Translate

lunedì 30 novembre 2020

Book Challenge - Dicembre -


Un altro anno sta per finire e ... che anno!
Un 2020 solitario, che ci ha tenuti lontani da chi amiamo.
Un 2020 difficile sotto molti aspetti.
Mi auguro un 2021 migliore, votato all'amicizia e all'amore.
Un 2021 pieno di viaggi e speranza.
Un nuovo anno che ci ripaghi di questo.
Il 2020 ha un debito enorme nei nostri confronti. 

Tra poco inizierà anche la nuova challenge, mi aspetto allegria in abbondanza, di lamentele non ne voglio sapere. Sarà una sfida pazza, diversa ogni mese.

Quello che vi auguro: che la realtà, il 2021, sia all'altezza dei vostri sogni e che per una volta vi accada qualcosa di meraviglioso come avviene nelle storie che leggiamo nei romanzi.

"Io speriamo che me la cavo."
Per partecipare:

- Essere lettori fissi del blog


VINCE IL BONUS

Bambini Sperduti: 778
Lost In Austen: 619
Ordine della Fenice: 494
Ladre di Libri: 364

Traccia Vagabonda 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto -

Leggi uno o più libri ambientati nel posto citato.

NEL VILLAGGIO DI BABBO NATALE


Traccia a Cascata 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto -

Leggi un libro che si collega a questa traccia e poi collega un altro libro a quest'ultimo (massimo 3 collegamenti).

Un libro in cui vorresti vivere.

I bambini sperduti usano il bonus, cambiano traccia per la loro casata: Libro ambientato nella tua epoca storica preferita

Traccia Normale 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto -

Leggi uno o più libri che si collegano a questa traccia. 

Libro che è entrato nella tua libreria nel 2020.

Tracce Autore 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto -

Leggi uno o più libri scritti dall'autore assegnato alla tua casata.

Le ladre di libri scelgono per le Ladre di Libri: Alessandro D'Avenia
L'ordine della fenice sceglie per l'Ordine della Fenice: David Foster Wallace
Le lost in Austen scelgono per le Lost in Austen: Jane Austen
I bambini sperduti scelgono per i Bambini sperduti: Tiziano Terzani

Traccia Artista 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto -

Abbina uno o più libri all'opera qui sotto.


“Girotondo attorno all’albero di Natale” di Viggo Johansen  

Tema: famiglia, Natale, albero e decorazioni natalizie, festeggiare insieme il Natale

Tracce Gold
- 5 punti -


Gruppo lettura: link

Traccia Annuale 
- I punti variano a seconda delle pagine del libro letto + punti extra -

Leggi un solo libro per traccia. Avete tempo tutto l'anno per completarle.

1. Una trilogia (+3)
2. Una saga composta da cinque libri (+5)
3. Un libro di almeno mille pagine (+1)
4. Sei commedie di Shakespeare (a scelta tra: I due gentiluomini di Verona, La commedia degli errori, La bisbetica domata, Pene d'amore perdute, Il mercante di Venezia, Sogno di una notte di mezza estate, Molto rumore per nulla, Come vi piace, La dodicesima notte, Le allegre comari di Windsor, Tutto è bene quel che finisce bene, Misura per misura, Pericle principe di Tiro, La tempesta, Il racconto d'inverno) (+6)
5. Cinque classici, ognuno composto da almeno trecento pagine (+5)
6. Tutto il ciclo del "Signore degli anelli" (lo Hobbit, La Compagnia dell'Anello, Le due torri, Il ritorno del re) (+4)
7. Decameron (20 punti)
8. Cinque libri per ragazzi (+5)
9. Sei libri ambientati in sei capitali diverse (+6)
10. Leggere tutti i libri di un autore deceduto (devono essere minimo quattro) (+1 extra per ogni libro)
11. Un libro in lingua straniera (+1)
12. Arcobaleno. Leggi sette libri, ognuno deve avere il bordo di un colore dell'arcobaleno (rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola) (+7)

venerdì 27 novembre 2020

Book Recap - Novembre -


Novembre.
Questo mese sono andata molto a rilento.
Questa seconda ondata, questa seconda quarantena mi ha stesa, più della prima.
Durante queste ultime settimane non riuscivo ad andare avanti con le mie letture.
Confido di riprendermi a dicembre o comunque, spero in un anno migliore.

Tutte le recensioni qui: link

Statistiche

Libri letti: 13
Numero di pagine lette: 3.618
Voto complessivo delle letture: 7+
Recensioni negative: 0/13

Miglior copertina


Classifica

martedì 24 novembre 2020

Recensioni: "Morte di una sirena" - "Agatha Raisin e la giardiniera invasata" - "Gli insospettabili"


"Morte di una sirena" di Rydhal Thomas Rydhal

Editore: E/O
Genere: Giallo

Hans Christian Andersen ha tenuto un diario che va dal 1825 al 1875.
C'è un buco però, manca un anno, il 1834.
Questo romanzo racconta cosa è accaduto ad Hans in quel periodo.

Copenaghen. Settembre 1834.
Per mantenere la figlia di sei anni, Piccola Marie, Anna si prostituisce.
Ha tanti clienti ma uno davvero strano, uno scrittore, un certo Andersen. Lui vuole solo realizzare un ritaglio che le somigli, passa il tempo a tagliare la carta con le sue forbici.
Una sera, dopo che Andersen se ne va, Anna riceve una visita inaspettata. Qualcuno bussa alla sua porta e le chiede di uscire, di seguirlo ma Anna rifiuta, lei non riceve mai clienti fuori di casa, ha paura per la sua vita.
L'estraneo allora la rapisce.
Molly, la sorella di Anna, inizia a preoccuparsi, sono le undici e non è ancora tornata.
Va a cercarla ma nella stanza giù non la trova.
Il giorno dopo, un cadavere viene ripescato dall'acqua, è Anna e Molly punta il dito contro Andersen, lei sapeva del loro incontro.
Andersen viene arrestato ma grazie a un amico gli vengono dati tre giorni di tempo per scoprire chi è il vero colpevole.
Hans decide di collaborare con Molly per scoprire la verità.

👉 Questo libro ci fa conoscere meglio il famoso Andersen. Nel 1834 non è ancora uno scrittore di successo e non scrive per bambini ... lui proprio li detesta.
Tra queste pagine è dipinto come un uomo solo, povero e disgraziato, che tenta miseramente di stare a galla. Una persona in declino, piegato dal peso della vita. Un uomo a cui il padre ha insegnato a parlare con gli oggetti.

👉 L'idea di trasformare uno scrittore in detective non è nuova ma è la prima volta che mi imbatto in un libro su Andersen. Quindi di base, l'idea non è originale ma è accattivante la scelta di Hans.

👉 Purtroppo, noi lettori conosciamo fin da subito l'identità del colpevole ma attenzione! Il libro sa come stupirci nella parte finale! Il cattivo poi è uno di quelli a cui non riesci a rimanere indifferente, uno di quelli i cui gesti riesci a comprendere.

👉 La storia è narrata con un linguaggio diretto e ci sono diverse scene disgustose, tra cui una di violenza sugli animali. 

👉 Il libro si sofferma un attimo anche a parlare di un tema di cui si discute ancora oggi: i limiti della scienza. Fin dove ci si può spingere in nome del progresso? Cosa è lecito fare e cosa no? Gli esperimenti, le torture, la brutalità, sono giustificabili se commessi al fine di un bene più grande?
Il finale, inoltre, porta alla luce un altro tema molto sentito anche oggi. Di questo però non vi dico nulla per non rovinarvi la lettura.

👉 Le indagini non sono affatto piacevoli, nel senso che il nostro protagonista dovrà fare cose piuttosto sgradevoli. 

👉 A un certo punto il libro prende una strada singolare, abbandona la concretezza per lasciarsi un attimo andare alla fantasia. Questa scelta mi ha un attimo destabilizzata. Inoltre alcune cose non tornano. Ad esempio, a un certo punto Hans è debilitato, affamato, ferito, eppure è pieno di energia! 

👉 Aspetto interessante del libro è vedere quali episodi sono alla base delle storie "La sirenetta" e "La piccola fiammiferaia" (versione romanzata però).


"Agatha Raisin e la giardiniera invasata" di Beaton M.C

Editore Astoria
Genere Giallo

Terzo volume della serie di Agatha Raisin.
Agatha è tornata al villaggio di Carsely dopo una vacanza.
Appena arrivata, va subito dalla sua amica, la signora Bloxby, per farsi aggiornare sulle ultime novità.
Una donna divorziata si è da poco trasferita al villaggio: la signora Mary Fortune, esperta di giardinaggio.
Inoltre, a quanto pare, la nuova arrivata sta simpatica a tutti.
Dato che Mary, proprio per via della sua passione, passa molto tempo con il signor Lacey, il vicino e innamorato segreto di Agatha, la nostra protagonista decide di darsi anche lei al giardinaggio .. peccato che lei non ha il pollice verde ma nero!
Agatha detesta Mary al primo sguardo e spera tanto che in paese avvenga un altro omicidio e che la vittima sia proprio la nuova arrivata.
A Carsely, però, ha inizio una lunga serie di crimini, tutti legati ai giardini degli abitanti.
Una notte, Agatha e Lacey vanno a casa di Mary per cercarla e la trovano morta, piantata a testa in giù in un vaso.
Dopotutto, non stava simpatica proprio a tutti.

👉 Agatha è una donna di mezza età scorbutica, aggressiva, autoritaria, impaziente e sputasentenze. Vivere a Carsely l'ha un po' addolcita ... ma non più di quel tanto.
Io l'adoro perché è schietta e concreta. Non finge di non essere ciò che non è e inoltre è estremamente simpatica.
La sua migliore amica è la dolce signora Bloxby, la moglie del pastore (lui invece odia Agatha e non ha problemi a farglielo sapere).

👉 Anche questa volta, Agatha ne combinerà una delle sue. Ha messo in moto il suo ingegno per organizzare il Grande Inganno. Ogni volta mi fa morire dal ridere!

👉 Agatha è sempre alla prese con qualche problema di cuore, in questo libro dovrà decidere se Lacey le piace ancora o è solo un amico. La faccenda la tiene molto impegnata perché cambia idea molto spesso.

👉 Il finale è stato un po' deludente, nessun colpo di scena, niente di avvincente. Un finale piatto. 


"Gli insospettabili" di Sarah Savioli

Editore Feltrinelli
Genere Giallo

Anna è una donna di quasi quarant'anni. 
Da quando ha un ematoma nel cervello riesce a parlare con piante e animali.
Aspettando che l'ematoma si riassorba, Anna ha deciso di sfruttare il suo dono collaborando con un detective privato: Cantoni.
Il suo compito? Interrogare animali e piante, ovviamente.
Per le mani hanno un nuovo caso di omicidio, un uomo è stato buttato fuori dalla finestra di casa sua.
Le indagini hanno inizio e Anna parte a interrogare cavalli e asini.

👉 Trovo molto accattivante l'idea di un'investigatrice che parla con animali e piante. 

👉 Nel corso del libro ci imbatteremo in criceti esperti nell'evasione con tanto di accento francese, asini che vogliono fare la rivoluzione, tartarughe alla ricerca di un fisioterapista, un piccione suicida e nel simpaticissimo Otto, l'alano di Cantoni, fa morire dal ridere! Soprattutto quando ha mal di pancia.

👉 Anna e Cantoni non vanno molto d'accordo, litigano in continuazione ma ad Anna piace molto l'altro suo collega: Caputo, un omone dal cuore tenero.

👉 Lato negativo del libro: parla troppo di Anna. Metà del testo è dedicato alla sua vita, alla sua famiglia, alla vita sentimentale della sorella ... insomma, a me interessava il caso non tanto Anna. Va bene, presentare il personaggio ma qui è troppo. Le parti dedicate a lei sono scorrevoli e piacevoli ma sono un'aggiunta, avrei preferito maggior attenzione al caso.

👉 "Gli insospettabili" è un libro dolce (strano usare questo termine per un libro giallo, vero?). Non ci sono scene macabre o pesante, è un giallo molto leggero.
Ho impiegato un po' per finirlo ma penso sia stata colpa di un periodo no perché il libro non è niente male davvero.

"E io penso che essere gentili e avere tanta fantasia non sono poteri soprannaturali, ma qualità che per essere mantenute tutta una vita richiedono un coraggio da supereroe."


lunedì 23 novembre 2020

Regali Natalizi per Lettori Voraci




1. Moleskine Books Journal, Notebook a Tema - Taccuino con Copertina Rigida per Raccogliere ed Organizzare i Tuoi Libri




2. Ravensburger- The Reading Room Jigsaw Puzzle


3. Girl Reading - Maglietta



4. Legami - Calendario 2021 da Tavolo, BOOK LOVER'S


5. Into The Book Store I Go To Lose My Mind - Book Lover Maglia a Manica Lunga

Recensione Lettura di Gruppo: "Ninfee nere" - Michel Bussi


Editore E/O
Genere Giallo 

Non so da dove iniziare!
Questo libro mi ha stranita a tal punto che non sono riuscita ancora a fare chiarezza tra i pensieri.
Partiamo dalla trama.
Tutto inizia con il ritrovamento di un cadavere, quello di Jérôme Morval. Il suo corpo viene trovato a Giverny, con una ferita al cuore e una al cranio, il sangue che si disperde nel ruscello dentro cui ha la testa. 
Jérôme era un famoso chirurgo oftalmologo, vorace collezionista d'arte, nella sua tasca viene trovata una cartolina raffigurante le Ninfee di Monet. Sul retro, due messaggi curiosi.
Ad indagare sull'omicidio è l'ispettore Laurenç Sérénac.

👉 L'ambientazione, la pittoresca Giverny, è estremamente affascinante e splendidamente delineata.
La visiteremo in gran parte durante le indagini.
La parte più accattivante è  che esiste davvero. 

👉 La vita di Monet fa da sfondo alla nostra storia. Questo particolare l'ho apprezzato enormemente, mi è piaciuto tantissimo fare un tuffo nel passato, nella sua vita.

👉 Ora arriviamo alla parte difficile, la parte che mi ha mandata in tilt: i personaggi. Che intrecci! 
L'anziana che vive nel mulino delle Chennevieres e non vede l'ora di sbarazzarsi del marito.
Il vice di Laurenç che colleziona barbecue.
La piccola Fanette che dipinge in segreto e il suo mentore, fiero di essere considerato dagli altri un barbone!
E l'ispettore! Che si innamora di una donna legata alle indagini! Per non parlare del suo umorismo e del suo carattere così aperto e disinvolto.
Strani! Non so come altro definirli. Un paese di pittori, di persone votate all'arte, di gente strana! .. Monet compreso!


👉 I dialoghi poi, così diretti, privi di giri di parole o formule di cortesia.

👉 E il finale? Che batosta! Non avevo capito nulla, tutto quello che sapevo era sbagliato!
Che storia ingarbugliata, quanti intrecci che si annodano con il passare del tempo.
Una storia caotica, io mi sono persa e quando alla fine ho ritrovato il filo ... sono rimasta a bocca aperta. 
L'autore ha creato una storia che si aggroviglia nel tempo ... e non so se mi è piaciuta o meno.

👉 Sicuramente è originale e non banale ma così ... strana, l'unica parola che mi viene in mente pensando a questo testo.
Il libro è un grande punto interrogativo fino a quando non si arriva alla fine, allora la nebbia si dissolve e tutto è più chiaro.

👉 Ho assegnato un voto un po' basso al libro perché mi ha confusa e lo sono anche ora. 
Non ho odiato questa lettura, però ho fatto fatica a leggerla, non avevo voglia di andare avanti, poi sono arrivata al finale e sono rimasta spiazzata.

Sotto i commenti della lettura di gruppo.

domenica 22 novembre 2020

Recensione: "L'Uomo Nero Non Esiste" - Simona De Cupis


Editore: Self
Genere: Romanzo Rosa 

Anna è una ragazza speciale, come poche se ne vedono, perché si destreggia tra realtà e fantasia. 
Questo fino a quando non subisce un tremendo torto.

"La mia realtà era così lontana da quella dei miei libri, delle mie storie, dei mie film e ancora una volta ero caduta nel triste tentativo di fonderle, perdendole di vista entrambe."

Dopo una terribile violenza subita da adolescente da un misterioso Uomo Nero, tutto ciò che Anna vuole è dimenticare quello che è successo, perde la sua "innocenza" e comincia ad essere più "ordinaria", meno con la testa tra le nuvole. 

"No, Lui è ancora lì, mi guarda da quella maledetta porta ma io scelgo di ignorarlo e di ignorare la paura che continuo a sentire dentro di me."


Fortunatamente in suo aiuto arriverà un personaggio molto speciale che la aiuterà a capire come giostrarsi tra realtà e fantasia senza rinunciare a nessuna delle due.
Il prologo è davvero bellissimo, un insieme di parole molto dolorose ma anche vere e toccanti.
I primi capitoli ci introducono ai vari personaggi, conosciamo gli amici, i colleghi, i parenti e la passione di Anna per la lettura, passione che è per lei un rifugio nei momenti più bui.
L'autrice, all'inizio è attenta a non svelare troppo, mantiene un'aurea di mistero intorno al passato di Anna e ad alcuni comportamenti inizialmente criptici da parte degli altri personaggi, come i tulipani rossi che i genitori di Anna continuano a regalarle, pur sapendo che lei li detesta o il comportamento distaccato di suo fratello Riccardo.
I personaggi sono davvero vari, innanzitutto la famiglia di Anna, l'ho trovata molto ... come dire ... poco comprensiva, non l'hanno mai aiutata, né supportata, soprattutto dopo quello che le è successo, poi ci sono i suoi amici Andrea, Angelica e Beatrice, che cercano di aiutarla ma non sempre ci riescono, insomma dobbiamo aspettare che arrivi Alexander. Lui è un personaggio davvero misterioso, salta fuori davvero dal nulla, in una libreria e fa subito breccia nel cuore di Anna. Come resistere a un ragazzo dolce, gentile e amante dei libri? Insomma, troppo bello per essere vero.
Proseguendo la lettura, un po' lenta nella parte centrale, Alexander fa intendere che non potrà restare a lungo e che prima o poi dovrà andarsene, ciò non gli impedisce però di affezionarsi molto ad Anna e aiutarla a fare chiarezza una volta per tutte. 
Il bello poi si concentra negli ultimi capitoli dove scopriamo la verità sull'Uomo Nero e da dove è venuto Alexander.
L'epilogo è davvero dolcissimo con il fatto del libro ritrovato dopo tanto (quando leggerete capirete che intendo).

" ... Lascia che le cose, che le gli occhi e i gesti delle persone ti parlino e poi deciderai tu quale storia raccontare."


Questo libro alterna momenti di gioia pura a instanti malinconici, tristi, è un insieme di emozioni che escono dal libro per travolgere il lettore.
"L'Uomo Nero Non Esiste" è una lettura che fa davvero sognare, ti trasporta in un altro mondo, un mondo sicuro, "dove cavalcare unicorni e vedere fate dentro ai fiori".

Recensione a cura di


sabato 21 novembre 2020

Recensione: "Cult. I film che ti hanno cambiato la vita" - Luca Liguori, Antonio Cuomo, Giuseppe Grossi


Editore Movieplayer.it
Genere Manuale 

In questo libro sono raccolti alcuni dei film cult più amati e visti.
Devo ammettere che alcuni proprio non li ho mai sentiti nominare, altri li conosco di fama e diversi sono film che ho visto e rivisto.
Alcuni li ho segnati perché voglio recuperarli, come: Breakfast Club, Trainspotting, Frankenstein junior, Il mio vicino Totoro, Labirinth e Non ci resta che piangere.
Mi sono emozionata invece nel leggere di film come Mary Poppins, Mamma ho perso l'aereo, Karate kid, Pretty Woman, film che ho visto almeno cento volte ma che sempre mi hanno emozionata.
👉 Come sempre la grafica è strepitosa e piena di colori.
Guardate: Youtube.com

👉 Ogni film ha a disposizione due facciate, in queste sono inseriti: durata, anno di uscita, chi ha diretto il film, scena cult, frase cult, back stage, attori, una visione generale sull'opera, e cosa rimane. Il tutto condito con una sana dose di ironia.

👉 Mi è piaciuto molto leggere i retroscena dei vari film. Molte cose curiose non le sapevo. I back stage sono la cosa che ho apprezzato di più di questo volume.

👉 Questo libro mi ha fatto aprire gli occhi su Tim Burton, ha realizzato un sacco di film di successo! Avevo sottovalutato il suo lavoro.

👉 Anche questo libro di Movieplayer.it è semplicemente spaziale! Sono felice di sfoggiare le loro opere nella mia libreria. Ho libri di ogni genere ma mi mancavano testi sulle opere cinematografiche.
Aspetto con impazienza le loro prossime, eventuali uscite. 

Recensione: "La bibbia degli spoiler" - Movieplayer.it


Editore: Movieplayer.it
Genere: Manuale 

Spoiler sì o no? Voi li temete o li cercate?
Lo ammetto, io li cerco! Se no mi viene troppa ansia e non riesco ad andare avanti.
Quasi sempre cerco gli spoiler dei film o delle serie tv, più raramente quelli sui libri. A volte non sapere che fine faranno i personaggi mi manda in tilt.
Ed è questo lo scopo di questo libro, esorcizzare la spoilerofobia.
Questo libro vuole divertire commentando brevemente alcuni film e serie tv. A volte non sono veri e propri spoiler, si limita a esprimere un parere. Spesso però ti svela proprio il finale.

"2021: L'umanità è pronta a ricominciare dopo questa terribile Apocalisse e noi, otto anni dopo, siamo qui a chiederci se ne sia valsa la pena."

👉 Ci sono film e serie tv di ogni genere, nazionalità e anno, dai più recenti ai grandi classici.
Si parla di film del 2019 come di quelli del 1968. Ci sono opere americane, francesi, coreane, di tutto un po'.


👉 Ogni opera ha a disposizione una facciata in cui sono scritte alcune brevi frasi per descrivere l'opera cinematografica con tanta ironia.

👉 Sono commenti liberi, quelli che di solito facciamo con gli amici dopo aver visto il film o la serie tv, commenti liberi dalla paura di dire troppo.

👉 Questo libro fa morire dal ridere. L'ho letto con il sorriso sulle labbra, fa venire il buon umore ... se non temete gli spoiler.


Recensioni: "100 serie tv in pillole - stagione 1 e 2" - Luca Liguori, Antonio Cuomo, Giuseppe Grossi


Editore: Movieplayer.it
Genere: Manuale

Il titolo spiega già tutto.
Il libro parla di cento serie tv, di ogni genere, durata ed epoca.
Ma come ne parla?
Con una grafica pazzesca e tanta ironia.

"Dr. House - Effetti Collaterali: se siete ipocondriaci lasciate perdere!"

Ogni serie ha a disposizione due facciate.
Nella prima c'è la trama e qualche approfondimento (sui personaggi, sulla storia, sugli attori, i retroscena, le tecniche usate).
Nella seconda facciata, ricca di colori, viene rivelata la durata degli episodi e quella totale, il numero delle stagioni e degli episodi. Poi dà dei consigli: con chi guardare la serie, a chi è consigliata, gli effetti collaterali, l'episodio memorabile e l'umore.
A fine libro c'è anche un piccolo glossario che spiega alcuni termini tecnici che compaiono nel testo.

👉 Molte serie citate le conoscevo già, altre erano invece a me ignote e le ho scoperte leggendo il libro.
Nel volume sono citate anche serie che io avevo sottovalutato e per questo evitato ma le ho rivalutate grazie alle parole degli autori. 

👉 Mi sono segnata qualche consiglio, come: BoJack Horseman, Love, In Treatment. 

👉 La cosa che ho amato di più è stato riscoprire serie che ho amato.

"Downton Abbey - Con chi guardarla: in compagnia del vostro portinaio o della vostra domestica."

👉 Un libro curato nei minimi dettagli, è impossibile non trovare qualche bel consiglio cinematografico tra le sue pagine.


Editore: Movieplayer.it
Genere: Manuale

Questo libro è in tutto e per tutto uguale all'altro, di diverso ha solo, ovviamente, le serie citate.
Rispetto all'altro, qui ci sono in maggioranza serie recenti però sono presenti anche quelle più datate.
Anche qui vengono nominate serie di ogni genere e provenienza.
Per esse vengono date le stesse informazioni date nell'altro libro.

👉 Anche questa volta mi sono segnata alcune serie, come: Broadchurch, Misfits e The OA.

👉 Leggendo questi libri ho realizzato che c'è una marea di serie che non solo non ho visto ma di cui ignoravo proprio l'esistenza.

👉 Penso che questi libri siano l'ideale per chi, come me, è sempre a caccia di nuove serie tv da guardare e amare.

👉 Inoltre, la grafica è così accattivante che leggerli è un piacere per la mente e gli occhi.

mercoledì 18 novembre 2020

Blog Tour: Il Diavolo in Tv



Cari Lettori,
come potete vedere, sto partecipando al Reviw Party e Blog Tour del libro: " A caccia del Diavolo".
Oggi vorrei parlarvi della figura del diavolo in tv.
In particolare, vi consiglierò qualche film e serie tv in cui appare il diavolo come protagonista o personaggio secondario.
Magari troverete qualcosa di nuovo da guardare.


Famosissima serie che mi viene subito in mente è: "Lucifer".
Lucifer Morningstar (Tom Ellis) è diventato il diavolo per eccellenza. 
Il telefilm è del 2016 ma è ancora attualmente in produzione.

👉 TRAMA

Nel 2011 Lucifer, annoiato del suo ruolo di signore degli Inferi e rancoroso nei confronti di Dio, suo padre, per averlo condannato a governare l'inferno, abbandona il suo regno insieme al demone Mazikeen e si trasferisce a Los Angeles dove apre un night club di nome "Lux".
Circa cinque anni dopo, una serie di circostanze portano Lucifer a conoscere la detective Chloe Decker. Lucifer inizia a collaborare con Chloe, con la quale nasce un rapporto affettuoso ma al tempo stesso conflittuale, tanto da dover ricorrere alle frequenti visite della terapista Linda Martin.

👉 DOVE LO PUOI GUARDARE?

Su Netflix sono presenti le prime cinque stagioni.

👉 TRAILER

Lo trovate qui: link

👉 IL DIAVOLO

In questa serie il diavolo è dipinto in modo ironico, è un ribelle che punisce i cattivi per fare giustizia. È dotato di sentimenti, tra questi l'amore.
Ha un aspetto seducente ma il suo animo è turbato e il suo secondo volto ne è la prova.


Seconda serie a cui ho subito pensato è: "Reaper - In missione per il Diavolo".
Qui il Diavolo non è il protagonista ma un personaggio secondario.
Il telefilm è del 2007, è finito nel 2009 dopo due stagioni e un totale di trentuno episodi.

👉 TRAMA

Sam Oliver vive con la famiglia in un quartiere di Seattle. 
Il giorno del suo ventunesimo compleanno i genitori si comportano con lui in maniera particolarmente strana e lo stesso Sam sperimenta visioni infernali ed esperienze al limite dell'impossibile: a seguito di questo il padre gli rivela che diversi anni prima era molto malato e che, in cambio della guarigione, lui e la moglie avevano promesso il loro primogenito al Diavolo.
Dopo averlo informato sul suo destino il Diavolo, che appare a Sam nelle vesti di un elegante uomo di mezza età di nome Jerry Belvedere, gli spiega che dovrà fargli da mietitore (reaper in inglese): il suo compito consiste nel riportare al loro posto le anime fuggite dall'Inferno usando i suoi nuovi poteri e servendosi dei "contenitori", oggetti di uso comune fatti a mano nelle viscere della perdizione.
Con l'aiuto dei pazzi amici Sock e Ben, Sam inizia la sua nuova vita rintracciando le anime corrotte che cercano di fuggire dalla loro dannazione eterna.

👉 DOVE LO PUOI GUARDARE?

Venivano trasmessi in tv, ora li puoi cercare su YouTube.

👉 TRAILER

Lo trovate qui: link

👉 IL DIAVOLO

In questo telefilm il diavolo è una figura ingannevole, ottiene sempre ciò che vuole.
Ha mille segreti che omette sempre di svelare anche quando questi vengono a galla.
Ha l'aria simpatica ma è solo una maschera per celare il suo animo oscuro.


Il Diavolo è presente anche nel film: "Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo"
Anche qui il diavolo è un personaggio secondario ma comunque importante.
Il film è del 2009.

👉 TRAMA

Londra, Inghilterra. Il Dottor Parnassus, capo della compagnia teatrale "The Imaginarium", offre al pubblico uno spettacolo irripetibile tramite uno specchio magico, unico passaggio per mondi fantastici e sconosciuti, con cui è in grado di guidare l'immaginazione del prossimo. Il potere dello specchio dipende da un antico patto stretto col diavolo, Mr. Nick, il quale pretende l'anima della giovane Valentina. Il sedicesimo compleanno della dolce Valentina Parnassus si avvicina e con esso si avvicina il momento in cui il diavolo esigerà il pagamento del dovuto.

👉 DOVE LO PUOI GUARDARE?

Il dvd è in vendita su Amazon.

👉 TRAILER

Lo trovate qui: link

👉 IL DIAVOLO

Il diavolo qui è dipinto come una figura che ama giocare e stringere patti.
Mr. Nick è un personaggio divertente e scanzonato, un uomo di mezza età, elegante che non dimentica mai di ritirare "un pagamento".


Se parliamo di satana come non citare la serie tv: "Le terrificanti avventure di Sabrina"
Anche in questo telefilm il diavolo non è il personaggio principale.
La serie è del 2018 ed è composta da due stagioni.

👉 TRAMA

Sabrina Spellman è all'apparenza una normale quindicenne con una vita abitudinaria, infatti va a scuola, esce con le amiche e con il suo ragazzo, Harvey. Nasconde però un'altra parte di sé: in realtà Sabrina è per metà umana e per metà strega. Il giorno del suo sedicesimo compleanno Sabrina dovrà compiere un rituale nella foresta della sua città giurando fedeltà al signore oscuro, Satana, scrivendo il suo nome nel "libro della bestia", diventando una strega a tutti gli effetti e abbandonando la sua vita mortale per andare a studiare all'accademia delle arti occulte. Sabrina dovrà scegliere tra la libertà e il potere. 

👉 DOVE LO PUOI GUARDARE?

Su Netflix, che ha annunciato quest'anno la cancellazione della serie. Non ci sarà una terza stagione.

👉 TRAILER

Lo trovate qui: link

👉 IL DIAVOLO

Qui viene mostrato in tutta la sua malvagità, con sembianze taurine. Di buono non ha proprio nulla.
È a capo della sua setta religiosa, formata da streghe. È lui a concedere loro i poteri. 

Non perdetevi le altre tappe.