Translate

giovedì 26 maggio 2016

Cosa c'è di nuovo nella mia libreria

Per la rubrica: 

"Visto che ho tanti altri libri da leggere questo mese non compro nulla" quante volte lo abbiamo detto?
Io per prima lo ripeto almeno una volta al giorno, è come un mantra, bellissimo da dire, ti fa stare meglio al solo pensare che seguirai letteralmente il tuo proposto, ma non appena vedi l'oggetto dei tuoi desideri, la tua mente fa cilecca e improvvisamente ti dimentichi di tutto tranne ... di quel meraviglioso libro che deve essere tuo ad ogni costo!
E immancabilmente, nonostante il mio bellissimo mantra, ecco che la settimana scorsa mi arriva direttamente a casa un bel pacco pieno di libri!
Nella foto qui in alto potete osservare il mio bel bottino al cui si aggiungono anche questi qui sotto (lo so sono insaziabile!).


"Shirley"
di Charlotte Brontë
Editore: Newton Compton 

Pubblicato nel 1849, due anni dopo il successo di "Jane Eyre", "Shirley" è ambientato durante le guerre napoleoniche, nello Yorkshire del primo Ottocento, percorso dai fervori dell'industrializzazione e da profonde tensioni sociali. È la storia di due donne, Shirley Keeldar e Caroline Helstone. Ricca ereditiera la prima, orfana nullatenente la seconda: a legarle sono una profonda amicizia e un uomo, Robert Moore, spietato imprenditore tessile oberato dai debiti. Caroline lo ama, ricambiata; Shirley no, ma è a quest'ultima che Mr Moore chiede la mano, per salvarsi dalle difficoltà economiche. In uno straordinario intreccio di romanticismo e analisi delle lotte di classe, Charlotte Brontë delinea il ritratto preciso e particolareggiato di un mondo in drammatica mutazione, e lo fa attraverso gli occhi di una protagonista forte e orgogliosa: il risultato è una modernissima riflessione sulla condizione femminile, che ancora oggi non ha perso nulla della sua lucidità.

"Un volo di farfalle"
di Giovannini Brunella
Editore: Project

Sullo sfondo di eventi quali una sparatoria tra malavitosi e il drammatico naufragio di Lampedusa dell'ottobre 2013, ha inizio l'amicizia tra Anna Paola e Aisha il cui incontro sembra essere già stato scritto. Entrambe ricoverate nell'ospedale di Agrigento, e sottoposte a complicati interventi chirurgici, finiscono in coma e il loro primo incontro avviene in un'altra dimensione. Aisha viene messa a conoscenza dell'esistenza di una cassa, sepolta nel giardino della casa di Damasco, contenente un antico manoscritto lasciato in custodia secoli addietro da un antenato, prima di intraprendere un viaggio dal quale non fece mai ritorno. Anche i nonni di Anna Paola possiedono un libro antico scritto da un lontano avo di origini straniere... In ospedale viene ricoverata un'altra paziente: una bimba di colore figlia di un militare. Si forma un trio molto affiatato e la religione diversa o il colore della pelle sono dettagli privi di importanza mentre invece emergono valori quali l'accoglienza, la solidarietà e l'amicizia.

"Apocalisse anno 10. Viaggio nell'Italia degli zombie"
di Furia Nicola
Editore: Arkadia

Come è mutata l.Italia a dieci anni di distanza dall'apocalisse originata dal risveglio dei morti? Esiste ancora una civiltà? In che tipo di società vivono i pochi sopravvissuti? Per dare una risposta a queste domande una squadra operativa di legionari viene incaricata, dal neocostituito Impero Italico Libero, di attraversare la penisola invasa dagli zombie. Un assortito e stravagante commando, composto da sette miliziani, partirà dal distretto di Centocelle, nelle vicinanze di una Roma oramai consegnata agli zombie, per tentare di raggiungere uno sperduto paese della Basilicata in cui pare si stiano conducendo, in gran segreto, terrificanti esperimenti sui risorti. Li accompagnerà una giovane giornalista allo scopo di documentare l'esito della pericolosa missione. Mille insidie attendono al varco i componenti del drappello e non saranno solo gli zombie a intralciare il cammino. Bande di predoni, riottosi ad aderire alla dittatura militare imperiale, agenti dei servizi segreti deviati ed eserciti di guerrieri adolescenti, figli del nuovo mondo, incroceranno la strada dei protagonisti in un crescendo di azione e colpi di scena. Ma il cataclisma che si è abbattuto in Italia è riuscito a spazzare via i vizi, le ingiustizie e le miserie umane che la caratterizzavano prima dell'alba dei morti viventi?


"Una deliziosa pasticceria a Parigi"
di Laura Madeleine

Parigi, 1909. In una stradina appartata c'è un luogo dove, a ogni ora, il profumo che si sente nell'aria è quello di zucchero a velo e crema pasticcera. La Pâtisserie Clermont è la più elegante della città, famosa per le vetrine colorate di macarons e per la gentilezza di Jeanne, la figlia del proprietario. Eppure Jeanne, dietro le apparenze di ragazza tranquilla e sorridente, ha un segreto. Un amore proibito che non può confessare a nessuno. Quando ha visto per la prima volta Guillaume du Frère, un ragazzo di Bordeaux arrivato in città per guadagnarsi da vivere come ferroviere, è stato per caso. Da allora i due non si sono più staccati, pur sapendo di non avere alcun futuro. Fino a che un terribile tradimento ha svelato a tutti il loro amore, e li ha separati, forse per sempre.
Ai giorni nostri, Petra è una studentessa di storia a Cambridge, che sta studiando la vita di suo nonno, un importante storico, e si imbatte in una strana lettera a sua firma. Datata 1910, la lettera è indirizzata a un certo G. Du Frère, e chiede una cosa sola: perdono. Petra scoprirà così la storia di Jeanne e Guillaume, e la parte che vi ebbe suo nonno, gettando luce su quello che avvenne davvero.
E lo farà andando a Parigi, innamorandosi a sua volta, e parteggiando sempre per quei due amanti del secolo scorso che volevano solo vivere la loro vita insieme.

E nella vostra libreria, cosa c'è di nuovo?

8 commenti:

  1. Shirley mi attira moltissimo... ci faccio un pensierino. Mi piace anche questa edizione. Della stessa ho appena comprato il Don Chisciotte, ma prima di leggerlo devo finire La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, iniziato ieri e divorato già per metà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shirley è molto lento all'inizio ma poi recupera verso metà e la casa per bambini speciali di Miss Peregrine a mio avviso è fantastico!

      Elimina
  2. Non sai quanto spesso mi capita di dire "Per un po' non compro nulla, ho già tanti libri da leggere" e puntualmente mi ritrovo in libreria, a vagare tra gli scaffali alla ricerca del titolo - fosse solo uno! - che tanto desidero ^^
    Mi incuriosisce molto "Apocalisse anno 10 - Viaggio nell'Italia degli zombie"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io è da anni che dico di avere troppi libri .. ma giusto la settimana scorsa ne ho presi altri!

      Elimina
  3. Wow, Claudia, che bel bottino! Di questi non ne possiedo nemmeno uno XD
    Ma Shirley vorrei acquistarlo anch'io, e se esiste in cartaceo anche Una deliziosa pasticceria a Parigi :) Poi mi farai sapere come la pensi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì c'è anche in cartaceo una deliziosa pasticceria a Parigi, e sarà una delle mie prossime letture :D

      Elimina
  4. "Il club dei ricordi perduti", adooooro! **
    "Shirley" vorrei recuperarlo, adoro le Bronte!
    Invece "Una deliziosa pasticceria a Parigi" vorrei leggerlo domani! :3

    RispondiElimina
  5. senza guardarsi indietro com'è?

    RispondiElimina