Translate

giovedì 11 febbraio 2021

Recensioni: "Matilde" - "La conferenza delle Ymbryne" - Tre cadaveri sotto la neve"



"Tre cadaveri sotto la neve" di Franco Matteucci 
Le indagini dell'ispettore Santoni Vol. 3

Pagine 242
Genere Giallo

Originalità 7
Trama 7
Narrazione 7
Personaggi 7+
Descrizioni 7
Ambientazione 8
Finale: Bastava chiedere

Voto Finale: 7

Che inizio turbolento! 
Prima pagina e Lupo Bianco è già nei guai.
Il comandante della stazione di polizia di Valdiluce è rimasto sepolto sotto una valanga. 
Il falco Trogolo ha tentato di avvertirlo ma lui non è riuscito a mettersi in salvo.
Non è stato un incidente però. Qualcuno ha azionato il cannoncino anti valanga e il colpo ha fatto staccare un costone di ghiaccio che ha formato una slavina.
Questo mentre Lupo Bianco stava controllando il centro radar. Gli abitanti del paese sostengono che sia pericoloso per l'alto livello di radiazioni che trasmette.
Fortunatamente, Lupo Bianco viene salvato subito e si mette subito ad indagare: chi lo vuole morto?
Ma un altro caso richiede presto la sua attenzione: Leni Sarti, detta Orsa, la libraia di Valdiluce, nonché leader dei contestatori del centro radar, viene trovata morta.
La lingua tagliata, il volto graffiato e cinque misteri nascosti nella sua mano.

👉 Mi fa ridere ogni volta il "sistema di comunicazione" non ufficiale di Valdiluce, più efficiente di qualsiasi intelligence: le Vedette clandestine, le pettegole con tanto di binocolo che se ne stanno nascoste dietro le tende.
E ovviamente il Dogana: il benzinaio sporcaccione che sa tutto di tutti. 

👉 Valdiluce è piena di segreti e non appena Santoni, il comandante, inizia ad indagare, si chiudono tutti a riccio, non vogliono far conoscere i propri sordidi misteri.

👉 Durante questa indagine, Lupo Bianco si imbatte in dicerie strane che riguardano streghe, sabba, magia, rituali notturni, pozioni e veggenti.
Anche in questo caso non mancano poi depravazioni varie.
Perversioni e omicidi si amalgamo per creare quanti più problemi possibili a Lupo Bianco.

👉 Le indagini questa volta servono a poco o nulla perché la soluzione viene fornita a Lupo Bianco.
Cosa alquanto deludente perché avevo preso appunti proprio nel tentativo di risolvere il caso, la soluzione viene invece "servita" (anche se con grande fatica).

👉 Un giallo ambientato in un posto affascinante con protagonista un poliziotto che non sa mai dove è la sua arma ma che nelle indagine dà sempre il 110%.

"Matilde" di Roald Dahl 

Pagine 221
Genere Narrativa

Originalità 8
Trama 9
Narrazione 8
Personaggi 9
Descrizioni 7
Ambientazione 8
Finale: Come è giusto che sia

Voto Finale: 9

I signori Dalverme sono quel genere di genitori che non manifestano alcun interesse per i propri figli, a tal punto da non accorgersi che la loro secondogenita, Matilde, è un genio.
A diciotto mesi parlava correntemente.
A tre anni ha imparato a leggere da sola.
A quattro anni ha iniziato a frequentare da sola la biblioteca, del resto i suoi la lasciavano sempre sola, qualcosa doveva pur fare.
Dopo aver letto tutti i libri per bambini, Matilde si butta sui classici: Dickens, Hardy, Kipling, Wells.

"E adesso che tipo di libro vorresti?"
"Uno veramente bello."

A cinque anni ha capito che i comportamenti ingiusti non devono rimanere impuniti ed è così che inizia a farla pagare ai prepotenti, ad iniziare dal padre, un imbroglione senza scrupoli.
Matilde lo affronta con la sua intelligenza, unica arma che una bambina ha a sua disposizione.
Quando poi inizia la scuola, Matilde acquisisce un nuovo bersaglio: la preside Spezzindue.

👉 Che tenerezza vedere Matilde rifugiarsi nei libri.
Vedere, sì, perché il libro è pieno di illustrazioni

"Girava il mondo restando seduta nella sua stanza."

👉 Praticamente è impossibile leggere questa libro senza segnarsi alcuni dei titoli o degli autori citati, alcuni non si possono proprio ignorare. L'entusiasmo di Matilde è contagioso.

"I libri le aprivano mondi nuovi e le facevano conoscere persone straordinarie che vivevano una vita piena di avventure."

👉 Matilde è un'eroina carismatica. Sono incredibili le cose che riesce a fare con quella sua mente che la porta a volare tra le stelle.

👉 Un libro dolce, pieno di ribellione ma anche saggezza e rispetto. 
Insegna ai bambini che bisogna combattere i maleducati e i prepotenti, che il male non deve vincere, che la gentilezza e l'istruzione sono armi potenti.

👉 Una storia che ti riscalda il cuore.

"La conferenza delle Ymbryne" di Ransom Riggs 
Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali Vol. 5

Pagine 345
Genere Fantasy

Originalità 8
Trama 8
Narrazione 8
Personaggi 9
Descrizioni 7
Ambientazione 8
Finale: Del piffero

Voto Finale: 8

Una profezia su Sette Speciali, una guerra, un grande ritorno.
Uno di questi Speciali è Noor, una mangialuce che Jacob ha trovato e che sta tentando di proteggere.
Deve portarla da V, l'ultima cacciatrice di Vacui ancora in vita.
Jacob pensa di essere solo in quell'impresa ma presto i suoi amici lo faranno ricredere.

👉 L'inizio è rocambolesco, il nostra protagonista è nei guai ... come al solito. 
I problemi si susseguono velocemente, non appena è al sicuro al quartier generale ecco che quattro Spettri evadono portando con loro un Vacuo.
Insomma, non ci si annoia mai da quelle parti.

👉 Siamo in America, in un paese senza ymbryne. Lì le cose vanno in modo diverso rispetto all'Europa. Ci sono clan e spesso sono nemici tra loro. La parola "guerra" è sulla bocca di molti ma le ymbryne sono determinate a scongiurare quel pericolo.

👉 Lo scrittore ha una narrazione molto coinvolgente e scorrevole. Ha il grande dono di saper catturare l'attenzione dei lettori.
Una volta che inizi a leggere non ti accorgi del tempo che passa, tanto sei preso dalla storia.
C'è sempre qualche novità, qualche nuova avventura, non ci si annoia mai.

👉 Ma solo a me fanno pena i Vacui quando Jacob li controlla? Mi sembrano così indifesi e sottomessi. 

👉 Il finale è insulso, non ci sta proprio!
Figurati se in quel clima teso non prestano la massima attenzione!!

Nessun commento:

Posta un commento