Translate

domenica 22 gennaio 2017

Recensione: "25 grammi di felicità" - Antonella Tomaselli, Massimo Vacchetta


Editore Sperling & Kupfer
Pagine 184
Prezzo cartaceo 17,00 EURO
Prezzo ebook 9,99 EURO
Anno prima edizione 2016
Genere Storie Vere

"Ma perché lo fai? Cosa ti rendono i ricci?" "Mi rendono felice." "Te ne potresti occupare tu per questi due giorni?" Inizia più o meno così l'amicizia tra Massimo, veterinario specializzato nei bovini, e un riccetto orfano. Il cucciolo ha pochi giorni, è tutto rosa, e ha sul dorso una corona di aculei bianchi e morbidi, un po' scomposti. Pesa solo 25 grammi e pigola piano: ha fame, o freddo, o forse si sente solo. Un pianto tanto disperato che scalfisce la corazza di abitudini e apatia che Massimo si è costruito. È così che Ninna - sì, perché il riccetto spettinato si rivela una femmina - stravolge la sua vita con la forza della sua personalità. È curiosa e appena "annusa" novità si affaccia dal suo rifugio; è giocherellona, e si diverte a
rovesciare con il naso la ciotola dell'acqua; è affettuosa e lo lecca pazza di gioia dopo una lunga assenza. Però è anche un animale selvatico e reclama la sua libertà: la gabbia le va sempre più stretta e la sua felicità è fuori nei boschi. In questo libro, Massimo Vacchetta racconta lo straordinario incontro che lo ha aiutato a uscire da un periodo buio e gli ha dato un nuovo scopo: creare un centro di recupero per i ricci, una specie minacciata dalla nostra disattenzione, e aiutare gli esemplari in difficoltà. Come Trilly l'impenitente dongiovanni, o la fragile Lisa che ha conquistato tutti con il suo sguardo, o Zoe che ha saputo resistere a ogni colpo. Animaletti feriti, maltrattati, indifesi, ma in grado di trasmettere una grande voglia di vivere.

Siamo nel maggio del 2013 e Massimo è un veterinario alla ricerca di qualcosa che dia senso alla sua vita, cerca un progetto in cui credere, in cui buttarsi con entusiasmo.
Ed è allora che arriva Ninna.
Una sera, Massimo deve sostituire un collega e nell'ambulatorio di quest'ultimo trova una riccetta, piccola piccola, ha solo pochi giorni e pesa appena venticinque grammi, un concentrato di tenerezza e fragilità. Una signora l'ha trovata nel suo giardino e incapace di prendersene cura l'ha portata dal veterinario Andrea, e lì Massimo la vede e decide di portarsela a casa per meglio prendersi cura di lei.

"E in un istante, come folgorato, sentii la sua solitudine."

Con l'aiuto di Giulia, vicepresidente della "Milano Natura" ed esperta nella cura
di ricci, Massimo riesce a salvare la piccola Ninna e a farla crescere, assieme alla sua nuova passione per questi animaletti indifesi.
Dopo Ninna, infatti, Massimo decide di occuparsi di ricci, tanto che nella sua mente balena l'idea di aprire un centro apposta per loro.

"Dai cuori grandi si può solo imparare. Sanno donare in un battito."

Ed ecco come una piccola riccia ha cambiato la sua vita e dato una svolta al suo destino.
In questo libro leggerete la storia di Massimo e dei ricci che ha curato, scoprirete quanto amore mette nel curarli, con quanta passione e vitalità si prende cura di loro.

"Gli animali sono meravigliosi. Sono un patrimonio. Tutta l'umanità dovrebbe rispettarli. E rispettare la natura."

La sua storia è narrata da Antonella, che adotta un tipo di scrittura molto semplice, frasi corte e non troppo elaborate.
Il testo è narrato in prima persona, è Massimo stesso a raccontarci la sua vita attraverso la scrittura di Antonella.
E' un libro davvero pieno di entusiasmo e amore, di comprensione e trasporto.
E' un libro dolce come il musetto dei ricci, commovente e pieno di umiltà.
Una lettura che per quanto breve ti riscalda il cuore e ti dona la speranza di un mondo un po' migliore.

"Invece, ogni creatura, anche la più piccola, è preziosa. E' una vita, soprattutto. Ma è anche un segmento importante per il nostro pianeta, un tassello senza il quale il puzzle non è completo, un elemento indispensabile per l'armonia del tutto."

Sono rimasta colpita da questo testo, più del previsto ed è con grande trasporto che vi consiglio questa lettura amabile e toccante, al cui interno troverete anche vari immagini dei ricci aiutati da Massimo.
Assegno al libro:

- Trama: 4 - Narrazione: 4 - Personaggi: 5 - Cover: 4 - Finale: 4 -

4 Wonderland su 5

Dal libro:

- "La perfezione della natura è irraggiungibile."

- "Certo che qualcosa lo avevo imparato, per esempio che i ricetti possono soffrire di mal d'auto e possono anche evitarti delle multe."

- "Fidati del suo comportamento. Lei lo sa."

6 commenti:

  1. Ciao nuova iscritta, non avevo mai sentito parlare di questo libro ma è davvero tenerissimo saranno le immagini scelte per la recensione ma mi avete fatto venire voglia di leggerlo. Bellissimo anche il blog a tema Alice davvero originale. Se vi va passate dal mio, mi farebbe piacere complimenti ancora :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) sì, hai ragione, è un libro davvero dolce <3 al suo interno ci sono anche tante immagini di teneri riccetti che Masssimo ha aiutato.

      Elimina
  2. ciao cara! Blog fantastico, mi sono iscritta tra i lettori fissi e mi sa che ci leggeremo spesso :) il libro sembra molto nelle mie corde, i ricci poi sono così carini... penso di prenderlo su amazon, a breve! Bacioni
    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! è un libro davvero davvero tenerissimo! Ti piacerà :)

      Elimina