Translate

lunedì 26 settembre 2022

Recensione: "Bellicrepa - La Danza Armata" - Alexander Ackermann


Che dire era da tanto che volevo leggere il seguito, praticamente da quando ho terminato la lettura del primo dato anche com'era finito il precedente capitolo!!
Per non parlare del disastroso epilogo che preannunciava non pochi guai!
Difatti, dopo le peripezie del primo volume, Fallon, grazie al fratello Thomas, trova finalmente un posto sicuro, una scuola in Germania dove ricominciare a vivere in pace, lontana dai nemici che la perseguitano.
Tutto procede bene, dopo una breve gita in Turchia, Fallon arriva a Monaco e incomincia a frequentare la scuola, fa amicizia con tre ragazze dolci e simpatiche a cui pare non dare fastidio il comportamento un po' "asociale" di Fallon, ma come sappiamo niente dura per sempre e molto presto la nuova normalità di Fallon verrà presto distrutta brutalmente.
🤐NO SPOILER! NO SPOILER!🤐

"Che cosa era accaduto prima? Che cosa era quella sensazione di potenza che si impossessava di lei nei momenti meno opportuni? Quella forza, quell'energia che aveva scatenato dentro di sé per riuscire a mettere a tacere una situazione che sarebbe divenuta scomoda per lo stesso Caesar? Perché l'avevano ascoltata?"

Il responsabile di tutto ciò è Novobak, un vecchio nemico che Caesar creda di aver ucciso mooooolto tempo fa che ha indetto questa "Bellicrepa" ovvero una specie di evento di gala, apparentemente una danza, dove ci saranno indovinelli, sangue, molte uccisioni, coppie, finché solo una resterà, il tutto condito da illusioni, trabocchetti psicologici, tranelli, per far credere cose che in realtà non sono. L'obiettivo principale di Novobak? Uccidere Caesar, ma prima far ricordare a Fallon chi è lei veramente, per toglierla di mezzo e aver campo libero verso un Caesar ormai mentalmente a pezzi. Davvero un essere spietato.

 "Vedi, Fallon, Caesar può contare su una cosa che solo in pochi possono sostenere di aver ottenuto nelle loro lunghe, eterne vite: l'amicizia di Lucifero.

Cos'altro dovete aspettarvi da questo libro? Ricordi vaganti che appaiono e scompaiono, combattimenti, lotte interiori, struggimenti emotivi, tremori, disperazione!
Un sacco di emozioni insomma, è difficile non spoilerare, perché è tutto un susseguirsi di eventi, 
Bello davvero, mi è piaciuto, tutto il libro è davvero molto scorrevole e intrigante, succede sempre qualcosa è davvero difficile smettere di leggerlo, la curiosità è sempre tanta, infatti gli ultimi cinque capitoli circa, da quando inizia la danza non l'ho mollato un secondo!
Questo libro rispetto al primo è più "on the road", passiamo per vari paesi e conosciamo anche nuovi personaggi, come Scarlett che gestisce il punto di ritrovo per demoni "Al Tengri", un posto dove Fallon si sente subito a casa e benvoluta da tutti e poi c'è Eliza, che per farla semplice possiamo definirla come una strega molto in gamba!
Basta, penso di aver detto tutto quello che volevo dire, avanti con il prossimo volume!

"Se è questo quello che ti preoccupa, la risposta è no e sì allo stesso tempo; ama me, ama te. È uguale."

Recensione a cura di