Translate

domenica 26 aprile 2015

"L'egoismo del respiro" - Giada Strapparava


Editore LETTERE ANIMATE 
Pagine 347
Prezzo ebook 1,99 EURO
Anno prima edizione 2015
Genere: Thriller 


Cuoco in una tavola calda a Sacramento, ottimo amico per i colleghi e quasi un figlio per i titolari. Una vita normale e soddisfacente se non fosse per l'innato istinto omicida e un personale senso di giustizia: Colton Miller è un'anima selvaggia, che ama uccidere i peccatori e che si diverte a cercare lo sgomento negli occhi delle sue vittime, decifrandone gli ultimi inutili pensieri;
un'ombra tormentata dagli orribili e confusi ricordi d'infanzia, in cui la violenza tocca gli apici dell'inconscio e si mischia all'angoscia più profonda. Ma il passato non è l'unica cosa da cui scappare. C'è qualcos'altro, lì fuori: una minaccia. Un'entità che inizia a tormentarlo; qualcuno disposto a schiacciare chiunque si metta sulla propria strada. In tutto questo chi è la vittima e chi il carnefice? Ma sopratutto, dove finisce l'agonia e inizia il piacere?!








La storia di cui vi sto per parlare non può essere descritta con l’aggettivo “comune”.
Colton, è il cuoco della tavola calda Hall Bar ed è … un serial killer!
Il suo macabro hobby è uccidere peccatori, uomini che hanno tradito la moglie, vagabondi che di notte si trasformano in ricchi scorbutici, donne che si insinuano nei matrimoni altrui, ma la sua furia, a volte, si abbatte anche sugli amici …
Il suo passato è costellato di buchi neri, per qualche sconosciuto motivo, Colton non riesce a ricordare la sua infanzia, la sua famiglia, l’evento che gli ha fatto dimenticare ciò che era.
Vive un’esistenza solitaria, quando non lavora si diverte ad uccidere, non ha una famiglia (e forse era meglio così, visto come andrà a finire), ha l’HIV, si sente forte, infallibile, questo fino a quando nella sua vita entra prepotentemente un altro killer.
Sfortuna o karma? Ora è Colton la preda, un cacciatore più brutale di quanto lui sia mai stato gli sta dando la caccia.
La citazione di Osho ad inizio libro riesce a racchiudere perfettamente il cuore del libro: “L’egoismo fa parte della tua natura, lo devi accettare” e Colton la sua natura perversa l’accetta senza rimorsi.
Un libro disumano, pieno di psicopatici, intriso di odio e follia.
Alcune descrizioni sono imprecise e confuse, e nonostante il libro sia stato corretto più volte, alcuni errori persistono.
Inoltre, non capisco come sia possibile che così tanti serial killer coesistano nella stessa città, neanche fosse Starling City! Sinceramente, se nella mia città ci fossero degli assassini che sventrano donne incinte e si cibano delle loro carni, beh io mi trasferirei immediatamente! 
Il protagonista, Colton, ha come minimo un disturbo bipolare! E' dolce e appassionato con la sua nuova ragazza e brutale con le sue vittime. E' gentile ed educato con i suoi colleghi, che lo considerano, tra l'altro, uno di famiglia, ma quando esce dal lavoro si trasforma in un killer spietato senza pietà. Un personaggio decisamente singolare!
La scrittrice, alla fine dei ringraziamenti, scrive una frase alquanto inquietante: “L’egoismo del respiro non è fantasia, sono io.”
Beh, ho trovato questo libro macabro e perverso, non ho idea di come si possa anche solo immaginare una brutalità simile, e spero tanto che quella frase sia stata scritta in senso metaforico, altrimenti c’è da preoccuparsi sul serio.
I libri dovrebbero regalare sogni, non incubi. Questo libro di incubi ve ne regalerà parecchi!
Un lettura decisamente ben lontana dall'essere descritta con il termine “rilassante”
Dracula era perverso, ma anche i serial killer in questo libro non sono da meno, e la cosa che più mi fa ribrezzo, è che Colton ed i suoi compagni di omicidi non sono creature demoniache, ma esseri umani senza anima. Non so di chi avere più paura.
Se siete impressionabile, deboli di cuore o facilmente influenzabili: NON leggete questo libro! A tutti i coraggiosi che vorranno intraprendere questa lettura, invece, non mi resta che augurargli: buona lettura!
Assegno al libro: 
3 stelle su 5 

Dal libro: 

- "Le persone finiscono per richiamare la morte. (...) Non capiscono che dono è la vita e cosa tengono tra le mani. Non comprendono l'infinita meraviglia che giace nel loro respiro, in un battito di ciglia."

- "La gente possiede tutto, possiede l'indispensabile per sopravvivere, eppure si ostinano a desiderare di morire, perchè la loro esistenza non è abbastanza appagante. E' questo che mi spinge a uccidere le persone."

- "E' il dolore che fa cambiare le persone."

- "(...) un inspiegabile bisogno di uccidere chi non meritava di vivere."

- "Il giusto e il sbagliato sono solo dei preconcetti creati dall'uomo per giustificare le sue scelte."

- "Papà ha preso un grosso impegno da oggi in poi. Per tutta la tua vita si occuperà di te, ogni ora della tua vita. Quando sarai più grande capirai che è l'impegno più bello che potesse prendere."

14 commenti:

  1. Solo le prime righe mi fanno paura :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche l'immagine di copertina non è da meno!

      Elimina
  2. Non è decisamente il mio genere. Questa volta passo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo l'avessi letto a dir la verità XD

      Elimina
    2. No, mi è bastato leggere la trama!

      Elimina
  3. Io sono indecisa :/ mi piacerebbe leggere qualcosa di diverso, di più forte di quello che leggo abitualmente...però sono anche una fifona! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenta! Consiglio --> Non leggerlo di notte!

      Elimina
    2. ahahah XD grazie ^_^ seguirò senz'altro il tuo consiglio!

      Elimina
  4. Risposte
    1. ahahah XD Vale, facciamoci forza e leggiamolo insieme a sto punto XD

      Elimina
    2. A parte gli scherzi, potremmo creare un club del libro ^_^

      Elimina
  5. Il macabro posso reggerlo, ma unito al perverso... No no! Passo!

    RispondiElimina
  6. In effetti non mi sembra molto rilassante eh.. aiuto ahahahahha

    RispondiElimina