Translate

mercoledì 14 settembre 2022

Recensione: "Teddy" - Jason Rekulak


Pagine 416
Genere Giallo/Horror

Originalità 9
Trama 9
Narrazione 8
Personaggi 8
Descrizioni 8
Ambientazione 7

Voto Finale: 8+

Mallory ha 21 anni ed è una ex tossicodipendente, vive in una casa famiglia per donne da quando ha iniziato la riabilitazione.
Il suo sponsor, Russell, è un sacerdote ed è lui a procurarle un lavoro come baby sitter.
Lei dovrà prendersi cura di Teddy durante le vacanze estive, alloggerà in una casetta vicino la casa principale. 
La conoscenza con la famiglia procede bene poi ecco spuntare fuori alcuni disegni inquietanti. Teddy ha disegnato una figura nera, una signora sinistra, la chiama Anya ed è l’amica che dorme sotto al suo letto.
Poi, una del posto, parla a Mollory di una ragazza uccisa nel cottage dove risiede lei. Il corpo non è mai stato ritrovato.


👉 I disegni sono parte integrante della storia. Il loro stile muta con la trama. Alcuni sono innocui, classici disegni da bambino, altri sono inquietanti. Sono una storia nella storia, hanno qualcosa da raccontare.

👉 Il libro è un giallo con sfumature horror. Il mistero è scoprire chi sia questa signora nei disegni e cosa le sia accaduto.

👉 L’amica/fantasma di Teddy è una presenza invadente, agghiacciante. Usa il bambino per comunicare, raccontare. È in cerca di aiuto?

👉 Il finale mi ha sorpresa, mi ha lasciata senza parole. Mi ha fatta ricredere su tutto e un po' è un colpo al cuore.

👉Non ci sono scene particolarmente raccapriccianti, inoltre solo il finale è piuttosto movimentato. Per la maggior parte del libro, Mallory tenta di risolvere l'enigma dei disegni.

👉 Un libro coinvolgente che ho divorato in pochi giorni. L’idea dei disegni è strepitosa! Una storia da brividi ma anche molto intrigante, con personaggi combinati in modo insolito ... insomma, una ex drogata e un bambino? Ma proprio questo rende tutto più affascinante. Un libro che ha sorpresa decisamente in positivo, senza dubbio: consigliato.

Nessun commento:

Posta un commento