Translate

domenica 24 maggio 2015

"Angeli e folli" - Dario S. Villasanta


Editore CAVINATO 
Pagine 322
Prezzo cartaceo 10,50 EURO 
Anno prima edizione 2014
Genere: Narrativa italiana 

'Angeli e folli' è un noir crudo e intenso, in cui i tre personaggi principali, Dax, Giulia e Domenico, si scambiano di continuo ruoli e riflessioni. Tentando di salvare una situazione di quest'ultimo che precipita, dibattendosi tra la legge rigida dello Stato e quella altrettanto dura della strada, cementano un rapporto che va al di là del semplice bisogno reciproco e danno vita al sorgere di sentimenti contrastanti. Ribaltamenti di fronte e colpo di scena finale.

 





Quando ho preso in mano questo libro dalla copertina per niente invitante, mi aspettavo il peggio.
Ero già preparata psicologicamente a scrivere una recensione negativa, invece …
Semplice, quasi scontato, non ci sono eventi particolarmente eccitanti, eppure … mi è piaciuto!
Non sarà un best seller, non sarà uno di quei libri che entrerà nella tua top10 superando classici e libri da decine di milioni di copie, ma è decisamente un testo degno di nota. È interessante tutta la psicologia, la realtà, l’attualità racchiusa in queste pagine.
È un libro in grado di farti pensare, riflettere. È un testo “rivoluzione”, i personaggi si impadroniscono della trama rendendola un semplice sfondo alla loro storia comune ma non insignificante.
Un testo in cui i personaggi non sono grandi eroi dalle storie avvincenti o persone dalla vita straordinaria, ma prostitute, malavitosi, ex carcerati e ospiti di case di cura per malati mentali.
Storie di chi la vita l’affronta ogni giorni, di chi viene sconfitto e ricomincia da capo il giorno dopo, ma anche di chi, dalla vita, viene sopraffatto.
Dax, Domenico, Giulia e Marina, quattro storie che si intrecciano, quattro persone diverse tra di loro, vite al gusto di cocaina, passati pieni di oblio e seconde opportunità; quattro amici che hanno deciso di affrontare i problemi insieme … nonostante tutto, nonostante quella loro vita in discesa libera.
Una lettura d’impatto, con un finale criptico che mi rifiuto di vedere completamente nero.
In quell’ultimo capitolo io vedo un nuovo inizio, che parte proprio dalla fine.
Un libro consigliato a chi vuole 322 pagine di realtà, a chi si è stancato dei romanzi pieni di personaggi fortunati la cui storia ha sempre un lieto fine. Un libro per chi, nonostante vada tutto storto, alla vita non rinuncerebbe mai.
Assegno al libro:
3 stelle su 5

Dal libro:

- "(...) direi proprio che la specie umana con le sue comunità è il giardino zoologico per eccellenza del pianeta (...)."

- "Domattina, quando te arzi, te metti davanti allo specchio e te guardi in faccia, e te devi da dì: ho venticinque anni e da oggi ricomincio da capo."

- "Mimmo aveva fatto casino, io mi ci ero infilato in mezzo schierando delle pedine su una scacchiera e queste ormai si stavano muovendo per conto loro, cercando di darsi scacco, ognuna per motivi sui ... Divertente!"

- "Nella vita non smetterai mai di ricominciare da capo. (...) una possibilità in più che, ogni tanto, l'esistenza su questa terra ci regala."

- "(...) si disse che davvero pazzo era stato, ciò non gli avrebbe impedito per forza di volare."

- " Vola Giulia, vola. E più in alto volerai, più il mondo sembrerà più piccolo di te."

16 commenti:

  1. Mmmm no, questo non è il mio genere!

    RispondiElimina
  2. Copertina proprio pessima, ma trama curiosa, dalla tua recensione penso che questo libro faccia per me.

    RispondiElimina
  3. effettivamente, la copertina è proprio brutta XD per ortuna, un libro non si giudica solo dalla copertina!

    RispondiElimina
  4. Quello che dico io! Un libro non si giudica dalla copertina.. Ma siamo onesti xD A volte ti capita di essere in libreria, non avere molto tempo e prendere un libro ad occhi chiusi solo dalla copertina super figa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah XD è verissimo!

      Elimina
    2. Il contrario invece mi è successo proprio qualche tempo fa.
      La copertina lasciava poco a desiderare. L'ho letto perchè ne avevo sentito parlare benissimo. Ed ora è il libro che più mi è entrato nel cuore <3

      Elimina
    3. che libro è? mi hai incuriosita ^_^

      Elimina
    4. I libri dalle copertine affascinanti avranno sempre la precedenza, anche l'occhio vuole la sua parte. Poi se hanno una trama pessima li lascio da parte, ma di sicuro prenderò sempre prima in mano un libro dalla copertina intrigante rispetto ad uno con la copertina scialba.

      Elimina
    5. beh, sono fate apposta ;) devono attirare la curiosità del lettore!

      Elimina
  5. Dalla copertina è un romanzo che non sceglierei mai e sinceramente neanche la sinossi mi fa impazzire, ma ... la tua recensione mi ha fatto ricredere! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia ha questo potere su di noi XD

      Elimina
    2. Lo avrei evitato anch'io semplicemente guardando la copertina. Viva Claudia e le sue recensioni.

      Elimina
    3. Le recensioni di Claudia sono veramente un aiuto prezioso per noi!

      Elimina
  6. Bellissima recensione. E' la prima volta che vedo questo libro. Un noir davvero interessante.

    RispondiElimina
  7. non è il mio genere. quindi passo

    RispondiElimina
  8. Anche io, come te, penserei di dovergli dedicare una recensione negativa. Ma se tu ti sei dovuta ricredere, magari accadrebbe anche con me!

    RispondiElimina