Translate

sabato 24 settembre 2016

Recensione: "Gli otto sigilli" - Calonaci Claudia


Editore Moderna
Pagine 232
Prezzo cartaceo 12,75 EURO 
Anno prima edizione 2015
Genere Fantasy 


Nell'eterna lotta tra il bene e il male, Regan, il signore della magia oscura, fu alfine sconfitto, non prima di aver seminato terrore e morte attraverso le Otto Terre. Solo l'alleanza degli otto popoli, guidata dal re degli uomini Asiter, era stata in grado di vincerlo. Per scongiurare per sempre la minaccia, Celio, il grande mago, imprigionò l'anima di Regan in una gemma, la quale fu spezzata in otto parti, ognuna delle quali fu affidata in custodia a ognuno dei popoli. Ma dopo dieci anni Rin, fedele e crudele seguace di Regan, ordisce una trama per riportarlo in vita. Sotto la congiunzione astrale e seguendo le istruzioni del libro magico, le otto parti della gemma potranno essere riunite, riportando in vita Regan. Per contrastarlo deve essere siglata una nuova alleanza, unitamente all'aiuto delle prescelta della Grande Madre. Solo così potrà esserci la speranza di impedire il risorgere del male.

Ida è una ragazza dai capelli azzurri davvero speciale ma lei ancora non lo sa. Sua madre viene uccisa a la loro casa saccheggiata.  Ida si sente spaesata e confusa. Vuole fuggire dalla sua vita, ha bisogno di voltare pagina. Decide quindi di andare a Surin, dove incontra il principe Elias che le offre un tetto sopra la testa e un lavoro come governante. Ed è proprio qui che alcuni  tasselli mancanti riguardanti la sua vera identità verranno allo scoperto e la porteranno ad indagare sulle sue origini e a trovare finalmente se stessa.
Nel frattempo, mentre Ida è alla ricerca delle proprie origini, Otto terre diverse tra di loro stanno per essere attaccate da un unico nemico assetato di sangue e potere che diffonde morte e distruzione ovunque vada.
Riuscirà Ida a fermare il male o finirà con il soccombere ad esso?
A mio parere questo libro non ha niente di speciale. Credo sia troppo banale sia dal punto di vista degli eventi narrativi, sia per quanto riguarda la trama, che penso sia davvero scontata.
In genere non amo il genere fantasy, speravo però di ricredermi grazie proprio a questa lettura, ma non è andata così.
Tuttavia, ho trovato le descrizioni estremamente interessati. È stata un’ottima scelta quella di conciliare la parte più surreale a quella che invece a livello di sentimenti e stati d'animo può avvicinarsi ad un'ipotetica vita quotidiana.
È stata inoltre brava, l’autrice, a separare l'analisi della protagonista dalle azioni di terrore che le fanno da contorno.
Il libro poi è popolato da un set vario di personaggi e caratteri.
Una ragazza che ama la solitudine, stanca ed esausta che si chiude nella sua stanza e scoppia a piangere, che ha bisogno di qualcuno al proprio fianco che la convinca che può farcela, che è forte e tenace. Un ragazzo comune, come tanti, che incontra una ragazza e se ne innamora e non può fare a meno di accudirla, proteggerla e prendersene cura.
Un padre e un uomo autoritario che mette da parte l'orgoglio, migliora i  suoi rapporti con il figlio e ritrova l'appoggio di vecchi amici  facendo un passo indietro.
Un mago che può essere considerato benissimo un semplice, grande amico provando ad immaginarlo in una vita molto più concreta e realistica, insomma mi piace il fatto che i personaggi siano a tutto tondo e che il lettore possa riscontrare aspetti del proprio carattere, in ognuno di essi .
La narrazione purtroppo è lentissima e il libro non scorre. Gli unici momenti in cui la lettura era  abbastanza gradevole erano quelli in cui Ida e il principe si incontravano perché davano un tocco di rosa e uno raggio di emozioni a tutto il romanzo.
Infine ho assolutamente odiato il modo in cui il libro è terminato, viene troncato nel mezzo di una vicenda importante, ci sarà forse un seguito?
L'autrice viene in soccorso affermando che sì, ci sarà un seguito che uscirà proprio a Novembre.
Per il momento, assegno al libro:

3 Wonderland su 5

Recensione a cura di:
Dal libro: 

- "Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e le vostre intuizioni."

- "Cara Ida , a volte sul nostro cammino possiamo incontrare diversi ostacoli che ci confonderanno e ci metteranno a dura prova ma di fronte ad essi non dovrai arrenderti perché quello sarà il momento giusto per cominciare a lottare trovando così, anche nel buio più assoluto,  una nuova luce che sarà in grado di aiutarti a superare le tue paure."

- "Sei una persona magnifica e una figlia invidiabile, chiunque ti vorrebbe come tale. Tuo padre ti accoglierà a braccia aperte e tu ti sentirai a casa sin dal primo momento. Sii te stessa e vedrai che tutto andrà a gonfie vele."

1 commento:

  1. Non sembra male, anche se non è il genere che leggo solitamente!

    RispondiElimina