Translate

giovedì 17 giugno 2021

Recensione: "Pericoli in arrivo. Il signor Sbagliosky" - Roberta Fasanotti


Pagine 179
Genere Narrativa per Ragazzi

Originalità 8
Trama 7
Narrazione 7
Personaggi 8
Descrizioni 6
Ambientazione 6
Finale: Pronti per la prossima avventura

Voto Finale: 7

Arrigo e Gabriele sono cugini e vivono insieme.
Hanno un amicino molto specialino: il Signor Sbagliosky.
I due bambini non sempre vanno d'accordo ma con il loro piccolo amico, vivono tante belle avventure.

👉 Il Signor Sbagliosky è un nanetto piccino, piccino.
"Sono un vecchione, sono scappati capelli, ma io piaciosky ai bambini come voi."
Parla in modo buffo, è testardo e mangia la polvere.
Lui è anche gentile e coraggioso, ama giocare con il robot aspirapolvere ed è impossibile non prenderlo in simpatia.

"... porto il mio cappelluzzo."

👉 Anche gli altri personaggi sono particolari.
La zia Ada è autoritaria e fissata con le pulizie. 
Magda è perennemente immalinconita.
Panfilo si fa vedere raramente e quando ciò avviene tende a non socializzare molto.

👉 Nel precedente libro la storia aveva un fine, questa volta mi sembrava più che altro un insieme di avventure divertenti, a volte pericolose.

👉 Una lettura leggera e scorrevole, dal linguaggio semplice e dalla trama piena di eventi. 

👉 Il libro è pensato per i più piccoli ma leggerlo è un piacere anche per i grandi. Il Signor Sbagliosky è un personaggio originale e dolcissimo. Tutti dovremmo averne uno nella nostra vita. Sa come portare il buonumore. 

"Certino, arrivino subitosky."

martedì 8 giugno 2021

Recensione Lettura di Gruppo: "La regina degli scacchi" - Walter Tevis


Pagine 322
Genere Narrativa

Originalità 8
Trama 7
Narrazione 6
Personaggi 8
Descrizioni 5
Ambientazione 6
Finale: Soddisfacente

Voto Finale: 7

Beth Harmon rimane orfana all'età di otto anni.
Va a vivere in un orfanotrofio dove ai bambini vengono somministrate vitamine e tranquillanti. Ben presto Beth ne diventa dipendente.
Nell'orfanotrofio impara però anche a giocare scacchi, è il custode a insegnarglielo, dopo essersi reso conto che la bambina è nata per quel gioco.
Lei lo osserva prima in silenzio, studia le sue mosse e impara da sola le basi, il custode perfeziona poi il suo gioco. 
Dopo tre mesi, il custode non riesce più a battere Beth.
A tredici anni, Beth viene poi adottata e la madre scopre il suo talento per gli scacchi. Formano una specie di società. La madre organizza i viaggi e l'accompagna ai vari tornei e Beth vince, guadagnando soldi per entrambe.
Il sogno di Beth è diventare Grande Maestro Internazionale. Ci riuscirà?

👉 L'idea di una bambina e poi una ragazza abile nel gioco degli scacchi, è decisamente intrigante. 
Una regina degli scacchi dipendente però da tranquillanti e alcool, vizi che possiede fin da piccola.

👉 La narrazione tuttavia è carente, è essenziale, non si perde in descrizioni. Largo spazio viene dato proprio al gioco degli scacchi, con la cronaca delle partite, delle varie mosse.

👉 Molto particolare è il rapporto tra Beth e la madre adottiva. La signora Wheatley non è un genitore severo, anzi, è molto permissiva, lascia fare alla figlia ciò che vuole, a volte la incoraggia a fare cose tipo provare la birra. Non la rimprovera, niente punizioni, è un tipo alla: vivi e lascia vivere. Lei è anche estremamente brava a mentire.

👉 Beth è una ragazzina sveglia, estremamente indipendente dato che a otto anni già si gestisce da sola la sua scorta di pillole. Nei tornei lei è molto spesso l'unica donna presente, tendono a sottovalutarla ma li fa ricredere presto.

👉 Proprio per il fatto che l'autore è vago con le descrizioni, spesso mi perdevo tra i vari personaggi. Quelli principali sono facili da ricordare ma gli altri, in particolare i vari giocatori, sono più difficili da tenere a mente. 

👉 La serie tv è molto fedele al libro, è quasi uguale se non per alcuni dettagli omessi. 
E devo ammettere che preferisco questa al libro.

 

domenica 6 giugno 2021

Wrap Up - Cosa ho letto a Maggio


A maggio ho letto meno libri del solito
ma più corposi. 
Mi sono dedicata un po' anche all'arte e alla storia.
Ho letto poi libri che mi hanno sorpresa
in positivo. Non me lo aspettavo proprio. 
Erano nella mia libreria da anni proprio
perché non mi decidevo a leggerli
e poi wow, mi sono piaciuti un sacco.

Le statistiche di questo mese.

Libri letti 9
Media Voti 7+
Pagine Lette 2.951

Qui le recensioni dei libri letti questo mese: link