Translate

venerdì 14 ottobre 2016

Recensione: "Ibrido" - Isa Thid


Editore GDS
Pagine 191
Prezzo ebook 0,99 EURO
Anno prima edizione 2016
Genere: Fantasy

Il Mondo Specchio e il Mondo Umano si sono dissolti originando l’Ibrido.
Lara ha un potere sconfinato, ma nella sua mente ospita un abominio. Vera è la giovane tatuata della Profezia, ma il suo destino le è sconosciuto. Lucia si unisce alla resistenza, ma non può rinunciare alla magia.
Le storie si intrecciano e un mondo nuovo prende forma.

Fin da bambina, Lara è in grado di vedere il Mondo Specchio attraverso qualsiasi superficie riflettente.
Questa sua peculiarità ha spaventato a tal punto i suoi genitori da spingerli a decidere di allontanare la figlia per farla curare.
Le visioni di Lara, però, non sono provocate da una malattia mentale, bensì, sono un dono.
Il Mondo Specchio non è altro che un mondo magico abitato da particolari e strane creature,
Quest'ultimo è diviso dal Mondo Umano e solo speciali persone come Lara possono vedere entrambi i mondi.
Questo fino a quando la barriera che divide i mondi crolla a causa dell'Ibrido.
Un essere umano che nella sua mente ospita un abominio dai vasti poteri, la personificazione
dell'incontro tra realtà e magia.
Questa creatura altri non è che Lara e contro il suo regno si schiererà una vera e propria resistenza, capeggiata da Telemaco e arricchita dalla presenza di Lucia, una strega, una scolta e la sua nuova coinquilina Vera, una ragazza che ancora ignora di essere la protagonista di una profezia tanto temuta dall'Ibrido.
Due mondi stanno per mischiarsi, riusciranno le nostre eroine a ristabilire l'ordine e a ridividere le due realtà?
Un fantasy dalla narrazione poetica, flautata, ricca di creature bizzarre e curiose.
Tuttavia sono diverse le scelte infelici fatte dall'autrice.
Innanzitutto, l'incontro tra Vera e l'Ibrido sembra così assurdo, fuori luogo in quel contesto scolastico.
Poi, davvero? Come si fa a formare una congrega sui forum, per e-mail? A mio avviso, un'idea totalmente priva di magia che stona in quel contesto fantastico.
Comunque, ricapitolando, di positivo questo libro ha senz'altro le numerose creaturine quali Guizzo, lo spirito elementare che abita lo specchio incastonato in un ciondolo.
Inoltre, di positivo c'è anche la trama curiosa, intrigante e ricca di avvenimenti.
Dall'altra parte, però, di negativo abbiamo alcuni dettagli che non si incastrano alla perfezione nella trama.
Traendo le somme, assegno quindi al libro:

3 Wonderland su 5

Dal libro:

- "Non sono altro che il desiderio di te, il tuo negativo impotente."

- "Rimani nascosto, mio più caro segreto e non mi tradire, rimani nascosto finché non potremo mostrarci di nuovo."

- "Il suo riflesso era uguale a lei. Una bambina dai capelli neri, solo che i suoi occhi sembravano biglie di vetro che si muovevano freneticamente, come se annusassero, mentre le membra scattavano in movimenti scomposti."

2 commenti:

  1. Davvero una bellissima recensione, mi ha molto incuriosito. Sarà una delle mie prossime letture

    RispondiElimina