Translate

mercoledì 31 marzo 2021

Book Challenge - Aprile -



Benvenuti miei cari Lettori
nel Giardino segreto del Torneo dei Lettori Professionisti.
Prendete posto sulle panchine e non calpestate i fiori
ma fate presto!
La limonata sta per finire.

Per partecipare:

- Essere lettori fissi del blog




Traccia Compleanno d'Autore
Potete leggere uno o più libri di autori che compiono gli anni durante quel mese.
Vanno bene anche libri scritti da più autori.
Qui potete trovare qualche spunto: link

Traccia Cascata a Incastro
Ogni mese metterò una foto, voi dovrete leggere un libro che in copertina ha quel dettaglio, poi potete collegare altri libri a questo (massimo di 3 collegamenti).


Una porta

Traccia Normale 
Dovete leggere un libro che si collega a questa traccia. Potete leggere più libri per questa traccia ma dovete sempre collegarli alla mia traccia.

Un libro in cui c'è un segreto

Traccia Alfa/Editore
Ogni mese assegno una lettera e un editore. Potete leggere un libro dell'editore scelto ma scritto da un autore il cui cognome inizia con la lettera scelta.
Non sono accettati libri scritti da più autori.

M/Piemme

Traccia a Sorpresa
Ogni mese vi proporrò una di queste tracce:
Scatola delle parole: scelgo tre parole e voi dovrete abbinare ad esse uno o più libri. I libri scelti devono essere collegati a tutte le parole.
Estratto: scelgo una frase da una canzone, una poesia o una citazione e voi dovrete collegare ad essa uno o più libri.
Artista: scelgo un quadro, una scultura, un disegno e voi dovrete abbinare ad esso uno o più libri.

Scatola delle parole

Ape - Giardiniere - Altalena


Traccia Gold
Il libro scelto per la lettura mensile (gruppo lettura --> link)


Ebook a 9,99€ 👉 Amazon

Traccia Annuale 
Una traccia extra, più impegnativa delle altre, che fa guadagnare più punti al lettore. Avete tempo tutto l'anno per completarle.
Ogni traccia può essere fatta solo una volta.

1. Scegli 10 libri da leggere prima della fine dell'anno.
2. Leggi 3 libri da cui sono stati tratti film o serie tv (Lost in Austen)
3. Una serie di libri le cui prime lettere del titolo formano la parola AUSTEN (Lost in Austen)
4.  Leggi 5 libri, ognuno ambientato in un diverso continente: Europa, Africa, Asia, America, Oceania (Lost in Austen)

Lost in Austen 823
Bambini Sperduti 729
Ladre di Libri 616
Ordine della Fenice 489

Caccia al libro - Challenge Family
Un vostro parente dovrà cercare, leggere e recensire un libro che rispetti la mia richiesta.

Un libro con un giardino in copertina 

Venghino, signori venghino
Si affrettino,
La Challenge sta iniziando.

lunedì 29 marzo 2021

GDL "Le pietre magiche di Shannara" - Terry Brooks


Miei cari lettori,
ho il piacere oggi di ospitare Alessia e la sua recensione al libro "Le pietre magiche di Shannara".

Con il gruppo di lettura organizzato da Emanuela Brancato del blog Confidenze Librose e con la partecipazione di Giulia Capacchietti del blog il Club delle lettrici compulsive eccoci giunte alla fine di questo meraviglioso libro.
Come sempre quando si tratta di Terry Brooks probabilmente non riuscirò mai ad essere del tutto obiettiva, ma ritengo che questo secondo libro sia il suo libro migliore, per me è un piccolo capolavoro. Un romanzo high fantasy classico, di altri tempi, si sente tutto nel linguaggio scelto e nello stile narrativo, una trama in fondo molto tradizionale con un evento drammatico che porta ad una scelta dell’eroe riluttante e al suo viaggio, spesso in compagnia, per portare a termine la missione e salvare il mondo. Qui troviamo tutto questo, ma sviluppato in modo magistrale, c’è più azione, combattimenti ed intrighi politici, c’è sentimento, emozione, c’è una capacità descrittiva eccezionale, sembra di vivere le scene dal vivo, ma soprattutto c’è un finale che non ti aspetti, originale la scelta di non avere un lieto fine nel classico significato del termine, una scelta coraggiosa che ho molto apprezzato, da adolescente un po’ di meno lo ammetto.


Sono passati circa cinquant’anni dagli eventi narrati nella Spada e ci troviamo a cambiare del tutto ambientazione, questa volta siamo nelle terre dell’Ovest, nelle terre degli Elfi dove l’albero magico a protezione del Divieto si sta indebolendo ed è prossimo alla morte con la conseguenza che i Demoni rinchiusi al suo interno sono liberi di invadere il mondo, l’unica speranza è che uno degli Eletti che servono l’Eterea bagni un suo seme nel Fuoco di Sangue, una località mitica e non bene localizzata.
L’unica che può portare a termine la missione è la giovane nipote del Re degli Elfi, Amberle Elessedil, un’insegnante che ha rifiutato il suo compito da Eletta per dedicarsi totalmente ai più deboli, verrà accompagnata nel suo viaggio da Wil, il nipote di Shea Ohmsford, un apprendista guaritore presso gli Gnomi e unico possibile utilizzatore delle elfiche Pietre Magiche indispensabili nella ricerca, tutti e due i ragazzi si troveranno a dover abbandonare la loro vita e i loro sogni per affrontare una missione impossibile ed a fronteggiare il male più puro. 


Abbiamo quindi due filoni narrativi, da una parte gli Elfi ed Allanon, che ritroviamo più pieno di segreti che mai, che tentano in tutti i modi di arginare i Demoni e far guadagnare tempo ai due ragazzi e dall’altro il viaggio di Amberle e Wil alla ricerca del Fuoco di Sangue.
La parte dei due ragazzi è quella che ho preferito, hanno avuto un percorso di crescita ed accettazione straordinario, di fronte a mille difficoltà troveranno la forza dentro di sé per affrontarle e maturare insieme in un crescendo di rispetto, amicizia, amore e sacrificio.
In questo libro c’è tanto di tutto: avventura, colpi di scena, sofferenza, amicizia, coraggio, un inno alla vita, alla bellezza ed al rispetto della natura; personaggi nuovi e memorabili, il principe Ander, il comandante del Libero Battaglione Stee Jans, la conturbante Nomade Eretria e il giovane Cavaliere Alato Perk, tutti lasciano il segno e conquistano un posto nel cuore e ho molto apprezzato il conoscere meglio il popolo degli Elfi e l'originalità dei Demoni imprigionati nel Divieto.
Il finale è perfetto e commovente, giuro che non riesco a non piangere ogni volta che lo leggo, un libro da leggere, a qualsiasi età, non ve ne pentirete.

Come sempre un enorme ringraziamento a Claudia che mi ha ospitato nuovamente sul suo blog!

Alessia

sabato 27 marzo 2021

Recensioni: "Gente di Dublino" - "Juvenilia" - "Il segreto del bosco"


"Juvenilia" di Jane Austen

Pagine 370
Genere Classico

Originalità 8
Trama 7
Narrazione 8
Personaggi 8
Descrizioni 7
Ambientazione 7
Finale: Ce ne sono tanti

Voto Finale: 8

Questa raccolta è suddivisa in tre volumi. Ogni volume contiene racconti, romanzi epistolari o drammi teatrali. Ci sono anche le biografie di alcuni monarchi inglesi in versione umoristica.
Ogni storia ha protagonisti diverse e ogni raccolta è dedicata dalla Austen a parenti o amici diversi.

👉 Il primo volume è il più divertente dei tre e anche quello che si legge più velocemente, proprio per l'allegria che trasmette.
In ogni libro della Austen c'è un po' della sua ironia pungente ma questo volume ne è saturo.
Per esempio un racconto parla di due sorelle: una affascinante e l'altra gobba, strabica, con tanto di trecce unte ma dalla brillante intelligenza. Quest'ultima vorrebbe sposarsi ma la madre glielo vieta a causa della giovane età dei due innamorati (lei 36, lui 63).
Oppure c'è la storia di quella donna che dice all'amica che se non accetterà quel determinato invito sarà infelice ma se lo accetterà ne morirà! Ma si sacrifica volentieri eh! Questo perché senza lei sarà triste ma con lei terribilmente povera perché non ha abbastanza denaro per mantenerla.
Oppure ancora quel racconto che parla di una famiglia così numerosa che quando viaggiano devono lasciare a casa metà dei figli.
Insomma, con questi racconti, Jane Austen mi ha fatta morire dal ridere.

👉Il secondo e terzo volume perdono un po' dell'allegria tipica del primo. Qui i racconti sono più pesanti e meno scorrevoli, soprattutto quelli nell'ultimo volume, corposi e non particolarmente accattivanti. 

👉 La maggior parte dei racconti è breve, a volte sono lunghi mezza pagina ma altri sono lunghi anche più di dieci pagine.
Alcune storie sono incompiute, per volere della stessa scrittrice, altre sono completate dal fratello o dalla nipote.

👉 Il libro, tutto sommato, si legge velocemente, alcuni racconti sono però difficili da mandare giù, nel senso che non sono proprio il massimo.
Secondo me vale la pena comprare questo libro solo per la prima parte. Leggera e divertente.

"Gente di Dublino" di James Joyce

Pagine 210
Genere Classico

Originalità 5
Trama 5
Narrazione 7
Personaggi 5
Descrizioni 8
Ambientazione 8
Finale: Quanti ne vuoi

Voto Finale: 5

Una raccolta di quindici racconti.
Le storie ripercorrono la vita umana, dall'infanzia alla morte, dalla giovinezza all'età adulta.
I protagonisti sono vari e di ceto sociale diverso, ci sono ragazzini che saltano la scuola, donne in procinto di sposarsi. Al centro dei racconti ci sono tutte quelle persone che affollano le strade di Dublino.
Proprio questa città fa da sfondo alle storie, una Dublino in festa, sotto la neve, con le sue birrerie, i balli, i ragazzi innamorati per le strade o nei bar.

👉 Le storie sono narrate con scioltezza, le descrizioni sono precise e affascinanti, a volte fin troppo puntigliose. 
Dublino viene dipinta a volte grossolanamente, altre con precisione. Il racconto "I due galanti" è uno di quelli in cui la città emergente maggiormente.

👉 Il problema di questa raccolta sono proprio le trame ... dimenticabili. Storie comuni, per me prive di alcuna attrattiva. 
L'autore ci mostra Dublino nelle sue varie sfaccettature ma la storie dei personaggi non mi hanno entusiasmata.

👉 I racconti hanno lunghezze varie, alcuni sono pieni di dialoghi.

"Il segreto del bosco"di C.J. Daugherty
Vol. 1 della serie Night School

Pagine 436
Genere Fantasy

Originalità 5
Trama 5
Narrazione 6
Personaggi 5
Descrizioni 5
Ambientazione 6
Finale: Nei prossimi libri

Voto Finale: 5

Allie è una ragazzina problematica. In un anno è stata arrestata tre volte ed è stata cacciata da due scuole.
I genitori, stremati, decidono di mandarla in un collegio per ragazzi "speciali".
La "Cimmeria Academy" è diversa da come Allie la immaginava. Intanto è in un edificio imponente e antico, poi la preside e i professori si fanno dare del tu e sono molto disponibili.
Fin da subito Allie si fa degli amici, è inoltre attratta da un ragazzo ...
Ma ecco che scopre anche che dei segreti serpeggiano tra i muri della scuola, ringhi si odono nel buio, e la famosa e misteriosa Night School? Solo per gli studenti più meritevoli ...

👉 Che noia! Mentre leggevo aspettavo con impazienza l'arrivo dei cattivi, solo loro riuscivano a movimentare un po' la storia. Per il resto si parlava solo di lezioni, rapporti tra amici e delle relazioni di Allie.
Sulla Night School viene svelato poco e anche gli altri misteri rimangono, la maggior parte, irrisolti.
Insomma, un brodo un po' annacquato. 
La versione triste di un'altra serie: "The prodigium". 

👉 Allie ha sedici anni e le capita spesso di avere attacchi di panico. Li ha a causa del fratello. Lei cambia drasticamente dopo il "fatto", diventa incontrollabile.

👉 I suoi compagni al collegio sono tutti un po' strani, Jo in particolare, la sua prima grande amica. Lei spicca sugli altri personaggi per via del suo carattere particolare ... è proprio fuori di testa. In effetti, ci sono molti ragazzi con problemi mentali in questo libro.

👉 Questo primo volume non mi ha entusiasmata nemmeno un po', peccato perché avevo preso il volume con i vari libri della serie.

martedì 16 marzo 2021

Recensione Lettura di Gruppo: "La biblioteca di mezzanotte" - Matt Haig


Pagine 329
Genere Fantasy

Originalità 7
Trama 5
Narrazione 6
Personaggi 6
Descrizioni 6
Ambientazione 6
Finale: Prevedibile

Voto Finale: 6

L'inizio è un conto alla rovescia abbastanza ansiogeno.
Meno diciannove anni, meno ventisette ore, meno nove ore, meno cinque ore ... al suicidio.
Durante questo lasso di tempo, alla protagonista muore il gatto, perde il lavoro, abbandona il fidanzato poco prima del matrimonio e rinuncia a praticamente ogni opportunità che gli si presenta.

"Penso che il tuo problema fosse che tu hai paura della vita."

Nessuno ha più bisogno di lei, nessuno la cerca, il fratello non le parla e allora Nora decide di suicidarsi.
Scrive una lettera d'addio e poi ... il nulla o meglio un edificio avvolto dalla foschia.
Una biblioteca piena di scaffali colmi di libri.
C'è anche una bibliotecaria, identica a quella della scuola di Nora.
Quella è la biblioteca di mezzanotte, un posto tra la vita e la morte.
I libri raccolgono tutte le vite che Nora avrebbe potuto avere se non avesse fatto altro scelte ed ora, lei ha la possibilità di viverle.
Nora inizia così a vivere tutta una serie di vite, quelle che avrebbe avuto se non avesse rinunciato o scelto altrimenti.

👉 L'idea di questa biblioteca è piuttosto interessante anche se un po' crudele. Nora viene messa davanti a tutti i suoi rimpianti e in alcune vite dovrà affrontare la perdita di persone care.
Però è anche vero che è una biblioteca piena di possibilità.

"Talvolta i rimpianti sono solo ... un mucchio di stronzate."

👉 Nora è una protagonista che ti fa spazientire. Sembra davvero avere paura di vivere, abbandona sempre quando è sul punto di fare qualcosa di grande, di dare una svolta alla sua vita. Possibile che si tiri sempre indietro? 😓

👉 I capitoli brevi rendono la lettura più veloce e scorrevole. 

👉 Dopo un paio di vite la storia diventa però monotona e fin dall'inizio si capisce come andrà a finire. Insomma, un libro alquanto prevedibile ma bello il messaggio che vuole mandare.

 Commenti della lettura di gruppo qui sotto.

lunedì 15 marzo 2021

Mappa dei Detective Letterari: ecco dove non andare

 

Ci sono persone (tipo Don Matteo o Jessica Fletcher) inseguiti dalla morte. Dove vanno loro, qualcosa di nefasto succede.
Ecco quindi una mappa che segna i luoghi letterari più pericolosi di sempre, da evitare se non si vuole rischiare la vita!
Una mappa che segna i detective letterari più famosi.
Da Sherlock Holmes a William Murdoch.
Non sono presenti tutti gli investigatori della letteratura, ho segnato i più famosi e quelli che conoscevo.
Se avete altri suggerimenti, inseriteli in commento qui sotto, così aggiorno la mappa.



sabato 13 marzo 2021

Ebook in Sconto -50% -70%


6,99€ 1,99€

    

5,99€ 2,99€

    

9,99€ 2,99€ 

    

 6,99€ 3,99€

    

 6,99€ 2,99€

    

4,99€ 2,99€

    

7,99€ 3,99€

    

 8,99€ 3,99€

 

0,99€

Recensioni: "La passione di Frida" - "La ragazza del sole" - "La stanza delle serpi"


"La stanza delle serpi" di Lemony Snicket
Vol. 2 Una serie di sfortunati eventi

Pagine 168
Genere Fantasy

Originalità 7
Trama 7
Narrazione 7
Personaggi 8
Descrizioni 6
Ambientazione 6
Finale: Un nulla di fatto

Voto Finale: 7

I tre orfani Baudelaire vengono accompagnati dal signor Poe dal loro nuovo tutore: il dottor Montgomery.
Lui studia i serpenti e gira per il mondo alla ricerca di esemplari da portare a casa per poterli studiare.
I tre fratelli sono felici di stare con lui, finalmente hanno un tutore premuroso e responsabile ma come ci rivela fin da subito l'autore, le cose non andranno bene ... presto vengono raggiunti dal nuovo assistente dello zio Monty: Stephano. I Baudelaire si rendono subito conto, però, che lui è in realtà il famigerato Conte Olaf.

👉 Gli adulti, in questa serie, hanno gravi problemi di vista e qualche problema a ragionare. Se i bambini si rendono conto subito della reale identità di Stephano, i grandi invece sembrano non accorgersene.
Tutti i personaggi, a parte il conte e il bambini, sembrano un po' ingenui e facili da ingannare.

👉 Le vicissitudini dei tre fratelli sono tragico/comiche. Dalla morte dei loro genitori, gli va tutto storto. Dopo una breve gioia ecco un camion carico di sventura.

👉 I libri di questa serie ti fanno sentire così impotente e ti fanno montare dentro la rabbia. Poveri bambini ma fanno di necessità virtù.

"La ragazza del sole" di Lucinda Riley 
Vol. 6 Le sette sorelle 

Pagine 892
Genere Fantasy

Originalità 8
Trama 8
Narrazione 8
Personaggi 8
Descrizioni 7
Ambientazione 9
Finale: Datemi subito il libro successivo!

Voto Finale: 8

Ogni libro della serie ha come protagonista una delle sorelle d’Aplièse. Questa volta è il turno di Electra, famosa modella con problemi di alcool e droga.
Passa da un terapista all'altro, la sua vita è un vero caos, si sente sola, distante dalle sorelle che sono felici mentre lei tenta di rimanere disperatamente a galla.
Non ha ancora aperto l'ultima lettere che le ha scritto il padre e non ha tentato di rintracciare la sua famiglia biologica ma è questa a venire da lei.
Sua nonna Stella la contatta, anzi si presenta a casa sua per raccontarle la storia di Cecily.

"Si crede che la celebrità dia il diritto di comportarsi come si vuole, mentre in realtà priva proprio del bene più prezioso: la libertà."

👉 Questa volta, Lucinda Riley ci porta in Africa, tra ippopotami e feste in riva al lago.
Facciamo un salto indietro nel 1938 e conosciamo Cecily, donna coraggiosa e rivoluzionaria che segue la sua madrina Kiki in Kenya. Una donna che stravolge la sua vita per lottare per ciò che ritiene giusto.
Quanta sfortuna, però!

"È il segreto per vivere in Africa: bisogna rispettare chi la abita da prima di noi."

👉 In questo libro ci sono diversi personaggi interessanti come Mariam, la nuova assistente di Electra. Una ragazza mussulmana di origini iraniane, dal carattere calmo e gentile. Non veste alla moda, porta il velo, è molto religiosa e sicura di sé. Vede le cose in modo particolare, il suo punto di vista mi piace.

👉 Altro personaggio affascinante è Tommy, il super fan di Electra che si apposta sempre fuori dal suo palazzo. Non è invadente, vuole solo essere sicuro che lei non corra pericoli. Una figura dolce e premurosa.

👉 Amo questa serie perché la narrazione è molto scorrevole. Quando inizio a leggere non mi fermo più, mi perdo tra le pagine, dimentico dove sono, entro nella storia.

👉 Ogni libro della serie tratta un tema diverso, in "La ragazza del sole" si parla di tossicodipendenza, alcolismo, razzismo, lotte razziali.

👉 Unica critica: ci sono alcune pagine di troppo, poteva essere sfoltito un po'.

"La passione di Frida" di Caroline Bernard 

Pagine 320
Genere Romanzo

Originalità 6
Trama 7
Narrazione 6
Personaggi 8
Descrizioni 6
Ambientazione 6
Finale: Lo conosciamo tutti.

Voto Finale: 7

Questa è la biografia romanzata di Frida Kahlo.
Alcuni dettagli relativi la sua vita sono stati cambiati, non è quindi fedelissima ma quasi.
Il racconto inizia il giorno in cui ha l'incidente sull'autobus, incidente che ha influito molto sulla sua vita.
Un tram si è schiantato contro il bus su cui lei era insieme al suo fidanzato.
Un corrimano le ha perforato l'anca uscendo poi dalla vagina. Il collo del femore si è rotto, la gamba sinistra ha riportato fratture multiple, il piede destro si è spappolato e la spalla sinistra lussata.
Per mesi e mesi è costretta a letto ed è suo padre a installarle uno specchio sul soffitto e a farle fare un cavalletto speciale per poter dipingere.
Inizia così la sua vita da artista.

👉 Se Frida fosse un personaggio fantastico, direi che è assurdo! Ma possibile che le capitino così tante disgrazie? Frida però era una persona reale e ahimè anche tanto sfortunata. La sua vita era piena di dolore, amava Dostoevskij proprio perché riusciva a descrivere perfettamente quello che lei viveva ogni giorno: l'inferno interiore.
Frida era prigioniera del suo corpo malandato, in aggiunta a questo gliene capitavano davvero di tutti i colori.
Vi dico solo questo: lei era zoppa a causa della poliomielite e nell'incidente a quale gamba si fa male? A quella sana ovviamente.
Frida ha sofferto davvero tanto ma forse era proprio questo che l'ha resa la guerriera che abbiamo imparato a conoscere. 
Frida era una donna dinamica, irruente, rivoluzionaria, passionale, una donna fiera di se stessa, che celebrava la sua esistenza attraverso la pittura. La sua vita era segnata però da perdite, sciagure, grandi delusioni.

👉 Anche il suo legame con Diego Rivera non era felice (in linea con la sua vita). Il loro rapporto era tumultuoso, tormentato, tra odio e amore. Un legame che andava oltre i loro difetti.
Non potevano fare a meno l'uno dell'altra ma insieme erano bombe pronte ad esplodere.

"... la sua vera malattia era Diego."

👉 Questo libro celebra la vita di Frida, ci permette di conoscerla meglio, non ho amato molto, però, la narrazione. L'ho trovata distaccata, non abbastanza passionale, non mi ha coinvolta come mi aspettavo. 

lunedì 8 marzo 2021

Recensioni: "Lo strano caso della libreria Dupont" - "La sala da ballo" - "Il cacciatore di aquiloni"


"Il cacciatore di aquiloni" di Khaled Hosseini

Pagine 362
Genere Narrativa

Originalità 8
Trama 9
Narrazione 8
Personaggi 9
Descrizioni 7
Ambientazione 8
Finale: Troppo

Voto Finale: 9

Amir e Hassan sono amici da sempre, anche se la religione e la storia si frappongono tra loro.
Amir e suo padre sono pashtun e sunniti, Hassan e suo padre sono i loro domestici, hazara e sciiti.
Il padre di Amir è un ricco commerciante di Kabul, è un uomo onesto e generoso ma con Amir è freddo, a volte si domanda se lui sia davvero suo figlio per via delle diversità tra loro.
Hassan ha invece tutto l'affetto del padre e molte attenzioni da parte del genitore di Amir.
Hassan sta a casa a fare le faccende domestiche, è analfabeta.
Amir è istruito e legge sempre per Hassan.
Entrambi sono orfani di madre.
Quella contenuta in questo libro è la loro storia.
Li vediamo da bambini, quando partecipano al torneo di combattimenti tra aquiloni o quando vanno sulla collina a leggere.
E siamo lì quando Amir prende la scelta sbagliata, quando in un vicolo si rende conto di che tipo di persona è. Ciò che accade quel giorno cambierà ogni cosa. Porterà Amir e Hassan su strade diverse.
Amir porterà sempre con sé il peso della sua decisione, fino a quando la vita, o meglio un vecchio amico, non gli darà la possibilità di rimediare. Coglierà l'occasione? 

"Esiste un modo per tornare a essere buoni."

👉 Amir è buono ma codardo, la sua vigliaccheria causerà molto dolore. Lui sa di sbagliare e proprio questa consapevolezza lo frena dal rimediare perché si vergogna, tutto ciò che vuole è dimenticate ma non può.
Lui agogna il rispetto del padre ma gli sfugge proprio per via della sua indole.

👉 Hassan è invece sincero, leale e sempre pronto a difendere Amir. Il coraggio non gli manca di certo. 

👉 La guerra in Afghanistan fa da sfondo alla storia, è presente soprattutto nella parte finale dove sono presenti anche scene violente. 
In questi capitoli vediamo come la guerra mette di fronte ai personaggi scelte difficili. Quali compromessi si è disposti ad accettare? Davanti a cosa si è disposti a distogliere lo sguardo? 
Quante azioni disumane si commettono in nome del proprio dio, quanto sangue si versa. La verità è che la crudeltà dell'uomo non ha limiti, come le scuse che accampa per scatenarla.

"... in Afghanistan ci sono molti bambini, ma manca l'infanzia ..."

👉 Non volevo leggere questo libro perché temevo parlasse solo di guerra e violenze ma in verità, questa è la storia di una grande amicizia ... o forse più di una.

"Sogno (...) che in cielo voleranno ancora gli aquiloni."

👉 Una storia di persone spezzate dentro dal rimorso.
Il racconto di un errore tremendo.
Un libro che parla di guerra ma anche di riscatto.
 
"La sala da ballo" di Anna Hope 

Pagine 395
Genere Narrativa

Originalità 5
Trama 5
Narrazione 5
Personaggi 5
Descrizioni 5
Ambientazione 5+
Finale: Criptico

Voto Finale: 5

1911.
Ella viene trascinata in uno stanzone pieno di letti su cui sono coricate donne che si lamentano senza sosta.
Il giorno dopo, Ella scopre, grazie a Clem, che è al manicomio di Sharston per ... aver rotto una finestra.
Nel manicomio ci sono sia donne che uomini, entrare è estremamente semplice, uscire è la parte difficile. Ci sono solo due modi: morire (quello semplice) oppure guarire (quello difficile).
Ella tenta subito di scappare e durante la fuga si scontra con John, un altro paziente.
Di solito, uomini e donne si incontrano solo durante il ballo del venerdì sera, il momento più atteso della settimana.
Riuscirà Ella a uscire dal manicomio? 

👉 Il libro è narrato dal punto di vista dei vari personaggi.
La narrazione è lenta, non molto coinvolgente. La mia attenzione scivolava sempre lontano.

👉 Ho letto vari libri sull'argomento ma questo in particolare non mi è piaciuto perché, a mio avviso, troppo superficiale. Tratta il tema in modo troppo leggero, senza approfondire l'aspetto psicologico.

👉 I personaggi mutano ed evolvono durante la storia ma sono carenti, non sono descritti in modo approfondito.

👉 Ho dovuto rileggere il finale varie volte perché non riuscivo a capirlo causa nomi dei personaggi. Non vi rivelo altro se non che l'autrice poteva renderlo un po' più chiaro.

👉La storia attinge dalla realtà. 
Il tema è interessante peccato che l'autrice non sia riuscita a svilupparlo completamente. 

"Lo strano caso della libreria Dupont" di Fabrizio Altieri 

Pagine 215
Genere Narrativa

Originalità 6
Trama 8
Narrazione 7
Personaggi 8
Descrizioni 6
Ambientazione 8
Finale: Fortuna che c'è madame Marchande

Voto Finale: 8

In rue des libraires c'è la profumeria della madre di Désirée.
Una mattina, mentre stanno aprendo il negozio, le due cadono a terra e vengono investite da un ragazzino: Max, un orfano che ruba portafogli per comprare cibo ai suoi piccoli amici.
Désirée decide di aiutarlo e dato che la polizia lo cerca, lo nasconde in una libreria chiusa, vicino al negozio della madre: la libreria Dupont.
Si dice che sia infestata! Ma la verità è che ...

👉 La trama di questo libro è semplice e prevedibile ma è anche simpatica, dolce e malinconica.

👉 Amo le storie con bambini protagonisti, sono sempre così leggere e ironiche. Mi piace il modo in cui i bambini riescono a rendere semplice ogni cosa.

👉 Nel testo, tra le righe, si parla di una "faida" tra librerie indipendenti, gestite da persone che amano profondamente i libri, e librerie di grandi editori, il cui scopo è vendere i libri che preferiscono. E spesso, quest'ultime, schiacciano le prime.
Secondo voi, nel libro chi vincerà?

👉 Si parla anche di autori emergenti, di come vengono spesso ignorati o di come riescono a farsi notare.

👉 I personaggi non brillano in originalità ma alcuni sono davvero simpatici come madame Marchande.

lunedì 1 marzo 2021

Wrap Up - Cosa ho letto a Febbraio


Questo mese sono piuttosto soddisfatta.
Ho letto libri meravigliosi, libri che mi sono rimasti nel cuore.
Mi sono imbattuta anche in testi non molto entusiasmanti ma sono stati più quelli 
meritevoli che quelli da dimenticare.
Ecco le statistiche di questo mese.

Libri letti 11
Media Voti 7+
Pagine Lette 2.645


Qui le recensioni dei libri letti questo mese: link