Translate

martedì 11 settembre 2018

Recensione: "Il mistero della casa del tempo" - John Bellairs


Editore Dea Planeta
Pagine 165
Prezzo Cartaceo 16,00 €
Prezzo Ebook 8,99 €
Prima Pubblicazione 1973
Genere Fantasy

È una tiepida sera di fine estate quella in cui Lewis Barnavelt, dieci anni e una valigia consumata tra le mani, si ritrova davanti al cancello di una casa misteriosa. La sua nuova casa. Da quando i genitori sono morti in un terribile incidente d’auto, nulla è più stato come prima. Lewis si è lasciato tutto alle spalle e si è trasferito dall’altra parte del Paese. A casa dello zio Jonathan. Non l’ha mai conosciuto, ma quello che ha sentito dire di lui non gli piace per niente. Lo zio Jonathan è sempre stato il più eccentrico della famiglia, un fumatore incallito e un giocatore d’azzardo. E ora dovrà prendersi cura di lui. Ciò che aspetta Lewis però supera ogni immaginazione: una casa che nasconde passaggi segreti, sortilegi e illusioni, e uno zio che si dedica all’occultismo e alla magia insieme alla stravagante vicina. Lewis non riesce a credere ai propri occhi e comincia a cimentarsi con le arti magiche in prima persona. Almeno fino alla notte di Halloween. La notte in cui commette uno spaventoso errore, riportando in vita la crudele e potente strega che abitava nella casa prima dello zio. Serenna Izard. Serenna è tornata per un motivo: portare a termine un vecchio e diabolico piano. Molti anni prima, infatti, la donna aveva costruito insieme al marito un orologio stregato, capace di distruggere l’umanità intera, e lo aveva nascosto nelle mura della casa. Ora toccherà a Lewis trovare l’orologio e, forse, salvare il mondo. Un fantasy dalla grande forza immaginifica, un classico pubblicato per la prima volta nel 1973 che ora è diventato uno straordinario film con Jack Black e Cate Blanchett.

Ѐ il 1948 quando Lewis Barnavelt, orfano di dieci anni, va a vivere dallo zio Jonathan a New Zebedee.
Jonathan van Olden Barnavelt è un tipo piuttosto inusuale, nelle tasche del gilè ha pipe e catenelle di graffette.
Vive in una villa di pietra a tre piani con la facciata sovrastata da un'alta torretta.
Passa molto tempo con la vicina di casa, la signora Zimmermann, appassionata origliatrice, con la quale gioca spesso a poker.
Lewis, nonostante i timori iniziali, si trova bene con lo zio e la signora Zimmermann, gli piace molto anche la sua nuova casa ... anche se, un po' strana lo è, succedono cose strane da quelle parti.
La villa antica è piena di orologi ticchettanti, sembra essercene uno anche dentro ai muri!
Vogliamo poi parlare delle carte per il poker? Sono carte della società dei maghi! E le piramidi nella giungla animata all'interno di uno specchio?
Per quale motivo, poi, lo zio va in giro di notte con una torcia tirando pugni alle pareti?


Una notte, Lewis, pedina lo zio al fine di dare una risposta ai tanti dubbi che lo assillano e ciò che scopre, ha dell'incredibile.
Non solo lo zio e la signora Zimmermann sono dei maghi, ma la casa stessa in cui vivono, cela segreti incantati.
La villa apparteneva a un losco occultista, uno stregone malvagio che si dilettava con la magia nera.
Tutto precipita, però, quando Lewis si cimenta con una magia che non dovrebbe mai essere praticata.

"Lewis si sentiva stringere ovunque dalle maglie sempre più intricate del mistero, della paura e della tensione."

"Il mistero della casa del tempo", già pubblicato con il nome "La Pendola Magica" (1975) e "La Pendola Stregata" (1999), è un breve racconto fantasy, ambientato in una cittadina idilliaca: New Zebedee. Antiche case riccamente decorante che spiccano per le loro peculiarità uniche, fanno da sfondo alle avventure di Lewis.
Le ambientazioni sono descritte molto bene, tanto che immergersi in questi scenari è semplice e piacevole.
I personaggi nel libro non sono molti, ma tutti hanno la caratteristica di essere piuttosto buffi e inconsueti.
Lewis è un bambino grassottello e abbastanza imbranato. Lo zio è un mago non proprio eccellente e i battibecchi che ha con la signora Zimmermann sono davvero simpatici.
"Il mistero della casa del tempo" è un libro imporporato di meraviglie, meraviglie che solo la magia può creare.


Detto questo, devo aggiungere però che il libro è narrato con fare piuttosto veloce, tutta la storia si riduce a un centinaio di pagine, il racconto non si dilunga troppo, anzi, si va sempre dritti al punto, senza troppi fatti messi all'unico scopo di riempire le pagine.
Il finale, poi, è deludente, niente epiche battaglie, niente scontri magici, finisce tutto in poche azioni, affatto impressionanti.
Il libro di Bellairs è però davvero ricco di fantasia, anche se la sua trama non la si può definire propriamente geniale.
Sono davvero curiosa di vedere il film omonimo tratto da quest'opera, al cinema a partire dal 31 ottobre 2018.
Il film è diretto da Eli Roth e tra gli attori, spiccano Cate Blanchett e Jack Black.
Ho grandi aspettative, secondo me sarà un film fantastico.
Qui sotto vi lascio il trailer.


Assegno ora al libro:

- Trama: 3 - Narrazione: 3 - Personaggi: 4 - Cover: 4 - Finale: 3 -

3 Wonderland su 5

4 commenti:

  1. L'avevo già adocchiato e sembra molto carino. Anch'io ero perplessa riguardo al numero delle pagine, ma mi è parso di capire si tratti dell'inizio di una saga, quindi niente di così strano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono dodici racconti, l'ultimo è del 2008, se non sbaglio però, in italia è uscito solo questo, con nomi diversi.

      Elimina
  2. Anche io sono curiosa di vedere il film tratto da questo libro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jack Black è un grande, non vedo l'ora di vedere il film!

      Elimina