Translate

domenica 27 agosto 2017

Recensione: "Il mistero del talismano perduto" - Karen Marie Moning


Editore Leggereditore
Pagine 331
Prezzo cartaceo 4,90 EURO
Prezzo ebook ,1,99 EURO
Anno prima edizione 2006
Genere Horror

La porta sta per aprirsi, e non sarà la
luce a venirti incontro ma la magia di un talismano dai poteri sconosciuti. Ombre oscure si avvicinano all’orizzonte, e una sola donna è in grado di dissiparle. Sei pronto a percorrere una strada disseminata di pericolo, sensualità e mistero? Da quando Mac ha scoperto di essere una veggente sidhe, la sua vita ha preso una piega del tutto inaspettata. E ora che la resa dei conti è inesorabile, di chi potrà fidarsi? Forse di un amuleto prezioso e antichissimo, che sembra proteggerla da sempre, oppure dello sfuggente Gerico? Tra piste false, esseri feroci, e la doppiezza di una realtà che non conosce pace, la giovane Mac dovrà tirare fuori tutto il suo coraggio, perché la sua caccia è appena iniziata e nulla potrà fermarla. Il seguito di una serie che ha incendiato gli animi di centinaia di migliaia di lettrici e che si prepara a diventare un fenomeno mondiale, grazie all’attesissima trasposizione cinematografica prodotta da Dreamworks.

Nel capitolo precedente, Mackayla Lane era andata in Irlanda per investigare sulla morte della sorella.
Mentre era là ha scoperto di essere una sidhe, una speciale veggente celtica in grado di vedere gli Esseri Fatati, creature di genere diverso che si dividono in due gruppi: gli Seelie (corte luminosa) e gli unseelie (corte oscura).
Mac si era resa conto, inoltre, di essere in grado di percepire le loro sacre Reliquie, motivo per cui Gerico Barrons decise di tenerla con sé nella libreria di sua proprietà.
Mac deve aiutarlo a scovare il Sinsar Dubh, il libro sulla magia più nera creato dal re degli Unseelie, la corte Oscura del popolo fatato.
In tanti vogliono quel libro, in tanti vogliono Mac dalla loro parte, per la sua capacità di percepire il Sinsar Dubh quando le passa vicino.
In questo nuovo libro, Mac scoprirà di non essere l'unica veggente sidhe a Dublino e che non è semplice constatare la morte di qualcuno.
Combatterà molte battaglie, i nemici saranno numerosi, anche più degli amici.
Mac dovrà lasciare da parte i suoi vestitini colorati e allegri, per abiti più pratici e di tonalità più scure.
Dovrà imparare in fretta a difendersi, a sopravvivere in quella realtà di ombre e di esseri che divorano le persone in modi diversi.
Il suo intento è ancora quello di vendicare la sorella, ma per farlo, deve combattere contro gli Esseri Fatati e il signore Domine.

"Noi siamo le veggenti sidhe e vegliamo sull'Umanità. La proteggiamo dagli Antichi." 


In questo secondo volume della saga, Mac si fa più agguerrita.
E' un'eroina in grado di salvarsi da sola (la maggior parte delle volte). Affronta le battaglie cercando la forza in se stessa.
Barrons, invece, è enigmatico come sempre, anche se forse, qualche dettaglio in più ce lo rivela.
Come l'altra volta, sono rimasta a bocca aperta di fronte alle descrizioni di determinati Esseri Fatati e ai modi diversi in cui uccidono. Davvero raccapricciante!
E' stata una lettura davvero intrigante ed emozionante, tanto quanto la precedente.
Gli eventi si susseguivano con ritmo costante, impedendomi di annoiarmi.
L'ambientazione cupa e ricca di creature orride non fa che incrementare la curiosità e la voglia di proseguire oltre.
Devo recuperare quanto prima i seguiti, ho una febbrile voglia di sapere come andrà a finire! Soprattutto tra Mac e Barrons!
Assegno al libro:

- Trama: 4 - Narrazione: 3 - Personaggi: 4 - Cover: 4 - Finale: 3 -

4 Wonderland su 5

Dal libro:

- "Barrons è arrogante e freddo. E' anche ricco, forte, brillante, è un enigma ambulante."

- "La speranza plasma la volontà. La volontà plasma il mondo."

- "Essere sfiorata con delicatezza da Barrons mi fece sentire come se fossi la persona più importante del mondo."

Nessun commento:

Posta un commento