Translate

mercoledì 21 settembre 2016

Recensione: "La distanza tra me e te" - Lucrezia Scali


Editore Newton Compton
Pagine 288
Prezzo cartaceo 9,90 EURO 
Prezzo ebook 2,99 EURO
Anno prima edizione 2016
Genere Romanzo Rosa  

Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico.
Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino,
dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...


Isabel è una donna estremamente organizzata e prevedibile. La sua vita è "un lancio nella prevedibilità con il paracadute ben stretto sulla schiena."
La sua quotidianità è meticolosamente programmata, niente sfugge al suo controllo, tranne ... un incontro inaspettato.
Isabel è mantenuta dal marito, sempre oberato di lavoro. Il loro matrimonio è praticamente perfetto, almeno fino a quando lei non si imbatte in qualcosa di ancora più perfetto.
Isabel passe le giornate a mantenere pulita e in ordine la casa, a farle compagnia c'è Frida, la sua Australian Shepherd, con la quale ama partecipare anche alle gare di agility.
Durante una di queste competizioni, Isabel si scontra letteralmente con Andreas, un ragazzo che come lei, possiede un  Australian Shepherd con il quale partecipa alle gare.
A differenza di Isabel, Andreas è un grande lavoratore. Ha un'officina , ereditata dal padre, e convive con la sua ragazza: Regina.
Tra Andreas e Isabel è antipatia a primo sguardo, non fanno che litigare fin da subito ma questo loro astio si smorzerà poi con il tempo.
Galeotta fu quella chat su Facebook che permise di unire i due cuori distanti di Isabel e Andreas.
Messaggio dopo messaggio i due si conosceranno meglio, tanto da mettere a rischio le loro rispettive relazioni.
Andreas e Isabel tradiranno i loro rispettivi compagni o riusciranno a rimanere loro fedeli?
La scrittrice è riuscita a donare a questa storia un set di personaggi che vanno dallo straordinario all'insopportabile.
Mattia è marito perfetto, mantiene la moglie permettendole così di seguire le sue passioni, ed è anche un compagno dolce e premuroso, tanto che è disposto a parlare con Isabel al cellulare per ore per tenerle compagnia mentre ritorna da una delle sue gare. Tra lui è la moglie c'è un ottimo rapporto, una comunicazione eccezionale, un feeling sorprendente e questo mi porta a criticare pesantemente Isabel.
Mattia non fa che assecondarla, sostenerla, amarla profondamene e lei che fa? Tradisce la sua fiducia, gli racconta bugie su bugie, e per cosa poi?
Isabel è una codarda, una vigliacca di prima categoria, è una di quelle persone che rinunciano alla Lei gioca con i sentimenti di due uomini fantastici, li fa soffrire e altro che amare, una così è da detestare!
felicità perché hanno troppa paura di affrontarla, di conquistarla, di stravolgere la loro vita per un futuro migliore.
Vuole Andreas ma non vuole far soffrire il marito (che non se lo merita proprio un trattamento simile) e qui mi chiedo: se non volevi farlo star male, non potevi pensarci prima di buttarti in una storia con Andreas?
Isabel non sa cosa vuole, non lotta per scoprirlo, è un personaggio decisamente fastidioso!
La storia che la riguarda però si legge con gran piacere, le pagine scorrono che è una meraviglia.
La trama non è piena di eventi, è un po' piatta e finisce proprio quando non dovrebbe! Il libro si
interrompe nel momento in cui le cose si fanno interessanti! Tempismo sbagliato!
C'è da dire, però, che Lucrezia Scali riesce meravigliosamente a racchiudere nei suoi libri l'amore e l'affetto che scorre tra padroni e animali. Con poche parole cariche di emozioni riesce a trasmettere, a far comprendere ai Lettori quel sentimento di profonda amicizia che lega un uomo al suo cane.
Con una trama semplice, inoltre, la scrittrice riesce a creare un'opera che saprà come tenervi compagnia e rilassarvi.
Una lettura che sprigiona sentimenti contrastanti.
Un libro a cui assegno:
3 Wonderland su 5

Dal libro:

- "Perché da quando c'era lei io mi sentivo meno sola."

- "Vedo nero davanti a me e vorrei solo sentire le mia coccinella portafortuna per calmarmi."

- "E poi arrivi tu, bussi e mi chiedi il permesso di accomodarti dentro mia vita."

- "Sto cercando di trovare un ordine al disordine che il tuo passaggio ha creato, e non so da che parte iniziare."

10 commenti:

  1. Concordo con la tua recensione. Anch'io ho dato la valutazione 3 su 5 perchè non mi ha appassionata come credevo. C'è quel qualcosa che manca, anche se è una storia carina e che si legge con facilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho dato 3 per Isabel soprattutto e perchè come dici tu, mancava qualcosa nella trama, è troppo lineare e il finale! Sul più bello si è fermata! Grr

      Elimina
  2. Nonostante la tua valutazione, non nascondo mi incuriosisce! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo consiglio sicuramente per la parte legata ai cani e alla trama, ma non per la protagonista, una delle poche pecche di questo libro.

      Elimina
  3. Questo libro minincuriosce tantissimo! Mi piacerebbe leggerlo...

    RispondiElimina
  4. Io non ho mai letto nulla di quest'autrice e volevo proprio dare una possibilità a questo libro! Davvero la protagonista è così insopportabile? Peccatoo! Ci proverò lo stesso! :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che si decidesse una buona volta, l'ho trovata insopportabile e capricciosa.
      Ti consiglio magari di leggere altro dell'autrice, di non iniziare proprio da questo

      Elimina
    2. No? Ci penso dai! Però prima o poi vorrei leggerlo!

      Elimina
  5. Ce l'ho e mi è piaciuto molto!

    RispondiElimina