Translate

giovedì 31 marzo 2016

Recensione: "La meraviglia degli anni imperfetti" - Sánchez Clara


Editore Garzanti
Pagine 224
Prezzo cartaceo 17,60 EURO 
Prezzo ebook 6,99 EURO 
Anno prima edizione 2000
Genere Narrativa Straniera 

La luna illumina d’argento la stanza. Fran vuole fuggire da quelle mura e da sua madre che non si è mai occupata di lui. Nel piccolo sobborgo di Madrid in cui è cresciuto passa le sue giornate con l’amico Eduardo e sua sorella Tania di cui è perdutamente innamorato. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi da lui. Figli di una famiglia benestante frequentano le scuole e gli ambienti più esclusivi. Eppure Fran sente che dietro quell’apparenza dorata si nasconde qualcosa. Sente che non sono mai stati del tutto sinceri. Quando Tania sposa all’improvviso un uomo dal passato oscuro, i dubbi si trasformano in certezze. Il fratello comincia a lavorare per lui e da quel momento non è più lo stesso. Fran ha bisogno di sapere come stanno veramente le cose. E una risposta può arrivare solo dalle persone che ha sempre creduto vicine e ora sembrano le più lontane. Ma Eduardo ha bisogno del suo aiuto: gli consegna una chiave misteriosa da custodire chiedendogli di non parlarne con nessuno. Pochi giorni dopo il ragazzo scompare. Da quel momento Fran ha un solo obiettivo: deve sapere cosa è successo. Deve scoprire cosa apre quella chiave. Il suo amico si è fidato di lui. La ricerca lo porta a svelare segreti inaspettati. Lo porta su una strada in cui è sempre più difficile trovare tracce di Eduardo. Perché ci sono indizi che devono rimanere celati e a volte il silenzio dice molto di più di tante parole.

“La meraviglia degli anni imperfetti”, quale Lettore leggendo questo titolo e guardando la romantica copertina può evitare di prendere istintivamente in mano il libro per leggere almeno la trama?
Viene quasi spontaneo il decidere di leggere questo testo, io per prima sono rimasta seriamente colpita dall’aspetto incantevole di questo volume, e dalla profondità che la sua trama emanava. Sono quindi grata all’editore per avermi concesso la possibilità di leggerlo.
La storia di questo racconto si anima sotto i cieli di Madrid e il nostro protagonista è Fran, un ragazzo che seguiamo passo dopo passo, anno dopo anno, incontro dopo incontro, durante il susseguirsi della sua vita.

"Anche noi siamo cambiati e non per questo smettiamo di esistere."

Lo vediamo crescere assieme al suo amico Eduardo e a sua sorella Tania, per cui il cuore del nostro protagonista mai smetterà di battere.
Lo seguiremo durante le sue corse, mentre va al lavoro al videonoleggio, mentre vede per la prima volta la donna per cui sarà disposto ad attraversare il mondo.
Gli staremo accanto anche quando penserà a sua madre che si droga, quando scoprirà che il suo migliore amico è scomparso nel nulla, anche quando vedrà il suo amore giovanile sposarsi.
Attraverso le parole, percorreremo un pezzo della vita di Fran, conosceremo i suoi problemi, quelli di un ragazzo cresciuto in una Madrid disinteressata e fredda.
La storia di questo libro è senza dubbio difficile e problematica.
È il racconto di un ragazzo che affronta la vita come può, che deve convivere con la tossicodipendenza della madre e un manipolo di sogni che difficilmente riusciranno ad uscire dal comodino entro cui sono sigillati dalla realtà.
Come se coesistere con tutto ciò non fosse già abbastanza complicato, allo scenario deprimente si aggiunge anche un pizzico di mistero legato all’improvvisa sparizione di Eduardo e alla chiave che in modo criptico lascia a Fran.
Insomma, questo romanzo, apparentemente, ha tutto ciò che serve per tenere i Lettori con il fiato sospeso e i nervi tesi, peccato che la scrittrice si sia lasciata un po’ troppo andare con le divagazioni.
Si allarga parlando di concetti insignificanti e di nessun interesse, finendo con il diventare noiosa e apatica.
Inserisce nel libro numerosi eventi, il problema di fondo però è: dove vuole andare a parare?
Tutto quello che accade nel testo, alla fine dove porta? Cos’è che la scrittrice ci vuole dire con questo racconto?
In aggiunta a questo, devo ammettere che i personaggi mi hanno delusa. Nonostante le vicissitudini
traumatiche che li riguardano, non sono stati in grado di trasmettermi nulla, erano come privi di emozioni.
La trama, in conclusone, è sì potenzialmente interessante, ma è poi stata sviluppata in modo forse troppo affrettato e superficiale.
Peccato che la scrittrice non si sia sforzata maggiormente, questo volume poteva rendere meglio.
Assegno al libro:
3 stelle su 5

Commenti dal gruppo di lettura: 

Irene:
"Finalmente l'ho finito!!! Non mi ha fatto impazzire, forse non era il momento giusto per leggere questo libro.. Ma l'ho trovato lento, a tratti noioso.. !!!"

Dal libro:

- "La nostra capacità di amare è imperfetta proprio come noi."

- "E' incredibile che la felicità a volte risieda in cose talmente piccole che non riusciamo mai trovarle."

- "Davanti a un sogno si dubita, ma non davanti alla realtà. E' questa la grande differenza, La realtà è indiscutibile."

7 commenti:

  1. Ho questo romanzo in lista praticamente da quando è stato pubblicato...
    Avevo deciso di segnarmelo perchè mi aveva colpito la trama oltre che copertina, che trovo sia bellissima ♡
    Ma la tua recensione mi lascia un po dubbiosa sul fatto di acquistarlo o meno, magari lo prendo prima ebook, e poi al limite se mi piace lo prenderò cartaceo...
    Poi ovviamente ti farò sapere la mia opinione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io spesso compro in cartaceo libri letti in ebook :)
      Questo è il primo testo dell'autrice che ho letto e non mi ha entusiasmata per niente, però spero di avere anche la tua opinione, sono curiosa.

      Elimina
    2. Certo... ti farò sapere non appena lo leggerò :)

      Elimina
  2. Sinceramente sono completamente d'accordo con te. Non mi ha trasmesso nessuna emozione e mi ha annoiata terribilmente. E te lo dice una che AMA i libri della Sanchez.. ma questo proprio no! Dunque, dato che ho letto che è il primo che leggi, ti prego non fermarti a questo. Leggi altro! Io ti consiglio "La voce invisibile del vento", è il mio preferitoo! **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari dovrei proprio tentare con un altro suo testo, seguirò quindi il tuo consiglio, grazie :)

      Elimina
    2. Io adoro quest'autrice, quindi sono di parte! I miei preferiti sono quello che ti ho detto e "Le cose che sai di me". "Il profumo delle foglie di limone" mi è piaciuto relativamente, però non è male! Io devo leggere il seguito! :3

      Elimina
  3. dicono che la sanchez scriva bene. vedremo

    RispondiElimina