Translate

giovedì 4 giugno 2020

Recensione Lettura di Gruppo: "Legend" - Stephanie Garber


Editore Rizzoli
Genere Fantasy

La storia riprende là dove si era fermata nel precedente volume.
Dopo un breve scorcio sul passato di Tella, ecco che la vediamo in giardino con Dante.
I festeggiamenti per la fine di Caraval sono finiti ma non è ancora ora di riposare.
Un altro gioco, infatti, sta per iniziare.
Di solito non si gioca mai una seconda volta ma quell'anno si fa un'eccezione, per il compleanno dell'imperatrice Elantine.
Caraval si trasferisce a Valenda e Tella e sua sorella sono state invitate.
Tella è una ragazza piena di segreti.
Dopo aver aiutato la sorella, Tella vuole ora aiutare la madre, sparita tanti anni prima.
Per fare tutto questo, Tella ha stretto un accordo con "un amico" ed ora deve restituire il favore, deve scoprire la vera identità di Legend e per farlo, dovrà partecipare al gioco o meglio, dovrà vincerlo.
Durerà sei notti e inizierà al Ballo Fatidico.
Questo libro è molto più avvincente del primo!
Protagonista, questa volta, è Tella.
Già nel primo libro la preferivo alla sorella e non a torto.
Tella è così coraggiosa, tosta, lei non ha bisogno del principe azzurro, lei si salva da sola e non bada solo a se stessa ma anche a coloro che ama. Lei pensa un po' a tutti e devo ammettere che io, al suo posto, avrei lasciato perdere tutto e tutti! Lei si impegna così tanto e gli altri, in particolare la sorella, le rendono le cose più difficili.
Rossella mi fa venire ogni volta il nervoso! Lei è un personaggio fragile, si lascia abbindolare con poco!
Decisamente non è agguerrita come la sorella.
Tella è poi ossessionata dai Fati, nuove figure che emergono in questo libro.
I Fati sono antiche divinità dai grandi poteri, intorno a loro aleggiano numerose leggende.
I Fati sono sedici immortali, otto luoghi e otto oggetti.
In questo libro si parla più che altro degli immortali.
I Fati sono molto affascinanti, come Tella mi sono lasciata incantare da loro.
"Legend" è molto più folle di "Caraval", come sempre ci si perde tra realtà e fantasia, a un certo punto non sai più cosa è parte del gioco e cosa è reale.
Nel primo libro il gioco sembra fin troppo reale, in questo la realtà è travestita da gioco.
Alla fine, però, non viene svelato tutto, non si capisce cosa effettivamente era finto e cosa no. Tutto rimane come sospeso, dovrò aspettare la lettura del terzo libro per capire meglio tutto.
Questa trilogia è affascinante proprio perché ti confonde. Ti perdi tra le pagine di questo mondo pieno di segreti, bugie, inganni, passioni e non riesci a distinguere il vero dal falso, è come se la magia di Caraval offuscasse anche la mente del lettore.
Sono libri pazzeschi, non vedo l'ora di leggere l'ultimo per scoprire tutte le verità.

Sotto i commenti della Lettura di Gruppo.

59 commenti:

  1. Casata: Bambini Sperduti
    Rossana Giacon

    Cavolo, mi toccherà leggere anche l'ultimo libro....quella lettera sull'ultima pagina, lascia tutto in sospeso.
    Confermo la mia impressione sul primo volume: regole del gioco confuse e non chiare, il gioco stesso non risulta avvincente e interessante, anche se l'idea dell'esistenza di Caraval la trovo molto intrigante.
    La storia d'amore e d'attrazione invece l'ho gradita.
    Purtroppo ho trovato alcuni punti lenti e un po' noiosi, mentre mi sono sembrati irresistibili tutti i vestiti di Tella...mi piacerebbe indossarne uno.
    Al di fuori di Tella e Dante, nessun personaggio protagonista o non protagonista di rilievo....mi sembra abbiano avuto tutti un ruolo da contorno.




    RispondiElimina
  2. Ilaria Vitale

    casata #bambinisperduti



    Ho apprezzato questo secondo volume molto più del primo: Donatella è molto più intraprendente della sorella che fin troppe paranoie; i Fati mi affascinano e penso che sarei rimasta stregata da Jacks e la sua mela. Il gioco sembra molto più reale e ti trascina dentro, anche se alla fine si capisce poco come Donatella riesce a vincere. Ho amato alla follia Dante, molto apprezzato già nel primo libro, sarà sicuramente un gran bel tipo e sa farci con le donne (chissà se è merito dellla magia?!)

    Donatella è stata molto coraggiosa nel voler salvare la madre a tutti i costi, anche a costa di rimanere essa stessa intrappolata. Paloma comunque resta un personaggio a noi sconosciuto e da quel poco che si evince, non credo proprio che sarei stata così altruista quanto Donatella.

    In un dialogo tra Elantine e Donatella, l'imperatrice dice: "Non tutti arrivano al vero finale: ne esistono due proprio perché la maggior parte della gente si arrende quando la storia volge al peggio, quando la situazione sembra disperata. Ma è proprio lì che serve di più la speranza. Solo chi persevera trova il vero finale"
    Sarà stato questo che ha spinto Donatella a fare ciò che ha fatto.
    Inoltre in tutto il libro Dante, anche se con parole diverse, le dice la stessa cosa, sarà solo un caso che diventa l'erede di Elantine?

    Sono curiosissima di leggere l'ultimo libro perchè molte cose sono rimaste in sospeso: che fine farà Jacks? Quale sarà il premio per aver vinto Caraval? Cosa avrà da dire Paloma? Rossella darà una reale seconda possibilità a Julian? e perchè ha contattato D'Arcy? Insomma troppi interrogativi a cui spero di trovare una risposta in "Final"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, nell'altro più o meno ha spiegato qualcosa, qui rimane tutto aperto invece

      Elimina
  3. Barbara Catelli
    Ordine della fenice
    Cosa posso dire....l'ho adorato!!! L'ambiente fantastico mi ha rapitodalla prima pagina all'ultima,questo circo itinerante con varie sfaccettature tutte magiche è complesse allo stesso tempo. Donatella,l'ho rivalutata molto,in Caraval sembrava una bambina viziata ,qui invece l'ho trovata:acuta,coraggiosa,pronta a perdere tutto per raggiungere i suoi obbiettivi. Un'altra qualità che ho apprezzato molto è la perseveranza nella continua ricerca di sua madre,il suo bisogno di capire se il suo allontanamento fosse volontario oppure indotto da qualcosa di diverso. Mi è piaciuto talmente tanto che proporrò un creare un campo per i miei ragazzi. Non vedo l'ora di leggere l'ultimo libro della trilogia.

    RispondiElimina
  4. Casata ladre di libri

    Tropini Roberta

    Questo secondo capitolo mi è piaciuto da impazzire.....tella mi è piaciuta un sacco di più di Rossella.
    Devo dire è stata una lettura strepitosa mi è dispiaciuto tantissimo finirlo.
    L'ho sempre saputo che Dante era bravo ma sono felicissima che sia legend sperando che non si perdano per sempre.
    Trovo che siano fatti l'uno per l'altra lui e tella.
    Che bello il finale che lascia aperto per il prossimo libro......Ho gia una pazza voglia di leggerlo.......
    Darai un bel 10 pieno a questa lettura!!!!!!!
    Brava Claudia hai di nuovo trovato una saga molto accattivante!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di aver trovato un'altra bella lettura di gruppo :)

      Elimina
  5. Ordine della Fenice (Viviana C)

    ⭐️⭐️⭐️⭐️/5

    Sono stata molto contenta di aver proseguito con la lettura del secondo volume della trilogia e per quanto io non sia un’appassionata di fantasy mi sono comunque rimessa in gioco visto l’ottima impressione avuta con Caraval. Anche in questo caso la lettura come anche la scrittura è stata per me fluida e scorrevole. Non ho apprezzato molto alcune descrizioni riguardanti ad esempio l’abbigliamento o altri dettagli secondari che ho trovato un po' ‘noiosi’, come se dilungassero di troppo. Appena ho iniziato a leggerlo ho temuto di non scoprire chi fosse Legend, ma poi continuando con la lettura e ipotizzando chi potesse essere, ho avuto paura di scoprirlo ma confesso che la scrittrice anche in questa conclusione ‘momentanea’ ha lasciata aperta in me la curiosità per iniziare il terzo capitolo (e non so quanto resisterò perché sono una persona molto curiosa).

    Mi ha toccata molto il rapporto che ha Donatella con l’amore, un sentimento che per lei comprende sia la sfera genitoriale che anche sentimentale amorosa. Per quanto sia un carattere impulsivo, poco riflessivo e molto complicato nasconde secondo me una grandissima fragilità ed è sensibile al punto che per paura di ferirsi ancora, preferisce proteggersi col suo carattere (apparentemente) forte anche se poi è disposta a sacrificare sé stessa per gli altri.

    “In realtà (Tella) sapeva che l’amore era anche capace di guarire e di unire, e lo desiderava più di ogni altra cosa.”

    Al capitolo 39 mi sono commossa: “… era come un istante nel tempo: si poteva vivere, ma mai trattenere.” La consapevolezza che puoi perdere tutto ciò che ami in un momento penso sia la sensazione peggiore che possa capitare (queste frasi mi coinvolgono moltissimo emotivamente visti gli ultimi avvenimenti che abbiamo vissuto e questo perché credo che un libro – anche tramite una frase – sia in grado di parlarti anche quando nessuno sembra capirti)

    Ps. Scusa il mio lungo commento ma non sono riuscita a trattenermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non so se credo all'identità di legend, sembra quasi scontato

      Elimina
  6. Prima lettura gold di Giugno
    Legend - Stephanie Garber
    Sonia murtas #bambinisperduti

    Secondo capitolo della serie. Qui troviamo come protagonista principale Donatella che parteciperà a Caravan con lo scopo di salvare sua madre. Come nel libro precedente anche questo trasuda magia e menzogne. Non è facile per Tella fidarsi di quello che le viene detto ma questa volta Caraval sarà più reale di quanto sembri.
    La prima parte del libro si sviluppa con un andamento lento ma la seconda è una montagna russa di emozioni che ci guida dritti fino al prossimo libro. Personaggio che ho trovato molto affascinante è il principe di cuori, che credo avrà più spazio nel libro finale, così come la madre delle due ragazze. Sono curiosa di sapere come andrà a finire perché anche se Tella ha scoperto il vero nome di Legend..siamo sicuri che sia davvero lui?
    Questo è un libro che tiene legato il lettore dall'inizio alla fine senza dargli il tempo di prendere fiato. Una magia dietro l'altra, un'avventura dietro l'altra fino ad un epilogo che lascia senza fiato e apre la porta al seguito che non vedo l ora di leggere!
    Consigliato!!

    RispondiElimina
  7. In questo secondo capitolo la vera protagonista é Donatella, che nel primo Caraval ha avuto il ruolo di smuovere la sorella Rossella alla partecipazione al gioco.
    Tella a questo punto vuole ritrovare sua madre Paloma e scende a patti con un Fato, il perisoloso Principe di Cuori, un personaggio malvagio che può portarla alla morte se lei non consegnerà il vero Legend, e l'unico modo per farlo è vincere il gioco, che questa volta si trova a Valenda luogo dove una volta regnavano i Fati.
    In questa competizione Tella si troverà nuovamente immersa tra magia, segreti, paure e lotte. Forse ritroverà l'amore in cui poco spera ma sicuramente le sue scelte potrebbero portare alla distruzione dei Fati o di Legend.


    A mio parere questo capitolo é più lento del primo, la storia pricipale più che sugli intrighi di Caraval è sul triangolo Tella Jacks Dante. Molto carina l'idea di racchiudere i Fati in carte che saranno legate al destino di Paloma e delle sorelle Dragna, il finale lascia aperto al nuovo capitolo e incuriosisce molto, ma l'ho trovato un po' freddo e abbozzato.
    L'autrice scrive molto bene, ma a volte le descrizioni troppo "oniriche" mi hanno bloccata, questo é un problema mio, quando le cose sono un po' assurde, seppur in un fantasy, mi lasciano poco e non mi prendono (per me, il 'sorriso da stella caduta' sará sempre un sorriso sdentato... che volo ha fatto una stella caduta?!?!? 🤪)

    #ordinedellafenice

    RispondiElimina
  8. Rita Gagliarducci (Ordine della Fenice)

    Come ho adorato il primo libro, ho adorato il secondo e non vedo l'ora di "divorarmi" anche il terzo. L'autrice è stata bravissima, a mio dire, a orchestrare la storia intorno ai Fati che ritornano, facendo di Donatella, la sorella di Rossella, la nuova protagonista di questo capitolo. Legend si mostra e non si mostra, è presente e non ma diventa sempre più reale nella persona di Dante. In questo capitolo, assume un ruolo più importante e diventa il punto magnetico della storia. Anche la personalità di Jack, il Principe di Cuori, mi ha avvinto con il suo sorriso sghembo. Una schermaglia di situazioni che sono certa troveranno compimento nel terzo... che non vedo l'ora di leggere!

    RispondiElimina
  9. 1° Gold di Giugno


    " Legend ", Stephanie Garber



    Nella lettura di questo secondo capitolo della trilogia di Caraval sono rimasta un po' spaesata, in quanto la GARBER non si limita a raccontare il gioco ( che in buona parte già si conosce ), ma aggiunge una serie di novità, che per certi versi mi hanno fatto dubitare che il libro fosse sul serio il seguito di Caraval o meno🤔

    Anche qui la trama pullula di colpi di scena, niente è come sembra... ma io mi sono aspettata quasi tutto ( e per fortuna c'è quel " quasi "). Forse perché entrare nei meccanismi della trama mi è risultato troppo semplice, in qualche modo ho subito previsto il finale, in tutte - o quasi! - le sue evoluzioni.

    L'ambientazione è la cosa più riuscita: lo scenario è magico e il susseguirsi di realtà e gioco è sicuramente ben costruito... nell'insieme, pur non esaltandomi, non mi è dispiaciuto... anche se mi aspettavo molto di più... l'attesa di leggere l'ultimo ( perché arriverà ,  vero Claudia? ) non mi entusiasma particolarmente... ma, si sa, non c'è due senza tre ;-)


    RispondiElimina
  10. Casata ordine della fenice
    Io non ho letto il libro precedente ma ho visto che in tanti hanno affermato che questo è migliore. Non ho un termine di paragone con l’altro però mi viene in mente che anche per Nevernight il primo volume è più lento rispetto al secondo. Tornando a Legend vedo che sia un ottimo fantasy, in cui il mistero e l’azione sono mescolati tra loro in modo molto sapiente. Il personaggio che ho preferito è Tella, energica, coraggiosa, forte e determinata e devo dire che anche Dante mi ha intrigato parecchio. Adesso il mio dubbio è: rileggo il primo o aspetto il finale? 🤔

    RispondiElimina
  11. Casata #bambinisperduti
    Stefania
    Legend - Stephanie Garber
    Pagine 480

    Se il primo libro mi ha sorpreso questo mi ha sconvolto, ma in positivo, la storia molto intrigante e piena di sorprese!!..
    In questa nuova avventura ci spostiamo a Valenda la città dell'imperatrice Elantine, dove questa volta Caraval non sarà solo un gioco, ogni decisione ogni sfida e indizio sarà reale e porterà alla protagonista Telle delle scelte difficili da compiere anche a costo della sua vita stessa.
    Durante la prima notte a Valenda Tella incontra il Principe di Cuori non che il suo "amico" di penna con cui ha stretto un patto, che le costerà tanto alla fine di Caraval!!..
    In questa avventura troviamo Tella che cerca di respingere i suoi sentimenti per Dante in un primo momento riesce a nascondere i suoi sentimenti per lui, ma poi cede all'amore che prova, sarà un grande errore di cui si accorgerà quando sarà ormai troppo tardi, perché il Dante che conosce Tella ha sin troppi segreti, e non è la persona che credeva che fosse!!..
    In questo secondo libro ho trovato più avventura più segreti che vengono scoperti e tante rivelazioni, devo ammettere mi è piaciuto molto di più rispetto al primo, ora corro a leggere il terzo per scoprire altri segreti di Legend!!.. Assolutamente Consigliato!!..

    RispondiElimina
  12. Ombretta Perucca
    Lost in Austen

    Questo secondo capitolo della saga di Caraval riparte da dove si era fermata la storia nel romanzo precedente. Rossella ha vinto Caraval e sembra essersi aggiudicata anche il bel Julian. Dal canto suo la sorellina minore Donatella durante i festeggiamenti per la fine di Caraval si è divertita tra vino, danze e baci appassionati con Dante. Lei che nel primo libro rimane sempre dietro le quinte questa volta sarà la protagonista indiscussa. Donatella infatti ha fatto un patto con un fantomatico "amico" per avere notizie di sua madre e per sfuggire alle grinfie del padre. Ora però è il momento di pagare il proprio debito e la ragazza si ritroverà a dover partecipare a Caraval per salvare se stessa e coloro che ama. Sempre seguita dall' enigmatico Dante dovrà superare numerose prove che la porteranno a scoprire molti misteri legati al suo passato e la costringeranno a guardare nel profondo del suo cuore. Proprio lei che non ha mai voluto legarsi a nessuno per paura di soffrire finirà per imparare ad aprire il proprio cuore. Donatella è giovane e avventata, un po' troppo avventata, per i miei gusti. Se Rossella era troppo titubante lei al contrario è decisamente troppo impulsiva. In alcune occasioni sembra proprio che cerchi a tutti i costi di mettersi nei guai. Come personaggio non mi ha convinta del tutto come nel romanzo precedente mi era già capitato con la sorella. In compenso i due personaggi maschili che le ruotano attorno sono molto intriganti, ognuno a modo suo,sono sicura che nell'ultimo capitolo di questa saga ci daranno del filo da torcere. Dante riesce a essere molto affascinante e le sue attenzioni per la ragazza lo rendono interessante proprio lui che nel libro precedente era tanto attratto da Rossella, il dubbio sulle sue intenzioni aleggia su tutta la storia. Le ambientazioni sono descritte superbamente, rendendo il romanzo intrigante nonostante sia in qualche modo una replica del precedente. Troviamo infatti nuovamente gli attori di Caraval travestiti, ognuno con un suo scopo preciso stabilito da Legend, le atmosfere alla Alice nel paese delle meraviglie a metà tra l'inquietante e l'affascinante. Inoltre veniamo a conoscenza dell'esistenza dei Fati, esseri sovrannaturali con poteri inimmaginabili. Il cambio di protagonista non mi è piaciuto, nella prima parte ho faticato parecchio a entrare nella storia. Da metà in poi però scorre che è una meraviglia. Tutto sommato è una buona lettura anche se non proprio perfetta.

    RispondiElimina
  13. Mi è piaciuto molto questo 2 capitolo anche se forse non come il primo, diciamo che ci sono tantissimi pro e un contro. La storia è bellissima e ricca di colpi di scena, non è la ripetizione di Caraval, entrano in scena le carte e i fati che ho adorato, i personaggi sono molto ambigui e ti tengono incollato alle pagine. Se Rossella doveva ricordarsi che era solo un gioco, Tella al contrario deve giocare tenendo presente che è tutto reale. E proprio Tella è il contro, a volte mi faceva venire il nervoso, non ascolta mai nessuno, se le vengono dei dubbi li scaccia e ritorna alla sua idea iniziale e poi troppi troppi segreti con Rossella. D'altra parte però si è trovata presa in mezzo a due personaggi come Jacks e Dante, ognuno di loro vuole qualcosa da lei ma sono entrambi troppo interessati per potersi fidare. Le lettere scambiate con "l'amico" e la promessa di scoprire l'identità di Legend in cambio di poter ritrovare la madre, hanno creato un legame difficile da spezzare tra Tella e Jacks nonostante il suo odio verso di lui. Bello bello, tutto è aperto e assolutamente devo leggere il 3.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa ventura
      Ordine della Fenice (scusaaaaaaa)

      Elimina
    2. Alcune cose le poteva però spiegare nel finale qui

      Elimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Caraval è un gioco affascinante e misterioso in cui Tella partecipa alla ricerca della madre Palomba, cercando di non farsi coinvolgere troppo. Ho adorato l'atmosfera fiabesca che permea tutto il romanzo. Tra i personaggi Aiko mi ha molto colpita, la stografa enigmatica e quasi magica, anche se Tella è insuperabile. Tella è fragile e forte nello stesso tempo, nella sua ricerca della verità si è sempre negata la sua Capacità di amare.
    Sono stata travolta dal fascino di Legend e concordo con voi che questo secondo libro è più avvincente ed emozionante di "Caraval".
    Non vedo l'ora di leggere "Finale" !

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Elisa Erba #ladredilibri

    Questo secondo libro si presenta come qualcosa di simile, ma completamente diverso dal primo: questo è sicuramente più pervaso di mistero, un susseguirsi di eventi che costringono il lettore a non mettere giù il libro. Se nel primo avevo iniziato ad entrare nelle logiche del gioco in questo ho dovuto ricominciare da capo...Tutto è stato stravolto, ha assunto un senso completamente diverso.
    Quello che rimane immutato è il talento dell'autrice nel trasportare chi legge all'interno di questo folle mondo direi che ha uno stile affascinante e intriso di magia.
    Unica nota leggermente dolente... Ho trovato alcune piccole forzature che mi fanno pensare che il finale di questo libro sia stato cambiato in corsa per far posto al terzo libro.

    RispondiElimina
  18. Casata Ordine della Fenice
    1ª lettura Gold del mese di Giugno
    Simona Anelli

    Dunque dunque... una gran bella scoperta! Caspita!
    Devo ringraziare per questa lettura! Il genere Fantasy non è il mio favorito e sono partita prevenuta al massimo.
    Qui invece non sono riuscita a staccarmene. In primis per il racconto in sè. Trama molto avvincente. Secondariamente ho amato il linguaggio e il flusso narrativo. Terzo aspetto a suo favore la delineazione dei personaggi di Tella e Dante. Infine mi ha agganciata da voler leggere il terzo. Approvato!!!

    RispondiElimina
  19. Ellen bosa bambini sperduti

    Di solito può succedere che il secondo di una trilogia non sia al pari del primo. Invece devo dire che mi è piaciuto moltissimo, mentre nel primo patteggiavo per Rossella, in questo volume Tella ha preso il sopravvento stupendomi per il suo modo di gestire il gioco.
    Poi mi sono piaciute dall' inizio le Carte del destino è il loro potere. Che dire ottima trilogia aspetto di leggere l ultimo.

    RispondiElimina
  20. Elisa Salerno - Casata dei Bambini Sperduti.

    Mamma mia che libro! Una continua altalena di emozioni...e quanti colpi di scena!
    Questo secondo capitolo mi è piaciuto ancora più del primo.
    Innanzitutto Donatella, anche se sembra superficiale e "leggera", è una super tosta! Molto più simpatica, intelligente e autentica della sorella. Anche qui Rossella non guadagna punti sul mio indice di gradimento. Infatti, anche se la sua presenza è marginale, agisce da input a una serie di eventi tragici, che complicano non di poco la vita di sua sorella.
    Per non parlare della "collaborazione" Tella-Dante... esplosiva! Anzi, forse è meglio dire focosa! 🔥
    Dante mi era già piaciuto molto nel primo libro, soprattutto per la sua natura un po' ambigua, ma qui ha superato sé stesso...che gran figo! 😍 Un po' troppo scontato invece chi rappresenta. Ho sperato fino alla fine insieme a Tella.
    Sarò un po' strana, ma anche Jacks mi intriga parecchio. È un grandissimo figlio di "buona donna", ma è moooolto interessante! Non vedo l'ora di approfondire il suo personaggio.
    Ho particolarmente apprezzato il discorso sulle parti della vita, in particolare sulla distinzione tra quasi-finale e finale... adesso è chiaro il titolo del terzo libro!
    Questo libro sarebbe perfetto se non ci fossero un paio di mancanze: il gioco in sé è passato in secondo piano e non l'ho trovato chiarissimo, avrei preferito avere più dettagli e informazioni. Lo stesso vale per tutta la "mitologia" che viene introdotta. È un argomento che adoro (in pratica ne sono ossessionata: scoprire il Pantheon delle divinità, le loro caratteristiche, leggende, invidie e maledizioni), ma all'interno della trama non i Fati non vengono molto trattati. Quando poi ho scoperto che alla fine del libro c'era un approfondimento, ho subito ripreso a sperare, ma ahimè sono rimasta delusa. Era solo un elenco. Davvero un grande peccato.
    Comunque non vedo l'ora di leggere il capitolo conclusivo...e per fortuna non devo aspettare troppo! Grazie sondaggio di gruppo! 🤩
    Concludo con la frase più significativa:
    "Solo chi persevera trova il vero finale".

    RispondiElimina
  21. Questo libro mi ha talmente incuriosito che sono andata a leggermi prima Caravan che aveva saltato quando era una lettura gold. Devo dire che Legend è veramente più intrigante del primo perché stella è molto intraprendente e non si ferma davanti a nulla pur di raggiungere il suo obbiettivo di salvare la madre imprigionata in una carta maledetta. Proprio per suo carattere naturalmente si mette costantemente nei guai e se non ci fosse Dante a salvarla in varie occasioni sarebbe spacciata. Naturalmente stringe un accordo con il Principe di Cuori, un fato alquanto inquietante, per salvare la madre.Mi è piaciuto molto e quindi leggerò anche il terzo e ultimo della saga

    RispondiElimina
  22. Ieri ho postato un commento come Marina ma sono Emma Guidi delle Ladre di Libri. La devo riscrivere o va bene lo stesso?

    RispondiElimina
  23. Chiara
    #ladre di libri
    Questa autrice mi farà andare al manicomio 😬
    Mentre leggevo continuavo a cambiare idea su chi fosse il principe e chi Legend.
    Non mi fidavo di nessun indizio.
    Non capivo se il gioco era reale o la realtà era diventa gioco. Insomma con me l’autrice è riuscita nel suo intento. Non farmi capire nulla.
    Attendo con ansia metà luglio per leggere finalmente il finale. Sperando che non sia un finale aperto 😱

    RispondiElimina
  24. Casata Ordine della fenice
    Se la protagonista di Caraval era stata Rossella, l'eroina di Legend è Donatella. Dopo la fine di Caraval, riesce a sfuggire al padre e a evitare che la sorella Rossella si sposi con uno sconosciuto. Tutto sembrerebbe tranquillo ma Donatella, per ritrovare la madre Paloma, stringe un patto disperato con un misterioso personaggio, che vuole scoprire la vera identità di Legend, il Mastro di Caraval. L'unico modo per scoprirlo è quello di partecipare alla nuova edizione di Caraval che sii terrà a Valenda, l'antica capitale, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell'Impero di Mezzo. Sarà ora la volta di Donatella che dovrà immergersi nella nuova competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d'amore impossibile. Se perderà al gioco, rischierà di perdere la vita, ma se vincerà il rischio sarà quello di distruggere sia Legend che Caraval.
    Anche se adoro i fantasy, questo secondo volume, come il primo, non mi è piaciuto. E il bello è che non riesco a dire il perché. La storia è interessante, i protagonisti lo sono anche. Mi è piaciuto l’evolversi della storia tra Donatella e Dante, la
    ricerca della madre. Ma la scintilla non è scattata. Leggerò sicuramente il terzo volume, visto che farà parte delle letture di gruppo, ma di sicuro non lo attenderò con ansia

    Maria Filippone

    RispondiElimina
  25. Ho avuto una pausa di arresto di un giorno (causa gita in montagna), ma per il resto ho divorato questo libro! Come il primo in fondo!! La scrittura è qualcosa di davvero meraviglioso perchè ti porta dentro questo mondo magico senza darti il tempo di respirare! Davvero super avvincente e scritto bene!
    Super top Tella come anima gemella di Jacks, ci stava e nelle mie teorie complottiste l'avevo detto al capitolo 3 (faccine che ridono che qui non ci sono). Dante come Legend ci sta e anche qui il suo essere (vero o finto non si sa) il vero erede di Elantine mi era passato per la testa...magari è addirittura il sacrifico che ha fatto alle stelle...non so, sono stra curiosa di Finale adesso!! Forse però mi sarebbe piaciuto di più se ci fosse stato il focus su entrambe le sorellle...così mi sono sentita abbandonare Rossella...spero che nel finale ci siano entrambi i puntid i vista!
    Francesca ROssi
    #LostinAusten

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O così o solo il punto di vista di tella. Rossella non mi piace

      Elimina
    2. Ammetto che Tella sia più sprint, ma di Rossella mi piaceva molto il rapporto con Julian e il Conte....senza contare che mi piaceva molto la sua forza di voler trovare la sorella, in un mondo in cui lei era totalmente spaesata

      Elimina
  26. Valentina
    casata: Lost in Austen

    Sono affascinata da questa trilogia, mi piace tantissimo e non riesco a smettere di leggere. Ora leggerò il 3 perchè devo assolutamente sapere come va a finire.
    Se il primo aveva una conclusione aperta, ma comunque una risoluzione del gioco, qui non ho trovato nemmeno quello. tutto è ancora possibile. Nelprimo caso nel gioco c'erano elementi di realtà, qui è la realtà che prende sopravvento sul gioco, confondendo e spaventando ancora di più.

    RispondiElimina
  27. Legend" di Stephanie Garber by Rita Di Terlizzi

    Rizzoli Editore, 2018
    346 pagine

    Secondo capitolo della saga di Caraval, sempre piena di magia e mistero, più scorrevole di Caraval... ma nonostante la protagonista questa volta è l'altra sorella Donatella Dragna, Tella, anche in questo caso non sono riuscita a trovare il giusto feeling ...forse è proprio la Saga che non mi convince, ahimè... comunque leggerò anche il terzo libro: Finale... devo 😊

    Tella vuole ritrovare a tutti i costi, la madre Paloma, scomparsa parecchi anni prima e per farlo ha stretto un patto con un misterioso criminale... che in cambio vuole il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval!! 🙄
    E l'unica possibilità è vincere l'edizione speciale del gioco, che questa volta si terrà a Valenda l'antica capitale, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell'Impero di Mezzo.
    Tella si butterà nella competizione, tra inquietanti eredi al trono, tarocchi, intrighi e passione... Tella è così 🤩💗 è passionale 😊 totalmente diversa dalla sorella... la prudente Rossella!!!

    Alla fine viene anche svelata la vera identità di Legend ... ma la domanda sorge spontanea 🙄 è vero?
    È veramente lui???
    Oppure è un altro inganno di Caraval?

    "Ricordate, è solo un gioco. Noi cercheremo di coinvolgervi, e voi state attenti a non farvi coinvolgere troppo..."

    Per me altre 3 ⭐⭐⭐ un libro che colloco tra le letture d’evasione ...per passare qualche ora nella fantasia ❤️
    Curiosa per il finale 👍🏻🤞🏻

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo sia davvero lui... dopotutto a Tella si è ingarbugliata la lingua solo per aver pensato di rivelare la sua identità!
      Se fosse stata una cosa di coeprtura (come con Caspar), non ci sarebbe stato questo problema.

      Elimina
  28. Titolo: Legend di Stephanie Garber
    Casata: ladre di libri

    Continua l'avventura di Donatella e Rossella Dragna, e questa volta la protagonista sarà principalmente Tella e il suo segreto.
    Tella vuole ritrovare sua madre e ha stretto un patto con un uomo misterioso già prima di partecipare al gioco di Caraval, lui può fornirle informazioni utili e il suo unico desiderio è scoprire cosa sia successo a sua madre e come mai sia andata via abbandonando le sue figli.
    Tella ha l'occasione di partecipare nuovamente al gioco di Caraval ma questa volta ciò che può apparire illusione e magia è realtà, questa volta deve conoscere Legend e scoprire il suo vero nome, altrimenti non potrà mai più rivedere sua madre.
    La magia che si percepisce già dalle prime pagine di questo secondo libro, la forza di Tella e del suo sentirsi colpevole per essere stata lei ad allontanare sua madre, per aver spiato nella sua stanza e scoperto quelle carte.
    Il mistero dei fati che vogliono di nuovo impossessarsi del loro antico potere e distruggere Legend e Caraval.
    Ma Tella questa volta non potrà chiedere l'aiuto della sorella e per proteggerla è costretta anche a mentire, ha bisogno di lottare, di cacciare e allontanare l'amore, il vero amore che ha sempre rifiutato, perché sa che quell'amore potrebbe distruggerla, potrebbe essere falso e bugiardo.
    Non amo i fantasy ma in questa trilogia non esiste solo magia, non c'è solo fantasia e immaginazione, c'è amore, c'è mistero, un fantastico thriller fantasy.
    ⭐⭐⭐⭐⭐/5

    RispondiElimina
  29. #OrdineDellaFenice

    Eccoci qua, a lettura finita!
    Devo dire che mi è piaciuto anche questo secondo capitolo anche se, a differenza del primo, a parer mio si capiva fin da subito che questa volta le cose erano reali. Non sarebbe stato intrigante se Jacks/Il Principe di Cuore fosse stato un attore di Caraval (si sarebbe ripetuta la situazioni di Julian, che sembrava un personaggio esterno e invece non lo era).
    Devo dire che, contrariamente ad altri, avevo preferito Rossella come protagonista, perchè più umana, più vera, e con un percorso di crescita più evidente rispetto a Donatella. Tella è sicura di sè, ha un carattere forte, anche quando dubita.
    Mi è piaciuto il suo rapporto con Jaks e con Dante, anche se quest'ultimo all'inizio lo trovavo esasperante... Non ho capito perchè mai Tella dovrebbe essere il Vero Amore del Principe di Cuori, così come non ho capito perchè lui le ha riconsegnato la madre (i patti erano "vinci Caraval e consegnami Legend", non "vinci Caraval e basta").
    Interessante anche ciò che si scopre della madre, non vedo l'ora che si svegli nel terzo libro per sentire ciò che avrà da dire!
    Faccio il tifo sia per le coppie "Rossana" -Julian (anche se ritengo che faccia bene a voler conoscere anche il Conte, fosse anche solo una curiosità) sia per Donatella - Dante (che credo sia davvero interessato a lei, solo che funziona in modalità ON -OFF e quando è concentrato su altro, tipo il trono, sembra freddo e spietato).
    Sono curiosa di leggere insieme anche l'ultimo capitolo per vedere come andrà a finire!!

    RispondiElimina