'amore per la famiglia e la solitudine. Solitudine perchè avere una madre non vuol dire per forza essere amati, soprattutto se la madre in questione è come quella di Ricah, una donna rancorosa, inacidita da un passato infelice e dagli "sbagli" di un uomo ...
La vita di Ricah accanto alla madre non è facile, il carattere del genitore la schiaccia, per fortuna, tutto cambia quando scopre e accetta la sua vera natura.
Ricah, infatti, ignora il fatto che suo padre è un vampiro.

"Non si sentiva mai a suo agio, non aveva mai trovato un luogo dove sentirsi parte di qualcosa, o qualcuno che l'avesse fatta sentire importante, o quanto meno degna di nota."


Quando tutto questo viene alla luce, Ricah, viene abbandonata fisicamente (perché psicologicamente lo era da un po') dalla madre, riuscendo finalmente ad evolversi e a compiere la sua trasformazione.
Da qui inizia un susseguirsi di vicende più o meno importanti.
Ricah deve riuscire a resistere alle tentazioni, alla sete che l'attanaglia, deve perfino impedirsi di non innamorarsi di persone che potenzialmente potrebbe uccidere.
Tuttavia, tra tutti questi nuovi problemi, Ricah scopre di non essere più sola. Al suo fianco compare Drew, vampiro nominato suo tutore. Lui la aiuterà tantissimo, sia ad abituarsi alla sua nuova vita che ai suoi nuovi poteri, le dirà quello che sa su suo padre, del Male che sta arrivando e l'avverte dei pericoli in cui potrebbe imbattersi, per aiutarla ad essere pronta a difendersi in ogni situazione.


Mi è piaciuto molto leggere questo libro, che altro non è che il prequel della serie Figli di Naacal, un assaggio di una saga che credo ci riserverà molte sorprese.
"Ricah, Le Origini" è davvero un bellissimo fantasy, scorrevole e avvincente fin da subito.
Una volta iniziata la lettura è davvero difficile staccarsi.
Attraverso ricordi e lettere, si ha poi la possibilità di fare un piccolo viaggio nel passato, per fare la conoscenza di un personaggio piuttosto importante.
Tra tutti, però, ho sinceramente amato il personaggio di Drew, un ragazzo carino, intelligente, simpatico, sempre pronto a tutto, fedele, leale e protettivo.
Non è l'unico personaggio degno di nota, però, anche Ricah è da ammirare. Dopo tutto quello che la nostra protagonista ha passato, specialmente prima di diventare vampira (la solitudine, la scarsa considerazione da parte della madre e la sua mancanza di affetto), è difficile non riservarle un posto nel proprio cuore.
Ricah, inoltre, muta durante la trama, diventa una persona nuova, forte, coraggiosa, pronta ad amare e ad essere amata.
Non vedo l'ora di leggere il resto della saga, per scoprire chi è Naacal e trovare una risposta agli altri dubbi che mi assillano, quali: Ricah troverà il padre? La madre di Ricah che fine ha fatto? E il Male avrà la meglio?
In attesa degli altri libri della serie, assegno al libro:

4 Wonderland su 5
Recensione a cura di
Dal libro:

- "Perchè l'hai lasciato andare se ti manca così tanto?"
"Non potevo trattenerlo ... amare qualcuno è anche lasciarlo libero di andare per la sua strada, se sente di doverlo fare." disse tristemente Ricah.

- "Sì, anche lei non aveva potuto non pensarlo. Se avesse avuto un figlio non lo avrebbe abbandonato a se stesso, in balia del mondo e degli uomini, di forse sconosciute, rendendolo più vulnerabile."

- "Perchè quel giorno, in libreria, mi sono innamorato di te nel preciso istante che ti ho vista."
"Non ho mai avuto un ragazzo ... - confessò.
Joe sorrise. "Sono onorato" fece un inchino e Ricah sorrise.

2 commenti:

  1. Non leggo un libro sui vampiri da tanto, prendo nota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io è da un po' che non ne leggo! Devo rimediare :D

      Elimina